LETTERA A DAVIDE FRATTINI

Chi ha avuto in mano, sabato scorso, il supplemento del Corriere della Sera “Io donna”, avrà sicuramente visto l’indecente servizio di Davide Frattini «Gaza, la cavalcata delle amazzoni». Indecente e inaspettato, perché finora Frattini si era sempre mostrato sostanzialmente corretto. Naturalmente siamo assolutamente sicuri che la lettera inviatagli sarà prontamente pubblicata, ma per ogni evenienza la pubblico anche qui.

Buongiorno,
la lettura sul supplemento Io Donna dell’articolo recante la sua firma mi ha stupito non poco perché, conoscendola, mi aspettavo di trovarla più attento a non indurre il lettore a non corretti pensieri.
Già nel titolo, parlando di Gaza, si parla di terra contesa. Contesa? Tra chi? Forse tra Hamas e Fatah, ma non certo tra israeliani ed arabi, visto che Sharon ha obbligato tutti gli ebrei, pur tanti, ad abbandonare tutti i loro averi e ad abbandonare la Striscia.
Siamo poi al patetico quando si parla della giovane che viene al maneggio per dimenticare i blocchi sul confine verso Israele. Beh, a me sembra che i blocchi siano simili non solo verso Israele, ma anche verso l’Egitto, e bisognava forse spiegarlo bene al lettore meno informato, e illustrare anche il perché di tali blocchi, mentre i confini di Israele verso Egitto e Giordania che hanno riconosciuto il diritto di esistere di Israele sono aperti alla libera circolazione.
Ma chi è poi questa giovane amazzone che può permettersi di frequentare un luogo esclusivo, con bei prati verdi, pagando 1500 dollari per una sella? Semplicemente la figlia di un normale imprenditore edile? Crede forse che sotto i regimi totalitari ci si possa arricchire senza stretti legami col dittatore? Crede forse che, senza questi rapporti, a Gaza ci si possa acquistare un IPad? E che belle parole quando dice che non ci sono soldi per ricompense in denaro; semplici parole ad effetto se ci sono soldi per acquistare dei computer da dare come ricompense ai vincitori delle gare di equitazione! Per non parlare dei milioni di dollari spesi per armi ed esplosivi – per un solo missile teleguidato, come quello che due anni e mezzo fa ha centrato uno scuolabus, vengono spesi fino a 280.000 dollari! – e per i campi militari utilizzati per addestrare all’uso delle armi e istruire all’odio i bambini fin dalla più tenera età. Sarei inoltre curioso di conoscere la fonte di quel dato, 85% di abitanti di Gaza che sopravvivono con 2 dollari al giorno, così sfacciatamente contrastante con le immagini – che tutti abbiamo visto, sicuramente anche lei – di piscine e parchi giochi traboccanti di gente, mercati e centri commerciali di lusso pieni di ogni bendidio e di pasciuti acquirenti, strade piene di auto, che in occasione di qualche mattanza di ebrei si danno a festosi caroselli, più o meno come da noi per la vittoria ai mondiali.
Vorrei poi ricordare che non è giusto, parlando del conflitto del 2012, mettere sullo stesso piano i bombardamenti israeliani ed i missili lanciati da Hamas; so benissimo che non ho bisogno di spiegare a lei la ragione di questo.
Infine penso che, parlando dell’elettricità che va e viene, sarebbe forse stato il caso di ricordare che Gaza riceve l’elettricità dal nemico israeliano il quale, ogni tanto, è costretto ad interrompere le forniture a causa dei missili che, cadendo sulla centrale che produce elettricità anche per la Striscia, deve sospendere giocoforza la produzione.
Sono certo che, con le sue conoscenze della situazione del Medio Oriente, potrà concordare con le mie osservazioni, e la saluto distintamente

Emanuel Segre Amar, Barbara Mella
(Qui le immagini)

E poi, per restare in tema, vai a leggere qui.

barbara

  1. Eh beh! Che sgarro! Va subito rimesso in riga. Manco avesse detto che i pescatori non possono pescare al largo, o che carichi di pasta dall’italia sono fermi al valico da quqlche anno. Ma sicuramente gli israeliani sono in buona fede. Avranno letto cannelloni sui pacchi di pasta, e chissà cosa avranno pensato.

    "Mi piace"

    • Qualche argomento nel merito, oltre alle solite ridicole chiacchiere da propaganda? No, eh? Per esempio dimostrare che quello che ha scritto Frattini è vero e quindi le nostre critiche sono infondate? O, se proprio si vuole cambiare discorso, qualche documentazione sul fatto che i poveri pescatori non potrebbero pescare al largo? Precisare a quale valico sarebbero fermi i carichi di pasta dall’Italia? Indicare da quando esattamente sarebbero fermi? Qualche foto a documentarlo, visto che il cellulare ormai lo hanno anche i mendicanti? Niente niente?

      "Mi piace"

      • Lei deve avere sterminato un’intera colonia di elefanti per ricavare tutto l’avorio con cui ha costruito la sua torre, dalla cima della quale pontifica su eventi lontani distribuendo la ragione sempre da una sola parte. Intendiamoci, che hamas sia un gruppo di terroristi di merda è conclamato. Ma è vero anche che le condizioni in cui israele e il cosiddetto governo egiziano tengono gaza sono infami. Cosa dovrebbe dire frattini? Che i gazawi stanno da dio grazie agli aiuti provenienti da tutto il mondo che israele, a volte fa gentilmente passare? O che a gaza non c’è un aeroporto distrutto? Che ci sono centrali elettriche funzionanti, porti? Dovrebbe tacere di ministri israeliani che parlavano di tenere a dieta gaza (no, questo l’ha già fatto). L’articolo di frattini è sì vergognoso ma per i motivi opposti a quelli da lei addotti.
        Quanto ai pescatori che non possono pescare e alla pasta ferma a KEREM SHALOM da qualche anno, ha tutti i mezzi per informarsi. C’è il wi fi nella torre, a quanto vedo.

        "Mi piace"

  2. Mi farebbe piacere leggere anche l’articolo di Frattini, che non trovo qui in edicola. Puoi linkarlo, se lo trovi in internet? Gradirei che postassi anche una sua eventuale risposta.

    "Mi piace"

    • Mi dispiace, l’ho cercato perché ci avrei tenuto anch’io a linkarlo, ma non l’ho trovato: le cose dei supplementi di solito non le mettono, oppure vengono inserite più tardi. Se dovesse essere messo in rete nei prossimi giorni naturalmente lo aggiungerò, e ovviamente anche l’eventuale risposta, ammesso che la lettera venga pubblicata, cosa che però mi sa che appartenga al periodo ipotetico di quarantaseiesimo tipo.

      "Mi piace"

      • Frustrante, povero Frattini. Tutto un articolo a insistere sull’emergenza, ma senza emergenze da descrivere. Alla fine, ha dovuto retrodatarsi di un anno: “A novembre 2012 il conflitto che non finisce è ripartito: una settimana di bombardamenti israeliani e di missili lanciati da Hamas contro le città dall’altra parte“. Nella frustrazione, ha invertito causa e effetto: ma si può comprendere.

        "Mi piace"

        • Un po’ come quelli che continuano a battere sul chiodo dei pozzi interrati dai perfidi giudei per far morire di sete i poveri palestinesi, e non un cane che abbia avuto l’idea di fotografarne uno, di queste centinaia di pozzi interrati. Però a pensarci bene hanno ragione: tanto la gente se le beve tutte lo stesso, quindi perché dovrebbero faticare a inventarsi qualcosa di più realistico?

          "Mi piace"

    • Grazie. Non so se hai visto a suo tempo quello in cui c’è una giornalista di non ricordo quale Paese arabo che sta facendo un servizio e mentre sta parlando davanti alla telecamera scatta l’allarme, lei si accuccia di fianco all’auto e assiste in diretta alla distruzione del missile. E magari – si spera – si sarà anche fatta un’idea di che cosa provano gli israeliani in continuazione, anche trenta volte in un giorno in certi momenti.

      "Mi piace"

    • Sono tutti belli, comunque, se non altro perché sai che ad ogni colpo parato corrisponde un progetto di morte sventato. Quello che mi piacerebbe tanto ritrovare invece, perché lo avevo ma poi lo hanno tolto, è quello del terrorista che lancia i missili – perché a loro piace filmare le loro imprese, come con lo sgozzamento di Daniel Pearl o di Nicholas Berg (che poi se vai sui siti e blog complottisti ci trovi l’inquietante domanda “Chi ha VERAMENTE sgozzato Nick Berg?”) – e infila un razzo nel lanciarazzi, dice Allahu akhbar e lo lancia, infila un razzo nel lanciarazzi, dice Allahu akhbar e lo lancia, infila un razzo nel lanciarazzi, dice Allahu akhbar e lo lancia… e all’ennesimo lancio il razzo gli esplode addosso. Una cosa grandiosa. Ricordo quando era stato postato in un blog (ti ricordi, lupodigubbio?) e fra i nostri divertiti commenti è arrivato uno indignatissimo per il nostro cazzeggiare sulla tragedia di una vittima del lavoro. All’inizio credevamo fosse ironico e invece no, era proprio indignato davvero, oltre che pieno di compassione per la povera vittima del lavoro.

      "Mi piace"

  3. http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=173 Però questo c’è ancora…
    Questi fanno soldi a dire stronzate con tutti quelli che gli vanno dietro…
    Pensa alla genetica…pensa al tipo che è morto a cento anni…potremmo ipotizzare che in un luogo della terra ben protetto e ben studiato per non essere individuato visto le tecnologie di cui disponevano i tedeschi si conducevano e si conducono esperimenti sull’ immortalità e visto che dicono che il corpo di Hitler nn è mai stato ritrovato potrebbe essere ancora vivo grazie ad una tecnica più avanzata ed a noi sconosciuta. Ecco potremmo dire che il tipo centenario era strato sottoposto ad una sperimentazione di tipo alpha e il suo capo alla ben più avanzata tecnologia gamma…credi che uno in gamba a scrivere non riuscirebbe ad essere credibile se dietro avesse il titolare del blog che ti ho linkato all’ inizio ? Un po’ sulla “ressurezione dei nazisti ” in realtà zombie, ci si è già sbizzarrito qualche regista… http://www.youtube.com/watch?v=lEQwEmeWnyI

    "Mi piace"

  4. questo c’è ancora…
    Questi fanno soldi a dire stronzate con tutti quelli che gli vanno dietro…
    Pensa alla genetica…pensa al tipo che è morto a cento anni…potremmo ipotizzare che in un luogo della terra ben protetto e ben studiato per non essere individuato visto le tecnologie di cui disponevano i tedeschi si conducevano e si conducono esperimenti sull’ immortalità e visto che dicono che il corpo di Hitler nn è mai stato ritrovato potrebbe essere ancora vivo grazie ad una tecnica più avanzata ed a noi sconosciuta. Ecco potremmo dire che il tipo centenario era strato sottoposto ad una sperimentazione di tipo alpha e il suo capo alla ben più avanzata tecnologia gamma…credi che uno in gamba a scrivere non riuscirebbe ad essere credibile se dietro avesse il titolare del blog che ti ho linkato all’ inizio ? Un po’ sulla “ressurezione dei nazisti ” in realtà zombie, ci si è già sbizzarrito qualche regista… visto che coi link mi modera provo così.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...