RACHITISMO

Il rachitismo è una grave e invalidante malattia delle ossa, che colpisce prevalentemente i bambini. Può determinare alterazioni del bacino (cosa che in passato ha provocato un alto tasso di mortalità tra puerpere e feti al momento del parto), asimmetrie del cranio, ritardo e deficit nella crescita, difetti nella struttura dei denti. Sintomo frequente è il dolore osseo, oltre a tutte le difficoltà che le malformazioni creano nella vita quotidiana.
La causa principale del rachitismo è di natura alimentare, ossia la carenza di vitamina D, responsabile dell’assorbimento del calcio nell’intestino e del suo fissaggio nelle ossa, carenza che nel bambino provoca appunto il rachitismo, e nell’adulto l’osteomalacia. La vitamina D si trova nei pesci grassi, nel latte e nei latticini, e nelle uova.
Fino a qualche decennio fa capitava abbastanza spesso, andando per strada, di poter godere dello spettacolo di questi esseri deformi, storti e contorti, che trascinavano faticosamente i loro miseri corpi. Poi è successo che l’accresciuto benessere (ah, il maledetto capitalismo!) ha messo a disposizione di un sempre crescente numero di persone cibi di origine animale, e il popolo vi si è sconsideratamente buttato sopra, facendo così sparire questo ameno fenomeno. Ma niente paura: grazie alla benemerita setta dei vegani, che allattano perfino i neonati col famigerato e puzzolente latte di soia, molto presto torneremo a godere dello spettacolo di gambe che formano cerchi pressoché perfetti (o parentesi contrapposte), corpi più contorti di un ulivo di montagna, piedi che non possono sorreggere il corpo, donne impossibilitate a partorire, bambini che non si possono toccare altrimenti attaccano a urlare dal dolore.

Parlando seriamente, io credo che i vegani, e soprattutto i propagandisti di questo delirio, andrebbero processati per crimini contro l’umanità: fra lo sterminio delle generazioni presenti e quello delle generazioni future, faccio davvero fatica a vedere differenze. O la galera, o il manicomio criminale, fate un po’ voi. L’importante è non lasciarli a piede libero (poi magari se hai un po’ di tempo vai anche qui)

veganamenti
barbara

  1. A renderli criminali bastano i loro propositi di uccidere altri esseri umani (noi, i cattivissimi mangiacadaveri), le risate che si fanno nell’udire la new sulla morte di un bambino figlio di non vegan, il loro godimento (talvolta) nell’apprendere della morte dei bambini ‘negretti’ africani, in quanto mangiacadaveri anche loro, e tante altre ‘altamente morali’ cosucce.

  2. Tanto,signora Barbara, se continua così, con la scomparsa delle altre specie per effetto della pressione antropica, ben presto pure il genere umano si scinderà darwinianamente in due grandi tronconi, come già fu per pesci, anfibi, terapsidi, rettili, uccelli, mammiferi: uomini che si nutriranno di vegetazione – di cui gli abitanti del pianeta Vega sono a pieno titolo gli antesignani – e uomini che si nutriranno di altri uomini. Io preferisco stare tra i secondi.

  3. In un passato piu’ o meno recente…per alcune malattie, cattiva alimentazione dovuta a
    a problemi economici il rachitismo era piu’ frequente.
    Ora arrivare a questo in paesi civilizzati mi sembra folle, incosciente…e da veri ignoranti
    irresponsabili specialmente quando …una semplice e sana dieta viene negata a dei minori per altre dettate dal loro sentire, dalla moda.

  4. Il capitalismo? E io che pensavo fossero la scienza e la tecnologia. Invece no, è il capitalismo! Immagino che nell’Inghilterra vittoriana, modello perfetto e ahimè rimpianto dei liberisti duri e puri, il benessere dilagasse.

      • Forse alludeva alla possibilità di autoprodursi il cibo attraverso le mitiche stampanti 3D modello M5S! In tal caso l’abietto liberismo sarebbe finalmente sconfitto una volta per tutte.

        P.S.: comunque nei paesi socialisti mica se la passavano gran che bene, eh!

        • A me dà fastidio questo manicheismo: o si è la Nord Corea o si è gli Stati Uniti. In un Paese civile due pasti al giorno dovrebbero essere garantiti a chiunque, come anche la sanità: per questo non posso definire gli Stati Uniti un paese civile. Ma questo non significa che sia un filo-nordcoreano. Un modello giusto sarebbe l’applicazione del capitalismo regolamentato, con un forte welfare,

        • Insomma, gli Usa son un paese incivile eh? Un capitalismo moderato? A saperlo che la soluzione era così ovvia e a portata di mano! Immagino che se non si è ancora concretizzata sia solo per la volontà di qualche lobby, dico giusto?

      • Di circolare il denaro è sempre circolato, anche durante il feudalesimo. Resta da vedere il numero delle mani in cui circola. Io pensavo che il miglioramento delle condizioni alimentari fosse dovuto al miglioramento delle tecniche agricole, di allevamento, alle scoperte mediche, ai mezzi di trasporto. Invece scopro che è tutto dovuto al capitalismo. Tutti quei poveri popoli dell’antichità: sarebbe bastato che adottassero il capitalismo e sarebbero in un botto diventati come noi.

        • Ehm no, durante il periodo feudale praticamente non circolava più moneta se non nei grossi centri urbani e i commerci in Europa erano praticamente inesistenti.
          Le innovazioni tecnologiche hanno vari costi (ricerca e sviluppo, applicazione, gestione dei rischi ecc) e perciò serve chi investa e rischi per portare benefici a sé e in ricaduta agli altri. Per questo serve il mercato e il capitale. Separare le due cose vuol dire statalismo e si è già visto che non funziona

  5. Se non si è concretizzata è perchè chi ha un patrimonio da 5 miliardi di dollari fa di tutto per riuscire ad averne 7. In una società normale di quei 5 miliardi 2 andrebbero destinati a garantire un tetto e 2 pasti al giorno a chi non può permetterseli. Paesi civili sono i paesi scandinavi, la Germania, gli Stati Uniti non di certo. Se ti sembra civile un Paese dove un ragazzo di 20 anni muore di peritonite perchè non è assicurato e nessuno gli pratica un’appendicectomia fai pure. Ah ma hanno la Borsa più grande del mondo! Vuoi mettere?

    • Ma la Germania e i paesi del nord non sono i tiranni d’Europa? Coloro che approfittano dell’Euro per dettare legge e affamare le nazioni come la Grecia? Ora son diventati modelli? Non sono paesi capitalisti?Non hanno banche e borse pure loro? Mannaggia a ‘sti yankees! E che dovremmo fare secondo te per riequilibrare la situazione mondiale?

      • Il loro modello è un’economia di mercato equilibrata da un forte stato sociale, sono lontani anni luce dagli Stati Uniti. Il capitalismo nudo e crudo, non equilibrato da un forte welfare, è la legge della giungla. Gli Stati Uniti inoltre hanno tutta una serie di privilegi che derivano dal fatto di avere il dollaro come moneta centrale negli scambi mondiali e di essere una superpotenza. Il capitalismo nudo e crudo se non sei gli Stati Uniti non è l’Europa ma è il Messico, è Haiti.

        • Mon Dieu, ancora con il modello di socialdemocrazia scandinava (che poi vuol dire Svezia, visto che la Norvegia tira avanti col petrolio come gli Emirati, e in Danimarca c’è il centro-destra al governo). Ma com’è che, se la soluzione è imitare la Svezia, non ci aveva ancora pensato nessuno?

      • Non sono d’accordo col welfare modello scandinavo, perchè oltre ai poveri ci sono anche quelli che mangiano a sbaffo (e tra i mangiatori a sbaffo, oltre agli aitanti giovinetti che arrivano coi barconi vi sono alcuni nativi lazzaroni, che non lavorano non perchè non trovano lavoro, ma per scelta. Su YT una ragazza NORVEGESE ha scritto, vantandosi che lei non lavorava, perchè tanto lo stato le dava i soldi. E grazie al welfare aveva TRE auto). Mio fratello mi ha detto che il Canada anche è pieno di lazzaroni.
        Per me il welfare dovrebbe essere giusto il minimo sindacabile (questo per l’appunto scoraggerebbe i lazzaroni, che vogliono tutto e gratis)

        Per gli ospedali credo si dovrebbe fare un misto. Per una parte dovrebbero esser pagati dallo stato (con qualcosina di più per chi è stato certificato che non può permettersi le cure), mentre una parte dovrebbe esser pagata dal paziente.

  6. Infatti, checchè se ne dica, almeno in Europa, (nel paradiso in terra americano non saprei) le più grandi scoperte non avvengono certo nei laboratori privati, ma nelle università. La ricerca scientifica avanza indipendentemente dalle applicazioni pratiche e/o industriali che una scoperta può avere. Basta selezionare i migliori ricercatori e mettere a loro disposizione fondi adeguati, e le scoperte vengono da sè. L’industria poi pensa a come rendere redditizie quelle scoperte, ma subordinare le scoperte scientifiche alla loro applicazione pratica è la morte del metodo scientifico. I matematici non studiano pensando ai computer e ai fondi pensione che useranno le loro formule, seguono le loro intuizioni e le sviluppano. Quel che tu auspichi, e che avviene per esempio a livello farmaceutico, porta a investire miliardi nella ricerca di creme anti-cellulite, e qualche milione (se va bene) nella ricerca di farmaci ani-malarici. Se abbiamo un certo tenore di vita lo dobbiamo alle ottime università europee e alle menti geniali che vi hanno lavorato nei secoli, non certo al sistema capitalista.

    • E come possiamo risolvere il problema con questi americani insomma? Mica gli possiamo far fare il bello e il cattivo tempo a loro piacimento eh? Poi ci dimentichiamo dei cinesi. E con loro come la mettiamo? E i russi? Anche questi col welfare mica stan messi bene eh!

      • Ok, se vuole crogiolarsi facendo il troll e facendomi passare per un grillino analfabeta, la lascio divertire? Cos’è? Colto in castagna col discorso delle “innovazioni scientifiche merito delle industrie” e non sa che dire?

        • Beh, non esiste mica solo l’innovazione tecnologica derivante dal pubblico e qualcuno i soldi dovrà pur metterceli. Certo mi rendo conto che il denaro è pur sempre li sterco del demonio ma se qualcuno produce creme anti cellulite sarà perché c’è chi gliele chiede no? Poi mi pare che esistano anche un sacco di case farmaceutiche europee e che non tutte producano salva vita. Non so se è grillino o analfabeta (il ricorso alla retorica ed al luogo comune non le difetta però), è solo che argomenta in modo molto confuso e si fa fatica a starle dietro.

  7. Sento puzza di ideologia… Questi americani… il male assoluto, origine di tutti i mali. Remsey, mi raccomando non beva più Coca Cola. Sia coerente, che di ipocriti in casa nostra ne abbiamo a iosa!

    • Ho solamente detto che un Paese che è la più grande potenza industriale ed economica del mondo in cui una parte consistente della popolazione vive in miseria e in cui si può morire di peritonite perchè lo stato non ti garantisce un intervento chirurgico di routine se non puoi pagartelo, non può essere considerato un Paese civile. Non ho detto che gli Stati Uniti sono l’origine di tutti i mali del mondo. D’altra parte esistono Paesi molto meno potenti industrialmente ed economicamente in cui nessuno muore di fame e di peritonite perchè non può pagarsi un intervento chirurgico di routine, e non sono Paesi socialisti. Quelli per me sono Paesi civili.

      • Nessuno sta dicendo che Gli Stati Uniti siano la democrazia perfetta, l’ Eden su questa terra, ma affermare che non sia un paese civile ce ne passa… Hai elencato solo cose negative. E questo non è buon punto di partenza per un discorso serio ed equilibrato.

    • Gli antiamericani ne comprano e ne usano, di prodotti americani, spesso ne fanno sfoggio. E anche se non comprano dalle marche più note, penso che sui loro computer LINUS (perchè per loro usare Linus equivale ad essere anticapitalisti) fanno girare videogames made in U.S.A. acquistati tramite Steam. E ne guarderano così di film americani.

  8. A proposito di sterco del diavolo, vi segnalo nel blog Secondo Giovanni un post di ieri: LO STERCO DEL DEMONIO. E’ un po’ lunghetto, ma interessante come lo sono sempre i testi di questo blogger.

  9. Io sapevo che la vitamina D dipende soprattutto dall’esposizione al sole(infatti avevo letto che il rachitismo è ancora diffuso in quei paesi islamici in cui le donne indossano il velo integrale), e solo in minima parte dal cibo, Se uno non si espone mai al sole, mangiare pesce o uova(che sono gli unici cibi che contengono vitamina d) non basta, perlomeno non basta con la frequenza con cui si mangia il pesce in Italia(1-2 volte a settimana), gli eschimesi che per motivi geografici non hanno abbastanza raggi UVB per produrre vitamina D dal sole, mangiano quantità di pesce enormi rispetto a noi.

    Quindi se è vero che il rachitismo è un problema in aumento tra i bambini italiani, non credo che dipenda dall’alimentazione vegetariana o vegana, quanto piuttosto dal fatto che i bambini di oggi stanno sempre in casa e in luoghi chiusi, e passano pochissimo tempo all’aria aperta!
    E quelle poche volte che vanno al mare o che giocano sotto il sole estivo, vengono cosparsi di creme protettive, che inibiscono la produzione cutanea di vitamina d

    La dieta vegana può causare tante altre carenze suciramente pericolose per i bambini(vitamina B12, zinco, ferro, calcio, colina ecc..) ma non credo che c’entri molto con la vitamina d

  10. io sono vegetariano e non vegano, quindi spero di non rientrare tra le persone demonizzate da Barbara. Comunque ho letto il parere di un dietologo, secondo il quale un bambino nel primo anno di vita può rinunciare a carne e pesce, ma non ai latticini; un altro che afferma che anche la dieta vegana va bene, ma che va tassativamente seguita da un dietologo preparato sul “veganesimo”, e che in Italia sono pochi. Quindi non mi pronuncio su ciò che non conosco, dico che io, che bambino non lo sono da un pezzo, sono ben contento, quando penso all’atrocità dei macelli, di non mangiare più carne né pesce. Che poi io gioisca se un “carnivoro”, magari un bambino, muore, è follia solo il pensarlo

    • Ma tra i vegetariani ed i vegani c’è un abisso colossale.
      I vegetariani non si chiudono a setta come fanno i vegani, escono con gli amici di sempre, si divertono con gli amici di sempre, frequentano le persone sulla base della compatibilità caratteriale, non dell’alimentazione. L’unica differenza è che se li inviti a mangiare, il massimo che ti dicono è ‘per me niente carne, grazie’

    • anche la dieta vegana va bene, ma che va tassativamente seguita da un dietologo preparato sul “veganesimo”
      Cioè dici che uno psicopatico, per restare sano, deve essere tassativamente seguito da uno psicopatico? Capisco…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...