PER CONSOLARCI

Dell’infinita serie dei miei guai, guardiamoci questa bella immagine di gioia:
alaaqsa
siamo negli studi della televisione Al-Aqsa, a Gaza, e si sta festeggiando il meraviglioso successo dell’attentato all’autobus a Gerusalemme.

barbara

  1. Brr..io mi sento preso in giro…ho una certa dignità e non voglio assolutamente comportarmi come un cane che ..piu’ gliele fanno..e piu’ resta fedele al suo padrone aguzzino..
    …Ossia..sanno come usare gli occidentali..che li usano per i loro interessi..molto spegievoli e così ottengono tutto..E l’ occidente ..così fedele a ..loro!
    L’ occidente ha perso la sua dignità da troppo tempo…” loro..i gaziani e palestinesi..”
    gioiscono ogni volta che riescono a colpire i loro obiettivo Prinncipale..Israele.
    Ma..non risparmiano i festeggiamenti per altri attentati terroristici che poi colpiscono ..
    l’ occidente. L’ 11..settembre..quelli europei…dai piu’ recenti a quelli piu’ datati.E probabilmente anche per altri.
    E..l’ occidente stà lì a guardare, viziandoli, dandogli sempre ragione..così ssi sentono
    sempre nel giusto nel loro agire….terrorismo in tante salse.
    Io mi sento offeso e colpito nel senso di ingiustizia verso Israele.
    Ma..il terrorismo…emigra.

  2. Gaza è distrutta, palazzi a pezzi, gente povera, vero?

    A me pare il classico paese arabo, con si qualche palazzo distrutto a causa di qualche bombarolo, sai, in islamia è normale (poi aggiungiamo che Hammazz si diverte a costringere i vicini a difendersi e attacca da zone dove è più facile far danni, quindi qualche palazzo distrutto in più), e pieno di gente invasata, che in fin dei conti, tra le bombe ci sguazza.

  3. Sarò peggiore di loro, ma la risposta “a lungo termine” messa in atto a Monaco ’72 è l’unica strada da percorrere contro questi vermi! E mi si dica pure che sono vendicativo… Ebbene sì, lo sono! A estremi mali estremi rimedi… chissà se e quando la capiranno… Ma, visto l’andazzo planetario, non sono per niente ottimista!

  4. penso che chi dice che non bisogna mettersi al loro stesso livello per contrastare il terrorismo sia nell’ordine, deficiente, imbecille, cretino e puranco idiota. ad ogni azione corrisponde non una uguale e contraria ma almeno cento volte maggiore. ieri sera ho brindato facendo una richiesta al Signore, togliti la benda dagli occhi e spazza via almeno un terzo di questi amatori della morte, oltretutto gli faresti un favore. moadim lesimcha

      • quello che volevo dire non significava di tagliare la gola ai sempre poveri palestinesi ma, che quando si iniziava una azione dovesse essere portata in fondo non fermarsi a metà. pensavo che mi conoscessi meglio e non mi aspettavo una simile risposta.

        • Beh, ti sei scagliato contro chi dice che non bisogna mettersi al loro livello: io sono di quelli che dicono che non bisogna mettersi al loro livello, perché nel momento in cui lo facessimo non ci sarebbe più nessuna differenza fra noi e loro. E come non meritano di vivere loro, non lo meriteremmo neppure noi.

    • Secondo me non ce n’è bisogno.
      Fare la guerra per difesa è lecito (si fa come Israele, non si fanno i buonisti)
      Ma secondo me i muslims li si piuò cacciare senza neppure toccarli. Cominci a mettere leggi che vietano la macellazione halal, il velo nei luoghi pubblici, quali scuole e luoghi di lavoro, obblighi gli imam a fare i sermioni nella lingua locale, non accontenti i muslims nei loro capricci. Dovrebbero andarsene spontaneamente (o in seguito a qualche fatwa che li obbliga a tornare in islamia) perchè in quelle condizioni non possono praticare l’islam a dovere.

      • Vietare la macellazione halal significa automaticamente vietare anche quella kasher, ossia rendere impossibile l’osservanza religiosa agli ebrei e di conseguenza cacciare anche loro. Una legge che vieta la copertura del viso c’è già, ma se vieti la copertura della testa in quanto simbolo religioso devi automaticamente vietare la kippà, le catenine col crocefisso o la medaglietta della madonna ecc. Attenzione alle armi a doppio taglio. E una fatwa di un’autorità religiosa che li obblighi a tornare in uno stato islamico è semplicemente inimmaginabile, dato che è obbligo coranico diffondere l’islam in tutto il mondo, ed è esattamente per questo che sono qui.

        • Pero, mi pare che c’era scritto anche sullo stesso corano, che se in un paese non è possibile praticare l’islam (e se i governanti di tal paese non vogliono scendere a compromessi) i muslim devono lasciare il paese onde evitare il rischio di ‘contaminazione’. magari mi sbaglio.

          Per le leggi teniamo queste due
          obblighi gli imam a fare i sermioni nella lingua locale, non accontentare i muslims nei loro capricci. Non scordiamoci anche che la legge dev’essere uguale per tutti, dunque se fanno cose che loro ritengono moralmente giuste, ma che sono sbaglaite (es stuprare) li si processa e li si arresta, come qualsiasi stupratore locale. Inoltre, come tutte le religioni, anche l’islam può essere soggetto a critiche, non deve avere un posto speciale.

        • Se i governanti di un Paese non vogliono scendere a compromessi, gli si fa la guerra, questo impone il corano.
          Di quello che fanno nelle moschee non puoi controllare niente perché non ci puoi entrare. E comunque ci sono sempre tutti i contatti privati fra imam e fedeli.
          La legge dovrebbe essere uguale per tutti, ma non lo è mai stata: per restare in casa nostra, se è pedofilo un muratore va in galera, se è pedofilo un un regista scrittore poeta, è esaltato e osannato.

      • Si ma allora per avere la pace nel mondo, o per lo meno più pace, o si deve aspettare che l’islam declini e venga relegato a religione antica, oppure dare una bella batosta ai musulmani ogni volta che questi muovono guerra verso gli altri paesi, come fu ai tempi delle crociate. Di solito quando perdevano le guerre se ne stavano un pò più calmi.

        • Certo. Nella loro cultura qualunque gesto di pace, qualunque mano tesa è intesa come debolezza, ossia che è il momento giusto per colpire. Quindi l’unica via d’uscita è stangare, stangare e ancora stangare senza pietà.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...