DALLA BIBBIA AL 45 GIRI

passando per Thomas Mann.

barbara

    • Prima di Marika c’era stata Shalom, in cui ci spiega che “li abbiamo strappati come sterpaglia”, che l’unica cosa ragionevole che resta da fare agli ebrei è di andarsene, che a loro manca “l’umiltà di perdere” (ed escludo che un professore di storia possa ignorare che cosa significherebbe anche una sola sconfitta) e che “mio nonno è il vero padre mio”, ossia quello infornato ad Auschwitz, evidentemente l’unico ad essere degno di chiamarsi ebreo (scrivi Vecchioni, scrivi canzoni, che più ne scrivi e più sei bravo a far danè, soprattutto se sono di quelle canzoni che piacciono tanto ai filoterroristi).

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...