VOLETE VEDERE COME È FATTO UN EROE?

barbara

Annunci

  1. E con quello che subiamo ogni giorno, con quello che i nostri ragazzi subiscono ogni giorno, ammazzati mentre fanno un’escursione, o mentre vanno a scuola, e alla sera in discoteca, o mentre sono in macchina grazia agli “innocenti sassolini” tirati “in segno di pacifica protesta”, ci dobbiamo pure sentire accusati.

    Ma l’hai sentito? Fallita la missione militare (e pure su questa ci sarebbe da discutere) non poteva tornarsene “a mani vuote”, un po’ di sangue d’ebrei bisognava spargerlo, e così si spara ai primi due ragazzi che passano, e la zietta gioisce.

    La beffa è poi sentir dire “Israele sta facendo ai palestinesi quello che i nazisti hanno fatto a loro”, frase che sta diventando di moda tra i bravi pacifinti così pieni di umanità nei confronti dei “poveri palestinesi”, ma con molta meno passione e attenzione nei confronti della storia e della cronaca.

    Ecco, era meglio non l’avessi visto questo video stamattina: non che le cose non le sappia, ma come mi ribolle il sangue sentire raccontare dal vivo che cosa gli è passato per la testa non ti dico come mi fa stare.

    Mi piace

    • Hai dimenticato che “Israele continua a dimostrare che in realtà non vuole la pace”.
      La cosa più impressionante comunque è il tono. Più o meno come i miei scolari all’interrogazione di tecnica agli esami: come hai costruito questo sgabello? Ho tagliato quattro pezzi di legno della stessa lunghezza, ho preso due viti e due bulloni…

      Mi piace

      • Sì, il tono, tra l’indifferente e il compiaciuto… in fondo sta parlando di routine: ammazzare due ragazzi in gita, non una grande impresa all’altezza di quello che avrebbe voluto, ma già qualcosa. Insomma, prassi.

        Vado a vomitare.

        Mi piace

  2. Colgo l’indignazione di Diemme dovuta alla glaciale indifferenza,dopotutto non c’è troppo da vantarsi, non ha ucciso i due colonelli , due agenti del mossad o due membri delle forze speciali ma due poveri ragazzi indifesi,che in Italia al Sud mettiamo nelle bare bianche e al loro passaggio tutti si commuovono anche i delinquenti ,perchè sono ragazzi che non hanno vissuto.Il non voler tornare a casa con le mani pulite anzicchè lorde di sangue innocente la dice molto lunga sulla volontà di pace che ha questa gente,riflettiamoci quando si parla di boicottare Israele.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...