QUESTO È IL MOTIVO

I plurimi matrimoni di Esaù con donne cananee costituivano un abominio non solo per sua madre, ma anche e soprattutto per suo padre, che i culti idolatri delle sue nuore facevano soffrire persino più di quanto non soffrisse Rebecca: è nella natura dell’uomo, infatti, opporre minor resistenza della donna di fronte alle avversità. Un oggetto fatto d’osso non teme l’urto che manderebbe invece in frantumi un vaso d’argilla: così l’uomo, creato dalla terra, è più vulnerabile della donna, che da un osso è stata formata. (da “Le leggende degli ebrei” di Louis Ginzberg, volume II, p. 138).

Ecco, ora finalmente abbiamo la spiegazione di questo curioso fenomeno che fin dalla notte dei tempi avevamo avuto modo di notare.

barbara

  1. E’ possibile che il fenomeno ci sia, ma l’esempio mi sembra mal scelto. Se il padre si incazzava più della madre, allora opponeva maggiore, non minore resistenza.
    Può anche darsi che, di traduzione in traduzione (qui ce n’è almeno due, ma penso tre) qualcosa si sia perso.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...