E OGGI PARLIAMO DELLA SANTISSIMA TRINITÀ

(No, non quella)

Cari amici,
lo sappiamo tutti, ognuno ha i suoi eroi. Chi Charlie Brown e chi Balotelli, chi Freud e chi Simona Ventura, chi Garibaldi e chi Celentano. E naturalmente vale il motto: dimmi chi è il tuo eroe e ti dirò chi sei: soprattutto per i politici, che magari possono provare a imitare i loro eroi più dei comuni mortali.
Vi dico questo perché abbiamo avuto il privilegio di sapere chi è l’eroe di uno dei politici più importanti del nostro tempo, il grande (non di statura, ma di importanza storica) presidente dell’Autorità Palestinese, anzi dello Stato di Palestina, come ha deciso di chiamarla dopo il riconoscimento dell’Onu: Mahmoud Abbas, detto dagli amici Abu Mazen, la terza persona della trinità palestinese.
(Non sapete nulla della trinità palestinese? Malissimo, ne hanno scritto in tanti, fra l’altro il giornale Al-Hayat Al-Jadida, il 30 novembre scorso: “Gesù è palestinese, il martire Yasser Arafat è palestinese, Mahmoud Abbas, il messaggero di pace sulla terra, è un palestinese. Quanto è grande questa Santissima Trinità della nazione!”, un modello di accuratezza storico-teologica da cui abbiamo tutti da imparare, e prego i miei amici cristiani di prenderne nota: http://palwatch.org/main.aspx?fi=157&doc_id=8250)
Dunque dovete sapere che questa persona della santissima Trinità Palestinese, nonostante la sua dignità storico-teologica, ha un eroe tutto suo e che questo eroe non è nessuno dei suoi due predecessori, forse perché, secondo l’originale teologia politica palestinese, ne condivide la natura, appartenendo alla stessa Trinità. No, il suo eroe è un altro. Eccovelo rivelato.  (http://www.israelnationalnews.com/News/News.aspx/163916#.UOvYfHeyl-x). Il suo nome è Hajj Amin al-Husseini, il suo titolo (attribuitogli dal commissario inglese Samuel contro la volontà del consiglio dei musulmani di Gerusalemme, questo è interessante perché mostra la permanente saggezza politica britannica e la continuità degli ebrei che pensano di fare bene lasciando spazio ai nemici del loro popolo: http://it.wikipedia.org/wiki/Amin_al-Husseini) è Gran Muftì di Gerusalemme, di mestiere faceva il genocida in particolare, ma non solamente di ebrei. Il suo apprendistato lo fece infatti durante gli anni Dieci del Novecento nell’esercito turco che perpetrava il genocidio armeno, poi guidò una guerriglia antibritannica, premiata col titolo religioso cui non aveva diritto perché privo dell’istruzione adeguata, negli anni Venti e Trenta si dedicò all’organizzazione di pogrom antiebraici nel territorio del Mandato britannico (le famose stragi di Hebron e di Safed). Poi, quando scoppiò la guerra fuggì in Germania, dove fu accolto con tutti gli onori dal Führer, che gli affidò la costruzione di una brigata SS in Bosnia, la consulenza per la gestione della Shoà, la propaganda alla radio in Arabo, e un congruo stipendio per tutte queste nobili attività. Dopo la sconfitta del nazismo tornò in Medio Oriente, aiutò ad ammazzare il re di Giordania che voleva fare la pace con Israele, fondò l’organizzazione terroristica palestinese che poi sarebbe diventata l’Olp e adesso lo “stato di Palestina” (http://www.focusonisrael.org/2010/01/21/nazismo-hitler-mufti-gerualemme/, per un film con le immagini del suo incontro con Hitler guardate qui: http://www.youtube.com/watch?v=d51poygEXYU).
Forse non ho reso sufficiente onore a questa figura straordinaria di combattente per la libertà, ho omesso qualche sua meritoria azione, ma credo che abbiate capito il tipo, e magari ne avete sentito già parlare, dato che l’uomo è giustamente famoso. L’aspetto interessante e nuovo, che voglio sottolinearvi è questa scelta di Abu Mazen (http://atlasshrugs2000.typepad.com/atlas_shrugs/2013/01/abbas-salutes-hitlers-mufti-and-murdering-jihadis-in-anniversary-address-.html): scelta giusta, scelta meditata, scelta vincente. Certo, purtroppo i tempi non sono più quelli, non c’è più il Reich e invece c’è l’orribile entità sionista che ha l’inaudita pretesa di difendersi dalla giusta collera islamica. Ma che volete, ognuno deve subire le sue tribolazioni e il nostro Muhammed Abbas sopporta virilmente le sue, subisce addirittura l’onta che i più sciocchi della razza nemica lo chiamino “partner per la pace”. Ma adesso sappiamo che cosa sogna di essere e possiamo con più convinzione inchinarci alla sua gloria di terza persona della Trinità, cioè di Spirito Santo Palestinese.
Ugo Volli (Informazione Corretta)

Ma noi…

barbara

      • Per non parlare della documentata capacità di addestrare squali a cui far divorare i turisti della concorrenza, sparvieri come spie, topi che in quartieri misti riescono a infestare selettivamente le case degli arabi, fabbricare gomme da masticare da smerciare nel mondo arabo che rendono impotenti. Come giustamente cantava il buon Herbert Pagani, che se ne intendeva, “come ti volti c’è un giudìo”: hanno invaso l’intero pianeta, ce ne sono decine di miliardi, non ce ne salviamo più.

        "Mi piace"

        • “fabbricare gomme da masticare da smerciare nel mondo arabo che rendono impotenti.”
          Direi, MAGARI. Mefo futuri jihadisti.
          Ricordo però che i muslims nigeriani avevano anche paura delle vaccinazioni occidentali, credendo servissero per sterilizzare le ragazze.

          "Mi piace"

  1. a proposito di lerci ebrei (pardon, discutibili israeliani volevo dire), ecco una succosa articolessa della Busiarda a proposito dell’omicidio delle tre attiviste curde in Francia.

    http://www.lastampa.it/2013/01/11/esteri/colpire-il-nemico-all-estero-le-tecnica-israeliana-fa-scuola-KsVDL0KGPrfRbmcpRv10jO/pagina.html

    ora, ipotizziamo pure che a commissionare o eseguire l’assassinio sia stato il governo turco (anche se le tre donne potrebbono essere state uccise dagli irakeni, dagli iraniani, dai siriani, da curdi di altre fazioni, e la cosa non sarebbe certo una novità, considerata la bellicosità atavica dei curdi e la propensione del pkk a pestare qualsiasi tipo di piede, compresi quelli dei curdi di altro orientamento), tra le migliaia di casi di assassinio politico all’estero documentate nella storia chi vanno a trovare come rappresentanti eccellenti, se non proprio inventori della pratica? chi è l’unico governo al mondo che “sguinzagliò il Mossad in mezza Europa” per eliminare fidsicamente “decine di palestinesi (povre steile) tra cui perfino poeti e scrittori )povre, povre steilin-e), chi inventò la pratica dell’omicidio degli oppositori all’estero se non i maledetti israeliani? era israeliano l’agente che seccò Trotsky in Messico 8 anni prima della nascita di Israele? o quello che uccise Markov a Londra? e il veglio della montagna, non sapete che era ebreo (anzi, pardon, israeliano) pure lui, e che gli assassini (naziriti) erano genti del mossad che si fingevano musulmani per meglio operare, più di otto secoli anni prima della fondazione di Israele?
    addirittura l’omicidio politico all’estero è diventata una “tecnica israeliana” che “fa scuola”, tanto da ispirare anche l’omicidio di Litvinenko….

    complimenti all’autrice, complimenti soprattutto per la frase : “La dietrologia che confonde l’intelligenza è invece utilissima all’intelligence, quantomeno per guadagnare tempo.” che cosa fa guadagnare invece, e a chi, l’offesa all’intelligenza delle sue parole?

    "Mi piace"

    • hahahaha!!!!! Siamo andati oltre il ridicolo!!!!!E’ talmente imbarazzante tutta la faccenda che arrossisco da parte loro!
      Come si fa a spiegargli le cose a questi?Sarebbe veramente come cercare di spiegare ad un tassista come funziona il semaforo……se non lo sa è ovvio che deve cambiare mestiere…..non ho parole….mi sento come Crozza quando fa Zichichi….Scienza…pheeewwww….zac

      PS Barbara…..very nice blog you have 🙂

      "Mi piace"

      • Beh, sai, se avessero il senso del ridicolo non sparerebbero che Gesù Cristo è palestinese o che, come ha scritto qualche anno fa un palestinese nel forum di Magdi Allam, dodicimila anni fa i contadini palestinesi coltivavano la terra palestinese. Non che ebrei e cristiani non contino mai balle, per carità, però di solito cercano almeno di non spararle troppo assurde.

        PS: grazie.

        "Mi piace"

  2. Addirittura!Dodicimila anni fa l’uomo era raccoglitore/cacciatore…..magari in palestina gli arabi già avevano i trattori! Plausibile se si considera che la palestina araba è nata prima del sistema solare!

    "Mi piace"

    • Teniamo presente che dodicimila anni fa eravamo ancora dentro il paleolitico, ossia l’uomo non aveva ancora cominciato a sgrezzare le pietre… Ma si parla, appunto, dell’uomo. Quando si ha a che fare col superhomo palestinensis ovviamente il discorso cambia.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...