LA CARTA DEL CUORE

Per tutti coloro che, giustamente, ritengono doveroso boicottare il criminale illegittimo illegale abusivo assassino terrorista colonialista stato di Israele.
Per tutti coloro che non vogliono rischiare che qualche malintenzionato possa approfittare di un loro stato di minore attenzione per rifilare proditoriamente prodotti provenienti dal criminale illegittimo illegale abusivo assassino terrorista colonialista stato di Israele.
Per tutti coloro che, animati da spirito umanitario e da autentico amore per i più deboli, per le vittime, per i poveri della Terra, vogliono mandare un segnale forte al criminale illegittimo illegale abusivo assassino terrorista colonialista stato di Israele.
Per tutti costoro ecco la Boycottcard

Boycottcard

Scaricatela, stampatela, plastificatela e portatela sempre con voi insieme al tesserino sanitario, onde essere certi che l’infame lobby sionista non approfitti delle vostre malattie per infiltrarsi nel vostro corpo.
Shavua tov a tutti.

barbara

Annunci

NUNTIO VOBIS GAUDIUM MAGNUM

E cioè che il mio ginocchio sinistro, dopo 18 giorni, ha finalmente smesso di sanguinare. Il destro ancora no, ma insomma non si può avere tutto dalla vita. Le gambe, nel frattempo, sono arrivate ad avere più colori di una foresta in autunno, e se non fosse che sono le mie, e che per lavarmi asciugarmi e vestirmi le devo toccare, il che ogni volta mi fa cacciare una discreta dose di strilli, sarebbe anche divertente. Poi grazie all’ortopedico strafigo ho finalmente scoperto perché il naso solo a guardarlo mi fa urlare: perché nel corso del mio incontro con l’asfalto si è rotta la cartilagine. Smanettando un po’ nei punti in cui faceva un po’ meno male, sono riuscita a mandare un paio di pezzi a incastrarsi nel punto giusto, ma mi rimangono ancora un po’ di bitorzoli dolorosissimi (ed è abbastanza impressionante toccarmi il naso e sentire crac crac). E restano i problemi neurologici, e per la visita devo ancora aspettare più di due settimane, ma insomma, si sopravvivrà anche a questo, spero. In compenso ieri per la prima volta mi sono arrischiata a uscire senza bastone. Certo, resto ancora parecchio impedita, e per consolarmi della mia scarsa possibilità di movimento, mi consolo guardando muoversi gli altri.

barbara