A SAN COLOMBANO IL TEATRINO DEI BOICOTTATORI CONTINUA

Sul quotidiano Il cittadino il 2 ottobre è stato pubblicato un articolo firmato “Coordinamento BDS Lombardia” (già, non una semplice lettera: loro possono permettersi di farsi pubblicare articoli – e poi quelli della potentissima lobby saremmo noi!) che potete leggere qui Il Cittadino 2.10.2015 Coordinamento BDS Lombardia
Quella che segue è la lettera che, in quanto persona chiamata direttamente in causa, ho inviato al giornale. Staremo a vedere se verrà pubblicata.

Buon giorno. Io sono quella tale “una certa Barbara”, citata nell’articolo firmato “Coordinamento BDS Lombardia”, e in quanto persona chiamata in causa vorrei fare alcune precisazioni.
È scritto nell’articolo: “Definire l’ISM un movimento terroristico come scritto da una certa Barbara”. Falso, anzi, doppiamente falso: primo, non ho scritto “movimento terroristico” bensì “organizzazione pesantemente collusa col terrorismo”; secondo, non l’ho affermato, bensì DOCUMENTATO, linkando un documento in cui gli stretti legami tra ISM e terrorismo sono dimostrati con fatti e foto, come chiunque può verificare, essendo stato riportato nell’articolo il link al mio post. Se io fossi tipo che, come i signori firmatari dell’articolo, si diletta a minacciare querele, non so se ne sia più passibile io per avere documentato un fatto o i suddetti signori per avermi accusata di dichiarazioni rispondenti al falso.
“Accusare Vittorio Fera, membro dell’ISM, di essere un contestatore di professione”: giusto per amor di precisione, ho scritto “professionista della provocazione”, che non è un’accusa, bensì una constatazione: essendo il signor Fera sempre in giro a partecipare a manifestazioni di ogni sorta, e dovendo, presumibilmente, anche lui mangiare, e non avendo, evidentemente, tempo di esercitare altre professioni, è chiaro che la sua professione è quella – come lui stesso del resto, in almeno una occasione a me nota, ha apertamente ammesso.
“Ribaltare completamente i fatti accaduti a Nabi Saleh”: nel post in questione ho linkato una documentazione completa dei “fatti accaduti a Nabi Saleh”, che dimostra inequivocabilmente che al soldato israeliano è stata tesa un’imboscata (e la cui moderazione nel reagire e gestire la situazione è stata ammirata da tutta la stampa araba, ma questo si preferisce ignorarlo, vero?). Il ribaltamento dei fatti è stato invece operato dalla propaganda palestinese e filopalestinese, operando un’accurata selezione delle immagini disponibili, per far loro dimostrare ciò che faceva comodo dimostrare.
“Nei Territori Palestinesi Occupati”: chi conosca la storia e la legislazione internazionale sa perfettamente che quei territori (Giudea e Samaria in italiano, Yehuda ve Shomrom in ebraico, Yahud was Samara in arabo) non sono mai stati palestinesi, e non sono, in base a nessuna norma di diritto internazionale – se non quello inventato dalla propaganda anti-israeliana – occupati. Inventare nomi e leggi non aiuta ad avvicinare alla pace.
“Un ragazzino di 12 anni col braccio ingessato” che ogni tanto si confonde ed esce col gesso infilato nell’altro braccio, come documentato da alcune foto.
“Furto di terra e sorgenti d’acqua degli abitanti autoctoni a favore dei coloni che vivono illegalmente, secondo il diritto internazionale, su quella terra occupata”: devo parzialmente ripetere quanto scritto sopra: l’unico furto di terra (e di acqua) è quello perpetrato dagli arabi immigrati ai danni degli ebrei, che su quella terra, secondo il diritto internazionale, vivono legalmente – e su questo non perderò tempo a fornire documentazioni: chi le vuole trovare non avrà difficoltà a trovarle.
Tralascio, perché non intendo dare a questa lettera le dimensioni dell’Enciclopedia Britannica, come avverrebbe se provvedessi a contestare ogni inesattezza, tutta una serie di affermazioni per arrivare a “prendono una posizione molto forte contro l’antisemitismo, l’islamofobia e il sionismo”: per la serie il diavolo fa le pentole ma non i coperchi. A parte il fatto che non ricordo prese di posizione dell’ISM contro l’antisemitismo – ma forse mi sono distratta, e sarò grata ai signori BDS se vorranno gentilmente rinfrescarmi la memoria – sembrerebbe che questi signori ignorino totalmente il significato del termine “sionismo”. Oppure lo conoscono ma fingono di ignorarlo perché ciò è più utile alla “causa”. Perché sionismo significa, semplicemente, esistenza dello stato di Israele, nient’altro che questo. E “prendere una posizione molto forte contro il sionismo” significa, semplicemente, auspicare “molto fortemente” la cancellazione di Israele, nient’altro che questo. E arrivati a questo punto, tutto il resto diventa dettaglio senza importanza, su cui non vale la pena di perdere tempo a discutere.
Cordialmente
barbara mella

Chi può, chi ha tempo, chi ha voglia, chi dispone di qualche argomento, aggiunga il proprio contributo e scriva. Grazie

barbara

AGGIORNAMENTO: lettera pubblicata! Il Cittadino 7.10.2015

  1. La gente! Cosi erudita ascolta, e poi ripete termini e fatti senza vagliare quello che pensa
    o dice .Meglio appurare, non restare nel passivo. E’ un fare che ne è ricca la storia, il popolino segue una linea senza usare quella parte che dovrebbe distinguerlo dagli animali…elaborare un pensiero intelligente.
    Invece spesso spara discorsi” cazzate !” perchè non sà quello che dice ..ripete e basta.
    Poi. quelli che sanno, in perfetta malafede seguono la loro corrente di pensiero fino
    a falsare la realtà.
    La televisione…canale hanno detto..” conoscendo la realtà dei fatti…” mi venne da rispondere…Non si può ascoltare prendendo per vero tutto quello che dicono…la notizia và presa con le molle.Và recepita con intelligenza vagliandone la verità dei fatti.
    Ti posso dire…che le cose vanno cosi..usano la notizia rielaborandola sui propi gusti.
    in cerca di fare notizia.

    Barbara! Non sanno ?…bene chi è. Non spara cazzate cosi a vanvera ha un forte bagaglio di conoscenze specifiche da schiacciarli . Non convinti continuano..continueranno ad annaspare come oche impazzite nel loro odio fatto di antisemitismo e basta.La sostanza è questa.

  2. I farlocchi pallestinisti passano tanto tempo tra di loro (non solo nelle loro combriccole, ma anche sul lavoro, se per caso ne hanno uno, nel tempo libero, in famiglia) da non riuscire più a capire quanto risulti patetica, la loro pretesa di nascondere l’evidenza, tra gente che ha un normale rapporto con la realtà. E’ divertente assistere alle loro reazioni di rabbia, ma innanzitutto di sconcerto, quando realizzano che le loro parole d’ordine non ricevono mai le risposte programmate, al di fuori delle loro caserme.

    • Non sarei mica così ottimista, sai: sono quindici anni che ho a che fare con questa gente e, credimi, sono ben addestrati nello spostare il discorso quando proponi documenti che non sono in frado di confutare, o nel prenderti per stanchezza ripetendo come un disco rotto sempre gli stessi mantra – occupazione, illegalità, apartheid, pulizia etnica, furto di terra, furto di acqua… – e quando anche tutto questo fallisse, resta sempre la risorsa della violenza, irruzioni in teatri piazze università impedendo con la forza lo svolgimento di spettacoli conferenze e qualunque cosa abbia a che fare con Israele.

      • Barbara, è cosi hai descritto in maniera chiara i comportamenti ” degli ossessivi nemici di Israele ad ogni costo . ” Sempre colpevole!

        Ne ho già accennato un’ altra volta….
        Generalmente ho un comportamento controllato, ma quando sento aria di ingiustizie non reggo, per cui si avviarono accese discussioni…fino a meravigliarmi di come riuscivo a controbattere usando anche dei termini che
        generalmente non uso e esponendo argomenti che ignoravano . Potrei dire di avere avuto la meglio…visto le risposte ” molto iraconde della femmina”..le dissi
        fai prima a dire che sei antisemita e con livore rispose..” si lo sono!”
        Il maschio…non ce l’ ho con gli ebrei, ma con Israele…” guarda sono la stessa cosa”….e poi la ripresa..” DEL MANTRA ” Finiscila! Stai ripetendo le cose ascoltate. e poi non è cosi.
        L’ altra…non meritava molto di piu’ della risposta della pagina di FB…dove era
        la star..Anche immagini in missione .. Fuggito da quelle pagine.
        Non servirà a molto ma è un modo di fare qualcosa ribellandoci alle ingiustizie
        altamente indigeste. Espongo il mio pensiero, forse non porterà a niente ma il
        restare in silenzio verrebbe meno al valore di certi miei ideali.
        A volte può bastare una risposta breve,secca e chiara se l’ interlocutore ha una certa
        apertura mentale può arrivare a vagliare argomenti dei quali può essere stato
        ascoltatore passivo come avviene quasi sempre.

  3. Sai cosa ho notato? Che i famosi piani per la conquista del mondo, per il lavaggio del cervellpo mondiale, per l’impoverimento delle masse ecc ecc sono ‘portati avanti’ proprio da coloro che li ‘denunciano’, i complottisti stessi.

    In particolare i loro amati nazisti (quelli originali, guidati da Hitler). Il regime nazista era simile in tutto e per tutto al cosidetto ‘regime sionista’ descritto dai complottisti neo-nazisti.

    Poi ci sono gli islamici, ma loro sono più del tipo ‘dobbiamo comandare noi, ma finchè ci sono gli altri(gli ebrei, ma anche tutti gli altri infedeli) non possiamo farlo, perciò dobbiamo uccidere i nemici e distruggere tutto ciò che hanno costruito’.

    secondo me lo ignorano il reale significato di ‘sionismo’.
    I nazisti l’avranno travisato di proposito, ma chi è caduto nella rete islamonazi lo ignora, il reale significato.

    • Sì, è una proiezione totale di tutti i loro peggiori pensieri: meditano lo sterminio degli ebrei e accusano gli ebrei di progettare il loro sterminio, rubano l’acqua a man bassa e accusano Israele di volerli fare morire di sete, hanno invaso il territorio in massa e accusano i “sionisti” di avere invaso il “loro” territorio…

  4. Cristallina e encomiabile – com’è del resto nel tuo stile – la tua risposta al Cittadino.
    Il problema dei filo-palestinesi affonda le sue radici nell’ignoranza (soprattutto odio) della storia di Israele, e ciò include specularmente, anche l’ignoranza sui palestinesi. I filo-palestinesi non hanno ben capito che in diversi paesi arabi i palestinesi NON godono di alcun diritto e vivono come apolidi in campi riservati ai profughi. Ciò mostra quanto siano amati dai loro stessi confratelli.
    Nel Corano coloro che oggi vogliono chiamarsi palestinesi non sono neppure nominati: semplicemente NON esistevano. La pretesa palestinista che la terra d’Israele fosse stata la loro è assolutamente contraria non solo alla storia ma alla stessa storia islamica.
    Il medesimo nome arabo “Falastin” che i “pallestinesi” usano per la terra EBRAICA deriva da quello latino dato dai romani, e non dall’arabo.
    La loro misera e breve storia, motivata solo dall’odio verso il popolo di D-o e dalla ruberia della terra è iniziata nel 1967 (intendo quella odierna).
    Ma questi sono solo dei sintetici passaggi.
    Era solo per affermare una cosa: se un antisemita e antisionista vuole davvero parlare di Israele, per favore, PRIMA si prenda in mano un libro di storia e il Corano. Bastano quindici minuti. Più o meno.
    (anche se, sono convinta, costoro lo sanno, ma hanno in cuore di distruggere il vero popolo che D-o ha formato. Ma Zaccaria rassicura il suo popolo, amato da D-o con amore eterno: “chi tocca voi, tocca la pupilla dell’occhio mio.”
    Forte e chiaro, eh?

    Persistono coi loro mantra perché non sanno più che cosa inventarsi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...