PER ADESSO IN FRANCIA

Ma vedrete che prima o poi avremo anche noi il privilegio di godere di questi spettacoli generosamente offerti da parte delle nostre risorse (che comunque già adesso, tra proteste per il cibo che non gli piace e altre simili amenità…) Volete sapere perché lo fanno? La risposta la trovate qui.


E a quasi due settimane dall’attentato in Belgio finalmente sono arrivati a rivelare ciò che per tutto questo tempo era stato tenuto accuratamente nascosto: i festeggiamenti islamici per la carneficina andata in onda all’aeroporto (dove lavorano una cinquantina di simpatizzanti dell’ISIS) e nella metropolitana: qui in francese e qui in inglese.

barbara

  1. Con un lento e poi sempre piu’ intensivo i paesi europei maggiormente progrediti sono
    stati scelti come meta da immigrati da tanti paesi. Persone in cerca di vita..migliore.
    Questo è..era l’ obiettivo principale, ma in questa grande massa formatesi nel tempo specialmente quella araba musulmana ha conservato ed esportato le loro ideologie ..
    un frammisto di politica/religione che poi nella realtà con il desiderio di trasformarla nella violenza piu’ bieca. Non è stato dato il giusto peso di quello che che nel tempo ha portato
    a tanti attentati e vittime. Adesso vi è la volontà di destabilizzare il clima democratico di
    questi paesi creando un forte senso di timore che qualcosa di simile possa accadere in
    ogni luogo, in qualsiasi momento.
    Cosi hanno ridotto l’ Europa, cosi civile..democratica…forse fino all’ eccesso visto che con
    una certa democrazia l’ hanno ridotta alla mercè di simili ..persone . E’ al pari di una guerra, senza divise ma pronti ad agire.Tutto nel nome..dell’ Islam..il suo califfato con la
    volontà di farci arretrare di secoli imponendoci le loro idee.
    Portano..ed hanno portato solo distruzione e morte e con nessuno sviluppo verso una democrazia. Forse un deficit..nel loro DNA..visto che diversi..di questi terroristi sono nati
    e vissuti anche da piu’ generazioni in paesi democratici!
    Trovo insopportabili le scusanti..delle famose periferie degradate…nel mio io ho sempre
    cercato di migliorarmi cercando il buono…La miseria..anche se triste non può ridurre ad
    un livello di delinquente..terrorista. Poi..questi ragazzotti avranno tutti il cellulare come
    minimo..
    Le frontiere aperte…certamente non a tutti.
    I politici…un certo tipo di democrazia ha fallito! Potranno nascondere non rendendo pubblico alcune cose che succedono…poi quando accadono sono sotto la vista di tutti.

    Negano..e continuano a negare la realtà nella quale deve vivere Israele….” il terrorismo!!!!”..Deve fare così ! Allora..tutto quello che è successo in tutto questo tempo
    ..non ha insegnato niente..” Made in Europe”…e con il loro modo di pensare…si è visto
    il risultato.
    Dovrebbero…fare dei corsi in Israele per combattere il terrorismo!

    P.S….Barbara…Bentornata!

    • No, non “specialmente” quella araba e musulmana: cinesi, slavi, sudamericani hanno conservato le loro abitudini, le loro tradizioni, i loro culti, ma nessuno di loro si è mai sognato di cercare di imporli a noi. I cristiani ortodossi dell’Europa dell’est festeggiano il Natale a gennaio ma non cercano di impedire ai cattolici di festeggiarlo a dicembre. Sono proprio SOLO gli arabi e musulmani.

      • Infatti, possono avere usi e costumi diversi, ma non impongono la loro visione del mondo su di noi.
        Sanno conservare la loro cultura senza interferire con la nostra e senza dar fastidio, e in tal caso noi siamo anche benevoli nei confronti della loro e si creano scambi culturali (ricordo dei rwandesi in italia apprezzati come persone che mantenevano la loro cultura musicale, e davano pure delle lezioni a chi voleva, indipendentemente dalla nazionalità)
        Ma la cultura islamica ha dei punti che cozzano non solo con la cultura occidentale, ma anche con le altre.

  2. Parlano dei festeggiamenti perchè han ritenuto che siamo culturalmente musulmani. Anche se preghiamo Cristo, anche se mangiamo la carne di maiale, anche se non digiuniamo.
    Parlano apertamente dei festeggiamenti perche sanno che, specialmente i ‘bandiera rossa’ (non cito i grillini perchè quelli sono solo in italia, mentre i ‘bandiera rossa’ sono ovunque) continuano comunque a leccare le chiappe ai barbuti e alle niqabate (che però indossano il tanga), a sostenerli e magari anche a partecipare alle loro manifestazioni, che siano esse sincere (come quelle ‘a morte la democrazia), sia che siano ipocrite (come quelle ‘isis cancro dell’islam’)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...