FANTASCIENZA? FORSE…

Primo gennaio 2016, ore 9
L’Iran sgancia una atomica tattica su Israele. Per fortuna il razzo non è molto preciso e la bomba esplode sull’estrema periferia di Tel Aviv. Ad una prima, sommaria, valutazione si calcola che le vittime possano ammontare a due, tre decine di migliaia.
Primo gennaio 2016, ore 11
Tutte le forze politiche italiane esprimono sdegno ed orrore per il brutale attentato terroristico. Giuliano Ferrara fa notare che non di terrorismo ma di guerra si tratta.
Due gennaio 2016, ore 10.
Il santo padre condanna l’inumano atto di violenza, invita i fedeli a pregare per le vittime ed esorta tutti a lavorare per la pace. “la pace è sempre possibile!” esclama.
Due gennaio 2016, ore 15.
A Roma grande corteo di solidarietà per le vittime del terrorismo. Migliaia di manifestanti marciano in silenzio, portano in mano dei lumini accesi. In testa al corteo un grande striscione: NO ALLA VIOLENZA, NO ALLO SCONTRO DI CIVILTA’.
Tre gennaio 2016, ore 10.
la direzione del PD approva un documento in cui si condanna il vile attentato terroristico e si invitano tutti i governi a non agire se non dietro esplicito mandato dell’ONU.
Tre Gennaio 2016, 0re 11.
La presidente della camera Laura Boldrini lancia a tutti un accorato invito a non confondere i terroristi criminali con l’Islam che è una religione di pace. Sul “Foglio” appare un articolo in cui si evidenzia che l’attacco nucleare è stato organizzato non da cellule terroristiche ma dal governo iraniano.
Tre gennaio 2016, ore 22.
Il governo iraniano dichiara di non aver ordinato alcun attacco nucleare. In un comunicato tuttavia sottolinea che questo attacco era da preventivare viste le continue provocazioni anti islamiche della entità sionista.
Tre gennaio 2016, ore 23,30.
Il leader israeliano Nattanyau in un messaggio alla nazione dichiara che sono possibili nuovi attacchi contro Israele e che lo stato ebraico è intenzionato ad evitarli con qualsiasi mezzo.
Quattro gennaio 2016, ore 4.
Il presidente Obama riesce a far approvare dal consiglio di sicurezza dell’ONU una ferma condanna dell’Iran. Nel documento tuttavia non si fa accenno ad azioni militari.
Quattro gennaio 2016, ore 5.
Il governo israeliano dichiara che Israele è pronto ad agire anche da solo.
Quattro gennaio 2016, dalle ore 7 in poi.
Niki Vendola lancia un accorato appello per la pace. “Una azione militare contro l’Iran aggiungerebbe solo morti ai morti” afferma con la voce rotta dall’emozione. Gli fa eco Laura Boldrini: “occorre spezzare la spirale della violenza, aprire la porta al dialogo”. Gianni Vattimo, Dario Fo ed altri 34 intellettuali firmano un appello per la pace in cui si mette in evidenza che la responsabilità dell’attacco va fatta risalire alla politica aggressiva, razzista, sciovinista e xenofoba dello stato di Israele. In un talk show serale Michele Santoro dice che sarebbe un gravissimo errore dimenticare, in questo tragico momento, i bambini uccisi a Gaza.
Cinque gennaio 2016, ore 8.
Beppe Grillo pubblica sul suo blog un lungo articolo dal titolo OCCORRE VEDERCI CHIARO. “L’attacco nucleare contro Tel Aviv favorisce la destra israeliana, inoltre sappiamo, da fonti sicure, che alcune multinazionali legate ad Israele stavano da tempo mettendo gli occhi sul petrolio iraniano. Da qualsiasi punto di vista si guardino le cose la conclusione è sempre la stessa: l’attacco fa il gioco di Israele. Non voglio lanciare accuse”, conclude Grillo, “ma tutti sappiamo quanto sia potente il Mossad…”
Cinque gennaio 2016, ore 10.
Parlando ad una TV locale Giulietto Chiesa fa una sconvolgente rivelazione. “Ho esaminato attentamente la forma del fungo atomico, mi sono consultato con un mio amico, eminente professore di fisica, e sono giunto alla conclusione che l’esplosione atomica non c’è mai stata. Si tratta con tutta evidenza della esplosione di alcuni quintali di tritolo. Chi li ha fatti esplodere? Di certo non l’Iran” Da successivi accertamenti risulterà che l’eminente professore di fisica era in realtà uno studente fuori corso della facoltà di chimica.
Sei gennaio 2016, ore 2.
Uno stormo di caccia bombardieri israeliani raggiunge, volando a bassa quota per sfuggire ai radar, gli impianti nucleari iraniani, li bombarda e li distrugge completamente. Nell’azione molti militari e civili iraniani perdono la vita. Il governo israeliano annuncia: “restiamo pronti a reagire con la massima fermezza ad ogni attacco”
Sei gennaio 2016, ore 10.
Il presidente Obama definisce “inopportuno ma comprensibile” l’attacco israeliano. La UE condanna l’azione israeliana che allontana la prospettiva di una pace equa. In Italia Massimo D’Alema dichiara che “nel suo stesso interesse Israele deve rinunciare ad ogni uso della forza.”
Sei gennaio 2016, ore 18
Filtra la notizia che la procura di Milano sta indagando. Pare che le azioni mediaset abbiano subito un rialzo nelle ore immediatamente successive alla esplosione nucleare. “I PM vogliono vederci chiaro” titola il fatto quotidiano in edizione straordinaria.
Sette gennaio 2016, ore 8 e successive.
In tutto il mondo mussulmano folle enormi manifestano contro la vile aggressione della entità sionista all’Iran. Vengono prese d’assalto chiese cattoliche, uccisi occidentali a caso, bruciate vive alcune suore, massacrati ebrei. Il papa ripete. “la pace è sempre possibile”.
Otto gennaio 2016, ore 10.
A Roma grande manifestazione pacifista contro il brutale attacco israeliano al popolo dell’Iran. Prende la parola, fra gli altri, Gad Lerner che afferma: “sono ebreo ma non posso non dirmi schifato dallo sciovinismo imperialista degli israeliani. Il vero nemico degli ebrei è oggi lo stato di Israele”. Al termine viene abbracciato da Moni Ovadia e Gianni Vattimo.

Fantascienza? Forse….
(rubato qui)

barbara

  1. Non sò come ci sono arrivato…cliccando sul pc. Ho visto immagini del popolo palestinese
    che festeggiava per le strade inneggiando a questo attacco.
    Poi ..un’ articolo di Fiamma Nierestein…come sempre l’ occidente sottovaluta la pericolosità dell’ Iran e in
    questa azione si constata come sempre.La piu’ grave.
    I palestinesi folli nell’ approvare gioiendo per questo attacco che se avverrebbe in maniera piu’ mirata colpirebbe anche loro.
    @..l’ articolo…frà. fantasia e un cero realismo. Perfetta ” foto degli attori ”.
    .

      • Loro credono nella provvidenza.
        Tra l’altro, quelli che stanno combattendo l’isis (i curdi in primis, ma anche altri), notano le lacune tecniche dei soldati, ovvero, sono fortissimi in attacco, ma gli manca tutto il resto. In un sito uno che studiava l’islam, ha scritto che i musulmani combattono secondo i dettami del corano (dove c’e scritto come attaccare, come torturare, come ingannare, ma non c’è scritto come difendersi dagli attacchi, battere in ritirata a parte, con lo svantaggio di perdersi le vergini)
        I musulmani si aspettano di vincere non perchè sono i più forti, ma perchè c’è scritto sul corano che vinceranno.

  2. Segnalo questo http://tinyurl.com/ppj4xmn
    Mi pare un non-OT, perché seguendo il filo del “ragionamento” di Heidegger, l’autoannientamento si può applicare anche alla questione mediorientale, nonché al rapporto islam-occidente, come «sommo compimento della tecnica» che, dopo aver usurato ogni cosa, consuma se stessa.
    L’articolo è da leggere anche perché, una volta tanto , la giornalista fa un buon lavoro.

    • Sì, Erasmo, non è una giornalista, ma è una grande amica di Gianni Vattimo, che di Heidegger è stato allievo e divulgatore del suo pensiero in Italia. Leggendo l’ articolo, la studiosa sembra distaccata. Fin troppo. Mai una parola di condanna. Oggi Informazione Corretta si pronuncerà, forse la assolverà, riconoscendole un buon lavoro come dici tu.

      • E’ la presidente – non ricordo se anche fondatrice – di una fondazione intitolata a Heidegger, di cui è grande ammiratrice. Grande amica di Vattimo, come ricorda Carla, e grande nemica di Israele e di chiunque si schieri a suo favore. Se IC la assolve gli vado a mettere una bomba.

      • Sono andata a vedere adesso cosa dice in merito Informazione Corretta… non la assolve… anzi la dichiara complice. Anche questo pezzo merita la lettura. Vai, Erasmo.

        • “Sarebbe questa forse, per la filosofia, l’occasione per pensare nella sua profondità abissale la Shoah.” Termina così il pezzo dell’ appassionata studiosa di Heidegger. La Shoah va capita insomma, o meglio, forse giustificata: della serie… c’è sempre un motivo. Ambigua, l’ amica del viscido Vattimo.

        • Mah, a me non sembra. Non del tutto per lo meno: si commenta la comprensione della Di Cesare nei confronti di Heidegger, che è perfettamente in linea con quella brutta persona che la signora ha sempre mostrato di essere.

    • No, Erasmo non leggere la newsletter di ieri.
      Vai nel sito e trovi l’ articolo di oggi ( articolo che trovi anche nel cartaceo- La Lettura- del Corriere) e la premessa di IC.

      • Eh, tipico del personaggio: quello che è successo agli ebrei è tutta colpa degli ebrei, tesi sostanzialmente ripresa dalla baldracca ebrea che prima si è fatta sbattere dal nazista, poi se ne è stata col culo al caldo e infine si è sentita in diritto di salire in cattedra e condannare severamente il comportamento degli ebrei nei ghetti. E che al processo Eichmann ha avuto come unica preoccupazione che Israele potesse strumentalizzare il personaggio e le sue azioni. Tutto un unico letamaio.

  3. Esplosione a parte, la mentalità dei “soliti noti” è quella.
    Poi, naturalmente, nel caso magari direbbero altre cose e in altro modo.
    Però è quella mentalità che potrebbe incoraggiare i “bombaroli”.
    Si spera peraltro che il sistema anti-missili occidentale (che ha messo in crisi la “Unione Sovietica”) sia in grado di valutare la direzione di crociera subito dopo il lancio e intervenire.
    Ma, in ogni caso, non si deve permettere a fanatici ayatollah di gestire certi giocattoli….

      • Si tratta di sapere se l’intercettazione avverrebbe ancora nello spazio aereo iraniano o, comunque, prima di raggiungere quello israeliano.
        Se questo fosse certo, non ci proverebbero.
        Ma ovviamente, ripeto, è molto meglio impedire che ne possano disporre.
        Il “metodo” è già stato usato in altra circostanza……….

        • Spazio aereo?! Le radiazioni di Cernobil sono arrivate in tutta Europa!!!! Su cosa poi gli invasati di Teheran siano disposti a provare o no, io davvero non metterei la mano sul fuoco. Va SEMPRE tenuto presente che la sopravvivenza degli iraniani non è fra le priorità degli ayatollah.

        • Qui c’è una pagina che spiega molto bene la mentalità islamica ed il terrorismo in generale (Illustrando le differenze tra terrorismi tipo IRA, Brigate Rosse and Co… e quello islamico)
          http://cronologia.leonardo.it/mondo49.htm

          C’è anche questa discussione (in inglese) che illustra bene la mentalità dei musulmani nei confronti dell’isis (qualcuno usa la taqiyya, e poi ci sono i soliti che danno la colpa dei mali del mondo ai sionisti, ma si tratta di una discussione tra musulmani, quindi…)
          http://comments.deviantart.com/1/483308809/3609804900
          In particolare un sostenitore del’isis dice:
          If the Islamic State is false then may Allah destroy it and if this is the khilafah based on nubuwwah as Rasul Allah S.a.w. said in his narration then may Allah strengthen it and help it destroy more of these artificial sykes-picott borders that keep Muslims separated.
          Cioè, in pratica se l’isis viene sconfitto, allora significa che è nel torto, altrimenti vuol dire che ha ragione. Mentalità semplicistica quella musulmana.
          .

    • Il video è estremamente realistico, e il problema non è solo quello – enorme – della carneficina che comunque verrebbe provocata in Israele, ma anche il fatto che da quel momento in poi l’Iran avrebbe in mano lo strumento per tenere sotto ricatto il mondo intero. Russia e America con la deterrenza reciproca sono riuscite a mantenere la pace per decenni, anche se la Russia non è mai stata una democrazia, perché le sue scelte erano comunque dettate dal proprio interesse e da un sano realismo, ma i criteri dell’Iran sono di tutt’altro genere. Ali Khamenei lo va ripetendo da almeno vent’anni: ci serve l’atomica perché dobbiamo distruggere Israele. Sappiamo che ce l’hanno anche loro e che risponderanno, ma loro al massimo potranno ammazzarne una decina di milioni di noi, e ce lo possiamo permettere, mentre noi con una bomba sola possiamo distruggere tutta Israele.

  4. Quel verme dell’ottavo giorno che ci tiene a premettere di essere ebreo, credendo così di dare autorevolezza alla sua opinione, secondo cui “…il vero nemico degli ebrei è oggi lo stato di Israele” non arriva a capire che i veri nemici degli ebrei sono gli ebrei come lui e Mona Ovadia. Provengono dallo stesso letamaio dal quale proveniva la baldracca menzionata da Barbara.

  5. Leggevo da wiki con traduttore dall’ebraico che al matrimonio con David Ben Gurion taluni parenti della moglie non intervennero perchè non approvavano il matrimonio della congiunta con un sionista!!!!! Penso che i suoi maggiori detrattori siano stati ebrei .

    • Vabbè, in tutte le famiglie c’è qualche antisionista, e in tutti i matrimoni c’è qualche parente che non interviene per questo o quel motivo. Quanto ai detrattori, se anche fossero stati tutti gli ebrei del pianeta, dubito fortemente che avrebbero potuto competere con centinaia di milioni di arabi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...