A YAD VASHEM

Anche nel mio ultimo viaggio in Israele, come sempre, era prevista la visita a Yad Vashem. Io avevo già deciso di non entrare: l’ho già fatto una volta, con enorme sofferenza, perché una volta è giusto farlo, ma non ritenevo opportuno ripetere l’esperienza. Per fortuna, dato che nessuno di noi era in Israele per la prima volta, parecchi altri erano nella mia stessa situazione, e così si è deciso, di comune accordo, che solo un piccolo gruppo – coloro che lo desideravano – sarebbe entrato a visitare il museo mentre il grosso del gruppo, insieme alla guida, avrebbe visitato altre cose all’esterno. Nel Giardino dei Giusti
Yad Vashem 1
Yad Vashem 2
Yad Vashem 3
Naama, la nostra guida, ha voluto proporci anche la sua storia personale. Questa è lei con la foto dei suoi “altri nonni”, cioè coloro che hanno salvato suo padre bambino
Yad Vashem 4
e qui ci sta mostrando una parte – solo una parte! – del risultato di quel salvataggio.
Yad Vashem 5

Perché “chi salva una vita salva il mondo intero” non è un modo di dire, un motto, un proverbio: è una realtà tangibile, documentabile e quotidianamente documentata.

barbara

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...