IL CONFLITTO

Il conflitto arabo-israeliano (quando è cominciato si chiamava così, perché il “popolo palestinese” non era ancora stato inventato; solo diciannove anni più tardi avrebbe cambiato nome e sarebbe diventato il conflitto israelo-palestinese, invertendo oltretutto l’ordine dei fattori che in questo caso cambia anche il prodotto, eccome se lo cambia) spiegato in cinque minuti. Perché chi vi racconta che si tratta di una vicenda estremamente complessa e intricata, le cui radici si perdono nella notte dei tempi, in cui le ragioni degli uni si scontrano con le ragioni degli altri, in cui torti e ragioni si intrecciano inestricabilmente, in cui cicli e spirali si aggiungono a cicli e spirali, chi vi racconta queste e altre simili baggianate, vi sta raccontando balle stratosferiche: il conflitto arabo-israeliano è una questione talmente semplice che per spiegarlo cinque minuti bastano e avanzano. Buona visione.

barbara

  1. Bellissima, chiarissima la breve lezione di Prager. Dunque, se un problema spinosissimo e irrisolvibile può essere spiegato con poche parole semplici è perché il problema non è né spinoso né irrisolvibile. Al blob arabo tutto intorno a Israele quel casino fa mooolto comodo. Ma queste sono cose che sappiamo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...