LISTA

dei terroristi che questa settimana verranno rilasciati da Israele, con i relativi delitti e vittime, senza che si possa trovare una sola ragione al mondo per un simile efferato crimine perpetrato dal governo israeliano contro la propria popolazione, contro la legalità, contro la giustizia (poi venitemi a dire che non critico mai Israele!)

Terrorist Date of Arrest Charge(s) Names of Victim(s)
Fayez Mutawi al-Khur Nov-85 Murder, Attempted Murder Solomon AbuKassis, Menahem Dadon
Salah Ibrahim Ahmed Mugdad Jun-93 Murder Israel Tannenbaum
Samir Nayef al-Na’neesh Mar-89 Murder Binyamin Meisner
Yusef Abdel Hamid Irshaid Mar-93 Murder, Attempted Murder Nidal Rabo Ja’ab, Adnan Aj’ad Dib, Mofid   Can’an, Tawfik Jaradat, Ibrahim Said
Mustafa Othman al-Haj Jun-89 Murder Friedrich Rosenfeld
Salameh Abdallah Musleh Oct-93 Murder David Reuben
Atiyeh Salem Musa Mar-94 Murder Aizik Rotenberg (Holocaust survivor)
Salah Mahmoud Mukled Jul-93 Murder, Attempted Murder Joshua Deutsch
Mohamed Abdel Majid Sawalha Dec-90 Murder, Attempted Murder Baruch Heisler
Atef Izzat Sha’ath Mar-93 Accessory to Murder Simha Levi
Yusef Said al-Al Feb-94 Throwing a bomb, Accessory to Murder Ian Feinberg, Sami Ramadan
Midhat Fayez Barbakh Jan-94 Murder Moshe Becker
Ali Ibrahim al-Rai Apr-94 Murder Morris Eisenstadt
Mohamed Jaber Nashbat Sep-90 Accessory to Murder Amnon Pomerantz
Samir Hussein Murtaji Oct-93 Kidnapping, Manslaughter Samir al-Silawi, Khaled Malaceh, Nasser   Akilah, Ali al Zaabot
Hosni Faregh Sawalha Dec-90 Murder, Attempted Murder Baruch Heisler
Faraj Saleh al-Rimahi Jul-92 Murder Abraham Kinstler
Ala eddin Ahmed Abu Sitteh Jan-94 Murder David Daddi, Haim Weitzman
Ayman taleb Abu Sitteh Jan-94 Murder David Daddi, Haim Weitzman
Esmat Omar Mansour Oct-93 Accessory to Murder Haim Mizrachi
Khaled Mohamed Asakreh May-91 Murder Annie Lee
Nihad Yusef Jundiyeh Jul-89 Murder Zalman Schlein
Mohamed Mahmoud Hamdiyeh Jul-89 Murder Zalman Schlein
Jamil Abdel Wahab Natsheh Dec-92 Accessory to Murder Shmuel Gersh
Taher Mohamed Zaboud Feb-93 Murder Abraham Cohen
Sabih Abed Hammed Borhan Feb-01 Murder Jamil Muhamad Naim Sabih, Aisha Abdullah   Kharadin

Come dite? È un “gesto di buona volontà”? Ah, sì, capisco. Come quelli del 2012, per esempio
infographic2
(tabella e immagine rubate qui, e poi qui c’è qualcos’altro che dovete assolutamente leggere)
Quos vult perdere Jupiter…

barbara

Annunci

  1. sono quasi sempre d’ accordo con te, a parte per ieri e poche altre volte, ma penso che i tuoi toni, per qunto io ti capisco, anche io farei così trattando argomenti del genere, siano parecchio rigidi, e portano all’ odio. Madre teresa di calcutta, a parte che non la sopporto, però diceva una cosa giusta: fatemi partecipare ad una manifestazione in favore della pace, ma non parteciperò mai ad una manifestazione contro la guerra. Ognuno ha i suoi pensieri, e tu sei lodevole per l’ impegno che metti in un’ attività senza scopo di lucro che ti prende parecchio tempo a giornata, immagino, anche per rispondere a tutti i commenti, infatti, di solito a me non rispondi, però, ricordati solo di non insultare o diffamare qualcuno, ma dì solo perchè non sei d’ accordo con lui. ricorda, l’ odio porta solo odio.   DAVIDE FASSOLA

    ________________________________

    Mi piace

    • DAVIDE FASSOLA
      agosto 11, 2013 alle 19:17
      E se ti dicessi che non sono d’ accordo, mi risponderesti? DAVIDE FASSOLA
      —-
      E tu saresti quello che poi viene qui a intimarmi di dire perché non sono d’accordo?????
      PS: i miei toni portano all’odio? Mi fa piacere, visto che l’odio normalmente strozza gli odiatori.
      PPS: quando avrò bisogno di prediche o buoni consigli ho già a chi rivolgermi, grazie, non occorre che ti disturbi tu.

      Mi piace

  2. Barbara, il nome di Aizik Rotenberg sopravvissuto all’Olocausto è quello che mi colpisce di più..
    Non mi sono mai capacitata di queste restituzioni, soprattutto quando in cambio tornavano bare. D’altronde per lo stato d’Israele ogni soldato è importante che torni a casa propria, vivo o morto. E’ il principio del Pydion shvuyim, riscatto dei prigionieri che viene spiegato bene in questo articolo: http://www.romaebraica.it/mitzva-riscatto-prigionieri/ ed anche in quest’altro http://www.ilfoglio.it/soloqui/10732

    Mi piace

    • Sono andata a cercare una cosa che ho in archivio per metterla qui come risposta, poi ho deciso di farne un post.
      Nel caso in questione, comunque, non c’è nessuno da liberare in cambio di questo crimine: non è un riscatto in cambio di una vita o almeno di un corpo, non è un – per quanto sproporzionato e immorale – do ut des, è solo una gratuita e immonda spada di Damocle (che, a differenza di quella leggendaria, si sa con assoluta certezza che prima o poi – e piuttosto prima che poi – cadrà sulla testa di molti israeliani) messa nelle mani dei peggiori assassini.

      Mi piace

  3. Speriamo che Euripide abbia ragione (è sua vero? quos vult perdere jupiter dementat prius). Dei riscontri oggettivi si registrano anche in Italia, cara amica Barbara: la stella più autorevole del firmamento di WordPress.

    Mi piace

  4. Sai come la penso. La liberazione di assassini e terroristi è un atto immondo, e l’ultimo che io mi sarei aspettata da Israele, un’Israele evidentemente ben diversa da quella dei “miei tempi”, quella che non si faceva ricattare e minacciare, quella che salvaguardava la vita dei suoi figli, quella per cui il sangue degli ebrei non sarebbe stato mai più versato né facilmente né gratuitamente.

    Mi piace

  5. Quando ieri ho sentito alla radio che Israele da un lato “riprendeva a costruire” e dall’altra liberava gente con le mani sporche di sangue, mi sono chiesta che senso avesse. Se dovessi io dare un segno di buona volontà per riprendere negoziati, avrei fatto proprio il contrario. Poi ho visto le date della tua lista. Si tratta di gente che in Germania sarebbe stata comunque fuori da un pezzo. Nessuno sta in galera più di 15 anni, anche perché penso che non esista la cumulazione della pena.
    Per rinchiudere piu a lungo una persona, bisogna dimostrare che è un pazzo criminale.

    Mi piace

    • In Germania c’è gente che fa quello che hanno fatto loro? Entrare nelle case di notte e sgozzare i neonati nella culla, non per una rapina finita male ma perché sgozzare i neonati nella culla è lo scopo dell’irruzione? E che aspetta di uscire per poter riprendere a sgozzare i neonati nella culla? Non vedo quale senso possa avere il paragonare realtà che niente hanno in comune. Quanto alle costruzioni, l’unico errore è stato sospenderle facendo finta di credere che sarebbe servito ai fini della pace. E la cosa più idiota in tutto questo sono i “gesti di buona volontà” nei confronti di chi ha per statuto la tua distruzione e non passa un giorno senza continuare a ribadirlo e a dimostrarlo coi fatti.

      Mi piace

      • Sì, in Germania, ammazzano pupi in culla (esempio: l’anno scorso. lo zio. per vendicarsi.questione di eredità). Non seguo con molta costanza la cronaca nera, ma di ammazzamenti brutali con diverse gamme di motivazione non ne mancano. Nel caso dei criminali liberati da Israele suppongo che la motivazione fosse “politica”.Ma in Germania anche se uno avesse sgozzato un bambino agli inizi degli anni 90, ora dovrebbe essere fuori. A meno che non ci sia il sospetto che sia malato di mente e ancora pericoloso. Ma la Germania non è guerra, si ispira ai principi di Cesare Beccaria e crede nella riabilitazione. Non conosco le leggi in Israele e quindi non so quanto tempo può stare uno in carcere (se mantiene la buona condotta), ma mi immagino che anche laggiù, stato moderno e non Sharia, si ispireranno almeno un pochino agli stessi principi?

        Mi piace

        • Ambè no certo, se io sgozzo tuo figlio nella culla, non per guadagnarci qualcosa, non per vendicarmi di qualcosa, ma solo per quello che rappresenta, e in galera mantengo la buona condotta perché ho fretta di uscire per sgozzare l’altro tuo figlio che non ho fatto in tempo a sgozzare la prima volta, sarebbe assolutamente incivile che mi si impedisse di uscire a realizzare la mia missione, ci mancherebbe! Solo un Paese criminale assassino terrorista genocidario come Israele può fare simili mostruosità. Hai perfettamente ragione a inorridire di fronte a un simile scempio del concetto di umanità.

          Mi piace

  6. Off topic:
    Raccomando caldamente il breve film di Herzog “from one second to the next”, si trova su you tube. Soprattutto a quelli che non sanno aspettare (che siamo praticamente tutti. Io una volta ho anche provato a scrivere una sms andando in discesa in bicicletta. Impossibile, oltre che criminale)

    Mi piace

  7. Mi aggancio qui, perché non è possibile rispondere alle risposte delle risposte.
    Non ho espresso la mia opinione rispetto alle leggi tedesche (anzi penso che anche lasciando spazio in principio all’obbiettivo della riabilitazione, vi sono dei crimini che vanno scontati in carcere fino alla fine, che si riabilitino in cella), ma la mia perplessità sui criminali appena scarcerati. Cioè mi chiedo, e ti chiedevo: era gente che comunque per legge sarebbe uscita a breve?

    Mi piace

    • Non ho sottomano le condanne, comunque credo che parecchi di loro – sicuramente i primi, ossia i più “vecchi” abbiano l’ergastolo; nessuno, comunque, viste le imputazioni, mi sembra possa avere pene brevi e quindi direi di no, penso che nessuno di loro fosse vicino alla scadenza.

      Mi piace

  8. Ecco trovato: secondo lo spiegel, almeno otto dei detenuti sarebbero comunque usciti fra qualche mese, per la scadenza della pena. Questo fa poco sperare per i negaziati di pace.

    Mi piace

    • Ah perché tu eri convinta che ci fosse qualcosa da sperare invece? La sai una cosa? Ormai dovrei essermi abituata all’idea che da te ci si deve aspettare di tutto, e invece riesci sempre a sorprendermi.
      E spero che avrai apprezzato come merita il fatto che non ho ancora menzionato la tua amata zuppa di prepuzi.

      Mi piace

      • Cos’è, un’offerta di amicizia? Ti devo confessare che anche io mi sono trattenuta da postare come commento agli 80 anni di SP un bel “Taaanti auguuuri a teeeee…”
        Comunque, parlando seriamente, anche se Israele fa il gesto di buona volontà e in realtà al tavolo dei negoziati ci arriva solo trascinato dagli USA, per non parlare dei palestinesi che sono cento teste-cento cappelli, come si dice in Sardegna, insomma nonostante tutto, io sono pronta a stupirmi.
        Prima o poi la guerra finirà, così come hanno finito i tedeschi e i francesi di ammazzarsi e adesso si adorano o così come ho visto cadere il muro di Berlino (e chi l’avrebbe detto IL GIORNO PRIMA?). Spero di essere viva per vederlo e ti auguro altrettanto, per prendermi il gusto di potertelo rinfacciare.

        Mi piace

      • Gli anni di Peres erano 90, e sono stati novant’anni di troppo. Quanto al resto ho l’impressione che continui a sfuggirti qualcosa di non esattamente secondario, in questa guerra, ossia che l’obiettivo, DA SEMPRE, E DA SEMPRE ESPLICITAMENTE DICHIARATO, non è un guadagno territoriale, non è un’acquisizione di prestigio, come lo è stato in TUTTE le guerre che la storia ricorda, bensì la cancellazione di Israele e lo sterminio di tutti gli ebrei per poter poi unire tutta l’area al grande califfato islamico. Uno stato di Palestina, con qualunque estensione, non solo non è mai stato in programma, ma è sempre stato combattuto con ogni mezzo. Fino a quando continuerà a sfuggirti questo, continuerai a sognare l’inesistente. E lasciamo perdere, per favore, i luridi giochini americani.

        Mi piace

        • Di tenere gli ergastolani in galera lo direbbe sicuramente qualunque logica. Di smettere di costruire non lo dice nessunissima logica, a meno che tu non voglia sostenere la logica hitleriana dei territori judenrein che pretendono i palestinesi, mentre nessuno si sogna di trovare illogica la presenza di quasi un milione e mezzo di arabi in Israele, con diritto di voto attivo e passivo e alte cariche amministrative e politiche. E sempre comunque ricordando che – come ho appena scritto ma temo, come al solito, di avere stupidamente buttato via il mio tempo – qualunque logica uno sia abituato ad applicare, non ha niente a che fare con quella situazione. Ma se preferisci raccontarti le favole, accomodati pure. Basta che non pretendi di venirle a raccontare a me.

          Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...