E LA PRIMAVERA CONTINUA A DARE I SUOI FRUTTI

Egitto: arrestato comico Bassem Youssef per insulti a Morsi

13:36 30 MAR 2013

(AGI) – Cairo, 30 mar. – Le autorità egiziane hanno arrestato il celebre comico satirico Bassem Youssef per insulti all’Islam e al presidente Mohamed Morsi. Lo ha reso noto l’agenzia Mena.
All’inizio del mese Youssef aveva ricevuto un ondata di proteste per il suo show El-Bernameg (Il Programma) in cui aveva affermato, in chiave appunto satirica, che Morsi avrebbe dovuto avere un Oscar come migliore attore, produttore, sceneggiatore e fotografo di scena. Il 4 marzo il procuratore generale egiziano aveva aperto un’inchiesta sul caso sulla base di 12 querele di cittadini che si erano detti “feriti psicologicamente” dalla sua satira politica. Youssef, 38 anni, medico chirurgo, è balzato alla notorietà nel Paese durante la rivoluzione di primavera per essere inizialmente sceso in piazza per soccorrere i feriti. IN quell’occasione pubblicò una serie di video satirici su Youtube in cui ridicolizzava i critici e i persecutori dei manifestanti di piazza Tahrir mettendo in atto una vera e propria ‘rivoluzione con l’humor’, come è stata definita.
(AGI). (qui)

E pensare che quelli che l’avevano iniziata, questa “primavera”, lo avevano fatto per cacciare i dittatori e conquistare la libertà… Lui, comunque, lo aveva messo in conto di fare una brutta fine.

barbara

AGGIORNAMENTO: concessa la libertà provvisoria su cauzione (2200 dollari).
AGGIORNAMENTO 2: foto dello spettacolare arrivo di Bassem Youssef al tribunale.

  1. E nel frattempo:

    Hamas impone sessi separati nelle scuole di Gaza

    GAZA, 1 apr – Il ministero dell’Istruzione di Hamas a Gaza ha annunciato oggi che dal prossimo anno scolastico gli allievi di oltre nove anni dovranno essere separati per sessi. La misura, già in vigore in buona parte delle scuole pubbliche e in quelle dell’Unrwa (l’agenzia dell’Onu per i profughi palestinesi), viene adesso estesa anche agli istituti privati: una decina in tutto a Gaza City, fra qui quattro gestiti da educatori cristiani ma aperti anche ad allievi musulmani. Il ministero dell’Istruzione di Hamas cercherà adesso di imporre una separazione assoluta dei sessi anche agli insegnanti: gli uomini potranno avere solo classi maschili, le donne insegneranno solo in quelle femminili.

    "Mi piace"

  2. A proposito:
    http://italian.ruvr.ru/2013_03_30/Hamas-i-bambini-non-devono-andare-in-Europa-e-America/

    In effetti non hanno tutti i torti, se i giovani mettessero piede fuori da quella fogna, si accorgerebbero di quanto fa schifo, e non ci tornerebbero mai più.
    Considerando come si stanno mettendo le cose da noi(ormai da parecchi anni, ma negli ultimi 2-3 la situazione è peggiorata di brutto, e negli ultimi mesi sta prendendo una piega sempre più brutta), mi sa che tra qualche anno anche il governo Italiano dovrà mettere un divieto del genere!

    "Mi piace"

    • E hanno ragione anche a fargli visitare i palestinesi nei campi profughi dei paesi arabi circostanti, dove non hanno neanche il diritto di riparare una finestra, non hanno diritto alla sanità, all’istruzione, a scegliersi la professione, niente di niente: quando tornano a casa, anche quella fogna gli sembrerà un paradiso. Che poi, se proprio vogliamo, fogna quanto a diritti e libertà sicuramente sì, ma per il resto, tra cellulari ultimo modello che in Israele non sono ancora arrivati, alberghi di lusso e centri commerciali ecc. ecc., ci sono almeno un paio di miliardi di persone al mondo che ci metterebbero la firma ad averla, una fogna così.

      "Mi piace"

      • Dai, non esagerare, anche economicamente è evidente non se la passano benissimo; I palazzi di Gaza City, assomigliano alle peggiori case popolari che ci sono in Italia.
        Se prendi una foto di Gaza City, e la metti a confronto con Tel Aviv, pare una favelas!

        "Mi piace"

      • Anche molte foto della periferia di Napoli, o di Roma possono tranquillamente sembrare favelas. Ma le hai viste le immagini, PRESE DA SITI PALESTINESI, dei mercati di Gaza traboccanti di ogni bendidio, dei parchi giochi, delle piscine, dei centri commerciali, degli alberghi di lusso, delle ville? Certo che se non investissero miliardi di dollari (nostri) in terrorismo sarebbero ancora più ricchi, ma questo è un altro discorso. O no?

        "Mi piace"

      • Erasmo (ci siamo incrociati e non ho visto la tua risposta mentre scrivevo la mia): sì, scegliendo oculatamente il termine di paragone potremmo adeguatamente dimostrare che Berlusconi è un morto di fame e Cicciolina una fanciulla casta.

        "Mi piace"

  3. La differenza è che a Roma, ci sono quartieri-favelas(tipo Colle Salario, Tor bella monaca ecc..), quartieri residenziali di “classe media”, belli e più che dignitosi (Flaminio, EUR ecc…), e i quartieri “alti” ( Parioli, Prati ecc..). Mentre a Gaza, dalle foto che si trovano su internet, sembra che ci siano solo palazzoni popolari stile “Tor Bella Monaca”!
    Ovvio poi che la colpa è soprattutto loro, e di chi li governa; se invece di comprare esplosivi per portare avanti una guerra impossibile(non hanno nessuna speranza di vincere, e sono rinchiusi in una zona densamente abitata, quindi non si capisce che senso abbia sparare razzi contro Israele. Autolesionismo!), utilizzassero gli aiuti internazionali in maniera costruttiva, per costruire quartieri più belli, e creare strutture turistiche, magari potrebbero vivere un po’ meglio. Solo che poi forse il mondo smetterebbe di compatirli, i giornalisti di guerra se ne andrebbero via e gli aiuti economici non arriverebbero più!

    "Mi piace"

    • 1. In internet trovi quello che cerchi: se non cerchi i mercati pieni, le ville di lusso, i parchi giochi, i centri commerciali, i negozi tipo via Montenapoleone, gli alberghi a cinque stelle, sicuramente non li troverai.
      2. Più che usare in maniera costruttiva gli aiuti internazionali, dovrebbero alzare il culo e andare a lavorare, come fa tutta l’umanità normale.

      "Mi piace"

  4. Intanto – lo hanno detto in Italia? Immagino di no – gia’ al sud sono caduti missili negli ultimi giorni – stamattina e ieri. Quelli di stamattina giusti quando i bambini stavano tornando a scuola e all’asilo dopo le vacanze per Pasqua.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...