E ADESSO VI FACCIO FARE UN GIRO PER IL MEDIO ORIENTE

Per prima cosa vi mando a prendere qualche lezione di etica matrimoniale, in cui vi verrà spiegato che il modo migliore per castigare una moglie che fa cose abominevoli, tipo uscire per strada con la faccia scoperta, è di tagliarla in dieci pezzi, o yes. E poi vediamo se la prossima volta avrà ancora voglia di disobbedirvi e mostrare spudoratamente in giro la sua faccia (qui).
Poi vi faccio scoprire qual è il quarto luogo santo dell’islam (voi ne conoscete solo tre, vero?)
Poi vi informo che, incredibile ma vero, c’è qualcuno che si preoccupa delle vittime palestinesi anche quando non sono vittime degli israeliani, ed è una tale mosca bianca che ritengo doveroso dargli il giusto spazio e la giusta visibilità.
Se desiderate dare alla vostra cultura, o a quella dei vostri figli, un tocco di internazionalità, vi suggerisco caldamente di prendere in considerazione
Londra; per la precisione, la City University.
Imprescindibile poi un aggiornamento sul grillopensiero e dintorni (cliccare sul quadratino in caratteri microscopici per leggerlo in caratteri umani. Dovete assolutamente leggerlo).
Infine un aggiornamento sul giovane blogger iraniano che sta morendo in carcere.
E mi raccomando, ricordate sempre quali sono le priorità.
I_problemi_del_mondo
barbara

AMMAZZARE GLI EBREI UNA VOLTA SOLA È TROPPO POCO

Argentina 23/08/2013

Decapitato il monumento ad Anna Frank
ana-frank1
Cordoba – il monumento a Anna Frank situato di fronte a Piazza Spagna nella città di Cordoba città da alcuni giorni appare senza testa.
La statua mostra la giovane appoggiata su un baule con il suo diario, che ha raccontato al mondo l’orrore nazista, visto dai suoi occhi di bambina.
La filiale di Cordoba della delegazione delle associazioni ebraiche Argentine (Daia) ha condannato l’atto di vandalismo.
“La distruzione di parte della scultura rappresenta l’intolleranza che dobbiamo superare per continuare la lotta per una società giusta, plurale e lontana da ogni tipo di discriminazione,” ha detto Daia. E ha chiesto che si trovino i responsabili. (qui, traduzione mia)
ana-frank2
barbara