LA FIERA DELL’IPOCRISIA

Dell’idiozia. Del più miserabile e imbelle buonismo calabraghista.
perché
Ce lo meritiamo, sì, ce lo meritiamo davvero di perdere questa guerra che ci riporterà all’età della pietra. E mi raccomando, non dimenticatevi i gessetti.

barbara

 

  1. Pensierino scolastico…aforismi di scarsa consistenza..
    Adesso non resta che risolvere il problema creatosi ed ingigantitosi nel tempo divenendo
    ingestibile.
    La grande famiglia multietnica và gestita con maggiore autorevolezza, il buonismo porta
    a perdere nel tempo il controllo serio di quello che vorrebbero, ma non è.Fra i suoi componenti vi sono sempre quelli piu’ recalcitranti e bellicosi che per cultura sono pronti
    a manifestare le loro ideologie ..molto lontane da un sano vivere in paesi democratici e liberali e sempre con le modalità piu’ consone a loro..la violenza in tutte le sue manifestazioni.
    Nel tempo vi sono state delle avvisaglie che dovevano essere sentite come campanelli di
    allarme. Adesso è duro e i risultati si vedono dimostrando le scarse capacità gestionali
    dei capi di stato..con i loro contorni.
    L’ etnia piu’ pericolosa che è stata accolta e troppo spesso coccolata e anche giustificata
    per il loro agire. E come sempre…il volere colpire poi Israele! La tipologia è la stessa dei
    loro confinanti..

  2. Ho letto nei giorni scorsi questo articolo qua: https://www.ict.org.il/Article/1595/Islamic-Radicalization-In-Belgium (in fondo c’e’ il link al .pdf completo). Notevole, obiettivo, mi ha aperto un mondo.
    Io non penso che TUTTI gli islamici siano cattivi, ma e’ un dato di fatto che quelli fanatici, in certe condizioni ambientali, riescono a raggruppare attorno a se una quantita’ di persone inimmaginabile almeno per me.
    Interessante anche questo rapporto: http://soufangroup.com/wp-content/uploads/2015/12/TSG_ForeignFightersUpdate3.pdf.

    • Il punto sono le moschee: sono organizzate in funzione della radicalizzazione. Ci sono quelli che arrivano qui mandati con una missione precisa, e ci sono quelli che arrivano in cerca di lavoro o altro. Non conoscono nessuno, non hanno agganci e si rivolgono alle moschee, e qui viene insegnato loro che NON devono integrarsi, NON devono imparare la lingua se non quel minimo indispensabile, NON devono prendere nessuna delle nostre abitudini perché noi siamo il demonio e li portiamo alla perdizione. Questa è la prima parte, poi viene il resto. L’ebreo più fanatico, il cristiano più fanatico possono avere il terrore di trasgredire la più piccola regola, ma non pensano che per avere la salvezza eterna sia necessario uccidere te vecchio peccatore miscredente; il musulmano fanatizzato sì (ricorda quello a Parigi che è rientrato correndo nel suo condominio urlando a squarciagola “andrò in paradiso! andrò in paradiso! ho ammazzato il mio ebreo!”)

    • Mi mandano in bestia i deficienti che chiedono ostentatamente il perché di qualcosa che sta davanti ai nostri occhi chiara come il sole da almeno un quarto di secolo, come ti chiederesti il perché di una catastrofe naturale, di un vulcano che esplode, di un uragano che devasta la costa: io sono un bambino buono, perché il Signore mi ha mandato questo castigo?

  3. Cher mi ha dato fastidio è stata anche la propaganda politica verso i bambini dopo gli attentati dell’isis a Parigi, con i messaggi ‘non ho paura’
    I bambini manco sanno cos’è l’isis, e di certio se gli parli di islamismo non capiscono cosa vuol dire, hanno a malapena il concetto che esistono stati stranieri (quando ero piccola credevo che esisteva solo la lingua italiana, e quando mi sono imbattuta nei primi stranieri, i tedeschi, ho creduto che nel mondo si parlava italiano (in italia e in ticino) e tedesco (nel resto del mondo).
    Gli unici che possono affermare di non aver paura dell’isis sono quelli che lo affrontano o/e lo combattono.

    • Fanno cascare le palle anche quelli che proclamano fieramente “non cambieremo le nostre abitudini”. Beh, una volta c’era l’abitudine di andare, per turismo, in Afghanistan, in Pakistan, nello Yemen, nel Sahara, in Siria, in Iraq… Che ci vadano adesso, sti coglioni.

      • Noi non cambieremo le nostre abitudini, però no, la minigonna no, sai, ci sono quei barbuti che potrebbero offendersi, e sapete, oggi comincia il ramadam quindi meglio che anzichè andare al ristorante mi faccio recapitare il cibo a casa, altrimenti i musulmani si offendono.

        Ecco come le abitudini non cambiano.

        • si tratterebbe di scegliere che tipo di islam finanziare,in contrapposizione a quello finanziato dgli emirati…e perseguire con forza tutti i collegamenti con l’islam più marcatamente esclusivo,nn ci si può aspettare che le moschee finanziate dai jihadisti insegnino la moderazione,l’integrazione o altro,la secolarizzazione dell’islam va spinta su più fronti anche finanziandola.

        • E l’islam da finanziare lo individui come, considerando che la taqiya verso gli infedeli è un obbligo coranico? Secolarizzazione dell’islam desiderata da chi, all’interno dell’islam? E fai concorrenza ai miliardi di dollari dell’Arabia Saudita con l’8 per mille? Guarda che lassù fa freddo e ci sono brutte correnti d’aria, vedi di tornare a terra, che è meglio.

        • le tue obiezioni sono valdissime,ma obiettivamente anche se minoritario un islam secolarizzato esiste,e tra le tante strategie,perchè no?
          tra l’altro la mancanza di un’autorità suprema dell’Islam consentirebbe di stabilire regole per l’accesso al finanziamento (che ricordo cmq che trattasi di 8 per mille volontario)strettamente legato all’esigenza di selezionare un’espressione religiosa da un altra ed al limite rendendo possibile l’autodenuncia di queste realtà….dico che potrebbe essere uno strumento,e come per tutti gli strumenti ne va valutato l’uso…se li dai ha pioggia nn serve a nulla ma, in fondo neppure loro si fanno in quattro per ottenerlo!

        • Esistono musulmani secolarizzati come esistono cattolici che non vanno a messa ed ebrei che non digiunano a kippur, ma “islam secolarizzato” è un autentico ossimoro, come lo sarebbe “cattolicesimo pro amore libero” o “ebraismo pro crudo di San Daniele” o “pro lardo di Colonnata”. L’otto per mille è volontario? Certo: e vogliamo provare a indovinare chi è che lo darebbe per l’islam? E la mancanza di un’autorità suprema è esattamente ciò che fa sì che possano prendere il predominio e dettare legge i più violenti, non essendoci un’autorità superiore riconosciuta a scomunicare chi sgozza i neonati.
          Ribadisco: torna a terra ragazzo.

        • anch’io penso che sia impossibile,ma solo perché noi nn ragioniamo così…volendo investire risorse come gli emirati hanno fatto in trent’anni(con la ns complicità) lo secolarizzi e crei anche l’autorità suprema….in fondo è quello che è accaduto alle altre religioni monoteiste

        • L’islam NON è una “delle altre religioni monoteiste”: l’islam è un sistema politico-religioso totalitario e totalizzante che NON contempla la secolarizzazione. Stai costruendo le tue fantasie semplicemente sul nulla.

        • Se l’islam era destinato alla secolarizzazione, a quest’ora sarebbero messi molto meglio, e anche in caso di arretratezza su alcune cose, i progressi sarebbero comunque verificabili tramite i libri di scuola, e i jihadisti sarebbero tutti messi alla gogna. Ma l’islam ha avuto solo periodi di esaltamento e jihad a gogo con relativa espansione, alternati a periodi di resa e stallo. La ‘cultura’ è la stessa di 1400 anni fa.

        • Se poi ci sono dei musulmani un pò diversi, ci sta. testimonianze di gente che ha fatto del bene (come lo intende il resto del mondo), che ha aiutato gente indipendentemente dalla religione o che si batte contro l’islamizzazione ci sono testimonianze. Ma gli eroi si contano sulle dita di una mano. Letteralmente, non in senso figurato.

        • E comunque, indipendentemente dal numero, sono persone che rappresentano unicamente se stesse, NON l’islam. Anzi, sono a tutti gli effetti traditori dell’islam, dato che il corano vieta di fare amicizia con cristiani ed ebrei e di concludere affari o accordi con loro.

        • E non solo: siamo venuti a sapere per bocca dell’islam moderato che il corano vieta ai fedeli di pregare per le infedeli vittime delle stragi. Affanculo, altro che 8 per mille!

        • Ah già, è vero, c’è anche questa, grazie per averlo ricordato.
          Ricordo una discussione in un forum o blog, quando hanno ammazzato Arrigoni, chiaramente martire dei sionisti, anche se lo avevano ammazzato loro, e uno dice speriamo che sia in paradiso e un altro inorridito, come puoi dire una simile bestialità, un infedele in paradiso?! E quello: no, mi sono espresso male, ci mancherebbe che auspicassi la presenza di un infedele in paradiso! Volevo dire che spero che un attimo prima di morire abbia visto la luce e abbia recitato la shahada e sia quindi morto da musulmano.
          Ovvio quindi che, essendo i morti infedeli tutti all’inferno, pregare per loro sarebbe blasfemia pura.

        • l’islam è una religione monoteista….come le altre,è una prerogativa delle religioni monoteiste fare guerre di religione,se un giorno vedrò “la luce” e crederò in qualcosa sono abbastanza sicuro saranno Zeus,Apollo,Afrodite e Diana o forse mi va di culo e mi trovo gli dei Norreni e ci facciamo un gran finale coi fiocchi,eh?

        • La nostra tragedia è esattamente questa: la convinzione che l’islam sia una religione monoteista come l’ebraismo e il cristianesimo. Fino a quando questa folle convinzione continuerà a dominare le menti, continueremo a prenderlo nel culo.

        • Chi ha detto che solo le regligioni monoteiste fanno o han fatto guerre? Anche gli indù, le tribù africane (che quasi sicuramente erano politeiste) i nativi americani (loro in particolare avevano la cultura della guerra probabilmente legata al loro credo, ed erano politeisti), e persino quelli che son sempre santificati, gli atei.
          In realtà a fare le guerre per imporre la propria idea è da idioti. Il problema è che la guerra è uno dei punti cardine dell’islam (essondo stato, il pedofilo stesso, un guerraiolo).

        • GeertWilders4president,,ho detto “nn fanno guerre di religione”,nn ho detto che nn fanno guerre,per la semplice ragione che nn esiste il presupposto logico per una guerra di religione….per quello che riguarda l’essere una religione di guerra,quella Norrena prevedeva una mattanza come unico scopo dell’universo,fa un po’ te!
          Prof.magari è che finora nessuno ha trattato l’islam come le altre religioni monoteiste…invece di lasciarla in mano a dei pecorai,ancorchè arricchiti.
          e cmq è un parere,mica cerco proseliti.ciao

        • No, qui sei proprio totalmente fuori bersaglio: finora TUTTI hanno trattato l’islam come se fosse una religione monoteistica come le altre, ed è per questo, esattamente per questo che gli si è lasciato conquistare mezza Asia e mezza Africa e grossi pezzi di Europa fino alla Reconquista spagnola e Vienna eccetera. Questo è il motivo per cui ce lo stanno mettendo nel culo di santa ragione e noi di santa ragione ce lo prendiamo. Il giorno in cui ci decideremo a prendere atto che l’islam è tutto tranne che una religione monoteistica come le altre, forse ci sarà qualche speranza di salvezza.

        • guarda che sbagli tu,quello che all’islam concediamo come normale per le altre religioni monoteiste è stato relegato a settarismo,concediamo lo status di religione a ciò che per gli altri monoteismi sarebbe oscurantismo,fanatismo.
          Accettiamo come interlocutori qualunque tipo di autorità religiosa,quando con la chiesa cattolica in 2000 anni le autorità infiltravano pesantemente ruoli di comando posti di potere,indirizzando,smorzando,muovendo,aizzando…con l’islam nn lo facciamo perchè è una religione loro.
          perche?
          cos’à di diverso?
          perche questo trattamento “di favore”?
          Non lo so,ma di sicuro nn ci comportiamo come con le altre religioni.
          persino le religioni orientali stiamo”aggiustando” a ns immagine,ma l’Islam va lasciato intonso,bah!

  4. Che poi guarda, senza nemmeno volerlo, stamattina ho avuto la malaugurata idea di sfogliare l’ultimo Venerdì di Repubblica, e sono incappata in un articolo su tutto quello che Arabia Saudita, Qatar e C. si stanno comprando in Italia. Lo sapevo già, però… Se me lo risparmiavo, stamattina… Naturalmente in toni entusiastici… C’è la crisi: finalmente qualcuno con tanti tanti soldi investe in Italia. Ambè…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...