YOM HAZICHARON 4

E fra i grandi che abbiamo perso c’è anche lui (se avete tempo e voglia di leggere anche i commenti, ci troverete uno strepitoso topo gonzo d’annata).
tomba di Yoni
barbara

Annunci

        • Non riesco a capire perché abbia preso a metterti in moderazione. Anche qualcun altro di normalmente approvato ho trovato in moderazione oggi, boh. Quanto al sorcio, è davvero, come si dice in tedesco, unter jeder Kritik: al di sotto di ogni possibile critica.

          Mi piace

        • @ Rachel
          “Israele secondo lui non ha nemmeno il diritto di difendere il proprio popolo, ovunque venga attaccato”.
          Semplicemente no, non ce l’ha. come non ce l’ha nessuno stato al mondo. Si informi, piuttosto, specie prima di insultare chiunque.
          A Sigonella, per farle solo un esempio, i militari americani, che intendevano verosimilmente consegnarlo ad Israele, non riuscirono a catturare il noto terrorista Abu Abbas, pur ideatore ed esecutore del sequestro della “Achille Lauro”, causa l’opposizione delle nostre autorità. Ora noi possiamo discutere quanto vogliamo, come in effetti molto si discusse all’epoca, sull’opportunità politica e sull’eticità dell’opzione imboccata da Craxi. E’ perfettamente naturale discuterne. Ma nessuno – tranne lei e M.me Barbarà, forse – ha mai messo né potrà mai mettere in dubbio la pienissima legittimità di quella scelta.
          Del resto, poi, se lei riconosce ad uno stato il diritto di difendere sempre, comunque e ovunque il proprio popolo, non vedo come possa astenersi dal riconoscerlo a tutti gli stati, il che configurerebbe evidentemente un puro caos. Non trova?

          Mi piace

        • Non vivo in cima al monte del sapone e so bene che queste cose accadono da che mondo è mondo e che quanto più si è potenti al mondo, tanto più si ricorre a certe scelte. Non solo: posso dire di aver condiviso più di una volta (compresa Entebbe) quel genere di scelta e credo anche che il grande potere di uno stato a volte implichi per esso il dovere o quasi di infrangere le regole, se vuole restare dalla parte della giustizia e della libertà.
          Quello che contesto è l’affermazione secondo cui esisterebbe, per qualsiasi stato al mondo, “il diritto di difendere il proprio popolo, ovunque venga attaccato”. E’ un diritto che, ripeto, semplicemente non esiste e che nessun organismo internazionale si è mai sognato di sancire. Ma attendo pur sempre una smentita. Anche da qui, magari al posto dei soliti insulti e battute, chissà mai.

          Mi piace

        • Allora, a me come a tantissima altra gente, vennero dubbi sull’opportunità o meno del blitz […] A me quei dubbi oggi restano tutti
          posso dire di aver condiviso più di una volta (compresa Entebbe) quel genere di scelta
          Ecco, se c’è una cosa che caratterizza il sorcio è la coerenza.
          No, caro topo di fogna, non attenderti smentite: non si danno perle ai porci, come diceva quel tale – che magari a te farà anche un po’ schifo, visto che era uno sporco ebreo.

          Mi piace

        • Mi parla di leggi sig. Top Ganz? Di diritti internazionali che avrebbero dovuto permettere agli israeliani di salvare altri israeliani o appartenenti al popolo ebraico?
          No, di permessi non ce ne erano. Trattative erano state tentate col regime di Amin Dada. Qualsiasi soluzione pacifica andò male.
          La scelta era tra lasciar morire il proprio popolo o violare le leggi internazionali. Bene ha fatto Israele. Con certa gente non ci sono altre soluzioni.
          [Ma lei queste cose già le sa visto che sono parecchi anni che frequenta questo blog. Dovrebbe essersi fatto una bella cultura in materia. Non ammetto nessun tipo di ignoranza da parte sua].

          Mi piace

        • @ M.me Barbarà
          La maggior parte della cose (a parte cioè le ovvietà le peggiori infamie) si arriva a condividerle o meno attraverso il filtro del dubbio. Lei no, M.me?Ad esempio, io sono sostanzialmente favorevole all’attuale normativa sull’aborto, senza per questo essermi liberato di molti dubbi e scrupoli. Così, conservo molti dubbi sul blitz di Entebbe – come dicevo effettivamente in quel commento – soprattutto di ordine giuridico (che era l’aspetto cui mi riferivo anche in quel thread). Ma so anche bene che un conto è giudicare astrattamente dalla poltrona di casa e un conto essere coinvolto in certi fatti. E che alla fine non puoi che rimetterti ai soggetti che pagano di persona le proprie scelte.

          @ Erasmo
          Neanche una volta che ti rassegnassi a riconoscere una seppur minima e perdonabile ignoranza. Anzi, cerchi sempre di rigirare le cose in modo da nasconderla e di attribuirla al prossimo. Sul monte, o montagna, del sapone chiedi lumi a Rachel. Lei, che è romana, qualche cosa saprà dirti. Sebbene non credo che l’espressione sia esclusiva della tradizione romana.

          Mi piace

        • @ Rachel
          Esatto, ora ha capito, era di diritto internazionale che parlavo e, sotto questo aspetto, anche lei ha finito per convenire sul fatto che non esiste il diritto di cui parlava, perché di “diritto di difendere il proprio popolo, ovunque venga attaccato” ha parlato lei per prima, non io, e rivolgendosi specificatamente a me. Poi non c’è dubbio che la realtà dei fatti è ben altra cosa e che nessuno può aprioristicamente condannare chi agisce sotto ricatto e martoriato nei propri affetti. Ma di questo ho già detto sopra.

          Mi piace

    • Chiedo scusa alle persone terze e soprattutto a me stesso per aver – non per mia scelta, ma oggettivamente chiamato in causa – partecipato qui sopra a questa discussione, in tutta calma e pacatezza: non avevo ancora letto questo zuccherino, pregiudiziale – parrebbe – per la S.ra Barbara.

      Viene naturale da chiedersi – se lei, S.ra Barbara, definisce me “mastodontica testa di cazzo”, nonché “lurido e schifoso topo di fogna” – quale sorta di risentimento riservi mai a chi le abbia fatto veramente del male. Ma debbo ancor prima ripeterle per l’ennesima volta: va bene, conservi pure di me la peggiore delle opinioni possibili, me ne farò una ragione, anzi me la sono fatta da un pezzo, ma mi faccia almeno il piacere di ignorarmi, come del resto mi pare ovvio fare nei riguardi di una “mastodontica testa di cazzo”, nonché “lurido e schifoso topo di fogna”.

      Mi piace

        • No, Signora, si sbaglia. E’ lei che mi ha chiamato qui: nel testo del post c’è addirittura un link che mi riguarda personalmente e direttamente, senza allusioni o mezzi termini.
          E poi, detto per inciso: visto che mi degna delle sue repliche, per una volta sola provi a moderare i termini e a dialogare umanamente.

          Mi piace

        • No no: dice che io l’ho chiamato qui mettendo nel testo del post un link che lo riguarda. Sta proprio parlando di quella volta che è venuto a dire la sua in casa mia per accusarmi di essere io a chiamarlo in causa. Lo so che gli sei affezionato, ma è inutile che tenti di difenderlo: è proprio scemo oltre ogni limite umanamente immaginabile.

          Mi piace

  1. La invito a pensare alla condizione “particolare” del popolo di Israele. Parafrasando Arringa per la mia terra di Herbert Pagani “ovunque inseguito, perseguitato, ucciso”. Creda non è cambiata di molto la situazione, un ebreo non può andare in giro con la stella di Davide al collo con la certezza di non incontrare qualche testa di cazzo tranne, forse, negli USA. Israele con quella azione ha, tra l’altro, fatto presente che la festa è finita. Il diritto internazionale ne ha sofferto? Se ne faccia una ragione, potrà succedere anche che quello privato debba patire qualcosa, ma ci sono episodi della storia recente che non devono e non si ripeteranno mi più.

    Mi piace

  2. Non c’è niente da fare, il topo è scemo dalla testa ai piedi, ha la scemitudine che gli esce dal naso, dagli occhi, dalle orecchie, dal buco del culo, da ogni poro della pelle. Ragionare col vaso di gerani sul balcone darebbe più soddisfazione.

    Mi piace

    • Io però sono più indulgente. Per esempio, sono genuinamente interessato al suo repertorio di frasi idiomatiche, che sono quasi tutte a me sconosciute. Continuo a pensare che la maggior parte sia ascolana, ma ce ne sarà anche di romanesche. Però, la “giudecca di tutti i vizi”, di quella dovrebbe spiegarci bene l’origine.

      Mi piace

      • Lo so, tu in fondo in fondo sei un buono, io invece no. Soprattutto notando che, anche se poi ha tentato di rivoltare la frittata tirando fuori fantomatiche questioni giuridiche, il suo primo intervento parlava unicamente dell’opportunità del blitz, ossia se fosse o no opportuno portare in salvo oltre cento ebrei condannati a morte. E in effetti, conoscendo quell’ammasso di merda che è il topo, si può ben credere che per lui salvare ebrei sia cosa decisamente inopportuna. Non fatico a immaginare che resti addirittura sveglio la notte a interrogarsi sull’opportunità delle azioni di Perlasca, Schindler, Zamboni, di tutti quei preti e quelle suore che hanno aperto le porte dei conventi, in qualche caso violando addirittura la clausura, per mettere in salvo quella gente. Coltivare il dubbio sempre e comunque è cosa sana, e dunque chiediamocelo, se tutta questa gente abbia fatto bene o male.

        Mi piace

      • @ Giovanni
        Guardi che io, nonostante gli scrupoli che ho sollevato e che mi pongo, sono sostanzialmente d’accordo con quel che dice lei. Ripeto: io ho solo negato l’esistenza, sostenuta in un primo momento da Rachel, di un diritto internazionale che legittimasse formalmente e giuridicamente un “diritto di difendere il proprio popolo, ovunque venga attaccato”.

        @Erasmo
        Non so se a un malevolo ignorantone del tuo calibro possa bastare (temo che sia come gettare le evangeliche perle ai porci), ma provo lo stesso a darti un suggerimento:
        “«Quell’anima là sù c’ha maggior pena»,
        disse ‘l maestro, «è Giuda Scariotto,
        che ‘l capo ha dentro e fuor le gambe mena.
        De li altri due c’hanno il capo di sotto,
        quel che pende dal nero ceffo è Bruto:
        vedi come si storce, e non fa motto!;
        e l’altro è Cassio che par sì membruto.
        Ma la notte risurge, e oramai
        è da partir, ché tutto avem veduto».
        (………………………………)
        E se’ or sotto l’emisperio giunto
        ch’è contraposto a quel che la gran secca
        coverchia, e sotto ‘l cui colmo consunto
        fu l’uom che nacque e visse sanza pecca:
        tu hai i piedi in su picciola spera
        che l’altra faccia fa de la Giudecca.”

        Mi piace

        • @sig Top Ganz vada a rileggere bene il mio intervento. Io non parlavo di diritto internazionale ma del diritto ASSOLUTO dello Stato d’Israele di difendere il suo popolo. Non mi piace vengano travisate le mie parole.

          Mi piace

  3. Se c’è una cosa che proprio non si sopporta è vedere uno che tenta di rivoltare le frittate quando le frittate originarie sono lì, sotto gli occhi di tutti. (E che come se non bastasse tenta anche di inventare padri illustri per le giudecche di vizi di sua fabbricazione).
    POST SCRIPTUM: TOPO, HAI DEFINITIVAMENTE ROTTO I COGLIONI. RISPARMIATI LA FATICA DI SCRIVERE ALTRO, PERCHÉ QUESTO È L’ULTIMO COMMENTO CHE TI APPROVO.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...