VEDIAMO CHI AVRÀ ANCORA LA FACCIA DI BRONZO DI NEGARLO

Se non sai l’inglese non preoccuparti: guarda le figure.

barbara

  1. “FERMARE IL GENOCIDIO A GAZA ISRAELE VERO TERRORISTA”-
    Uno striscione con questa scritta è comparso qualche giorno fa in una strada di Livorno. Il Sindaco grillino della città, tale Filippo Nogarin, ha dichiarato che la scritta a lui sembra “una frase generica”( intendeva dire ovvia?)e ha aggiunto che sta progettando un gemellaggio con Gaza. Stupisce che un Sindaco di così raffinato ed elegante spirito critico si accontenti di un gemellaggio con Gaza e non alzi la mira verso più consistenti e significativi traguardi. Potrebbe infatti gemellarsi con il Califfato dell’Iraq e del Levante, anzi fare di Livorno una sede staccata del medesimo, introducendo la Legge islamica. Si porterebbe così avanti e sarebbe il primo in Europa, la quale ben si sta preparando a califfarsi. Primo, nella prossima gloriosa storia europea. Coraggio, Sindaco!

    • Ma potrebbe anche cooptare qualcuno di quei bravi ragazzi direttamente nella gestione del comune, così offrirebbe ai livornesi qualcuno di quei begli spettacoli di bambini di 4-5 anni decapitati per strada. Per chi non lo conoscesse, comunque, Nogarin è quello che alle elezioni si è fatto pubblicità così:

      (carini gli atomi che muoiono e rinascono eh?)

        • Embè no, in quello non siamo mica tutti uguali: metti che uno è incontinente (non nel senso che si è allontanato dalla Sicilia o dalla Sardegna) ma non vuole rassegnarsi al pannolone e così se le deve cambiare dieci volte al giorno; metti che un altro è uno zozzone perso e se le cambia due volte al mese. Non è mica una cosa scientifica il cambio delle mutande, e lui solo su cose scientifiche e scientificamente misurabili si basa!

  2. Io credo che la gente dovrebbe attivare il cervello.
    Ho delle amiche, care persone, sensibili e intelligenti, che mettono post a favore del boicottaggio di vendita di armi a Israele.
    Naturalmente non postano nulla a favore di boicottaggi alla vendita di armi ai palestinesi di Hamas…
    Postano frasi contro la guerra ai civili di Gaza.
    Ma non postano mai niente contro i missili diretti sui civili israeliani.
    O per i milioni spesi in armi invece che in generi per la popolazione civile araba.
    O contro lo stoccaggio di armi di hamas nelle scuole ONU.
    E non ho visto loro post quando una scuola è stata distrutta dal “fuoco amico” di Hamas.

    Ecco, sono queste le cose che mi intriscono.

    Ripeto, io non sono neanche ebreo,e non sono favorevole alla guerra tout court.
    Ma alla difesa invece sì.
    E – chiedo scusa ai combattenti israeliani – non capisco questa guerra “in punta di piedi”, questa guerra “civilizzata” (come ho letto in altra parte del blog).
    Il generale Schwarzkopf, comandante di “Desert Storm”, alla domanda “ma a voi piace vincere facile, con forze di dieci a uno contro gli iracheni??”, rispose che la guerra non è un gioco, che il suo scopo è vincere, possibilmente con il minimo di perdite e quindi attaccando con forze possibilmente preponderanti…l’ideale sarebbe mettere in ginocchio il nemico… però o distruggendolo completamente (ma proprio completamente) o lasciando una (minima) via d’uscita (la Germania umiliata alla fine della Prima Guerra Mondiale cercò di rifarsi delle umiliazioni e Hitler ebbe gioco facile….non dimentichiamo le lezioni della Storia.).

    Come sempre, se sembro superficiale o mal informato, mi scuso.

    Io sono per la pace, certo, ma “si vis pacem, para bellum”, come sempre.

    E spero che vi sia ancora gente col cervello acceso, che veda come sono le cose, che veda quale è, anche a mio parere, l’unica vera democrazia in Medio Oriente, della quale sarò sempre a favore.

    • “ma a voi piace vincere facile, con forze di dieci a uno contro gli iracheni??”

      Siiii, combattiamo la guerra come se fosse un duello fra galantuomini del settecento. Ce lo vedo bene Abbas andare da Netanyahu, schiaffeggiarlo con un guanto bianco e dirgli “messere, io vi sfido a duello”.
      Ma che minchioni quelli che fanno certi ragionamenti.

      • E se ti sparo dentro casa mi raccomando: prima di rispondere al fuoco affacciati alla finestra e informati sul calibro della mia pistola, ché rispondere con una di calibro superiore sarebbe davvero una scorrettezza che certamente non vorrai rischiare di commettere.

    • L’errore fatale, nella prima guerra mondiale, è stato quello di ridurre la Germania letteralmente alla fame, e chi ha fame può fare qualunque cosa. Nella seconda le sanzioni imposte alla Germania sono state anche più pesanti e umilianti che nella prima, ma l’errore di imporre sanzioni economiche impossibili non è stato commesso una seconda volta.
      Le affermazioni di Schwarzkopf sì, me le ricordo bene, e sono sacrosante.

  3. Straordinario, fenomenale. Non avrei mai supposto che nel cranio d’un sol uomo ci fosse un così grandioso agglutinato di scienza e sapienza. Ora capisco perché i cittadini di Livorno ne sono rimasti così abbagliati. Come mi dispiace di non essere uno di loro. Comunque sembra intenzionato a “marciare con la Storia”. Noi, nel nostro piccolo, ci siamo permessi di dargli qualche suggerimento, anche se un personaggio di tale stazza non ne ha certamente bisogno.

  4. Lo striscione…antisemita… di Livorno…Asportato venerdi alle 21.30…dagli stessi che lo avevano appeso..esponenti della sinistra radicale…varie fazioni..’ tanto abbiamo raggiunto lo scopo che ci eravamo prefissi…’ Anche il sindaco prima ..credo appartenesse alla sinistra radicale.
    Il Tirrenio da IC

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...