PATACCHE E TAROCCHI

Una breve sintesi dei taroccamenti e delle infinite patacche propinateci dalla propaganda (e da tanti avidamente bevuti) in questo video.

Quello che resta da capire è come mai, se gli efferati crimini di guerra degli assassini con la stella di David provocano miliardi di morti fra i poveri palestinesi, anzi, fra i poveri bambini palestinesi, e con tutti i giornalisti e fotografi che gli fanno da zerbini sparsi in ogni dove, per mostrarci un po’ di povere vittime abbiano bisogno di andare a saccheggiare gli archivi delle vittime altrui:

Nel frattempo, dopo l’ininterrotto lancio di missili da Gaza durante la tregua, succede che un gruppo di arabi tenta di penetrare in Israele da Gaza tagliando la barriera di sicurezza; l’esercito spara per fermarli ed ecco l’atteso miracolo: i giornalisti si accorgono che la tregua è stata violata. Cioè, naturalmente, che Israele ha rotto la tregua.

barbara

  1. Purtroppo il problema è serio e mi sembra sottovalutato, da sempre da Israele, il quale non ha dato sufficienza importanza alla forza dei masmedia.Mentre i palestinesi … ops ” i poveri palestinesi” sono diventati maestri nel falsificare foto/filmati che regolamente date in pasto ai media, ( i quali sembrano non aspettare altro che questo tipo di materiale per diffamre Isarele, per non parlare delle centinaia di ong umanitarie che si interessano solo dei “poveri palestinesi” e che quindi su questa situazione ci campano, per non parlare delle migliaia di pacifinti a senso unico, dei terzomondisti ecc…ecc.. ) e amplificate a livello mondiale fanno fare la figura del crudele assassino sempre e solo a Israele.
    Purtroppo una foto falsa, una notizia falsa o distorta ripetuta da migliaia di blog e articoli alla fine sembra diventare, per magia, l’unica verità. E dopo recuperare la verità diventa quasi impossibile, quasi mai si danno le smentite, smentite che poi sono coperte da altre false notizie/foto. E così via.
    Questa dei media è già una guerra persa per israele, ma forse se si decidesse di impegnarsi anche su questo fronte, il terreno perso potrebbe essere almeno parzialmente recuperato. Speriamo.

    "Mi piace"

    • Sulla questione dell’informazione avevo postato diversi anni fa un interessante documento: prima parte, seconda parte. Da cui si vede che competere è impossibile, perché Israele non può investire cifre simili in propaganda. Il che va aggiunto all’atteggiamento di fondo: nella mentalità israeliana, se la verità è evidente – ed È evidente – non c’è bisogno di dannarsi l’anima per dimostrarla. E anche se i fatti hanno dimostrato che questo atteggiamento, in questo contesto, non è per niente salutare, nel corso degli anni non lo hanno cambiato di molto.

      "Mi piace"

      • anch’io ho vissuto con la certezza che la verità fosse autoevidente,ma la verità è un concetto soggettivo proprio dell’uomo che se ne impippa bellamente dei dati di fatto….ti ritrovi dopo tanti anni condannato ma consapevole che solo dei pazzi potevano condannarti,insomma hai dalla tua parte l’unico parere che conta,in un ottica metafisica intendo.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...