LA BARRIERA DI SICUREZZA: UNA PREROGATIVA DI ISRAELE CONTENUTA GIÀ NEGLI ACCORDI DI OSLO

Un vecchio articolo che vale la pena di rileggere.

Aaron Lerner, 22 gennaio 2004

I documenti sul “processo” di Oslo non soltanto toglievano ai palestinesi qualsiasi pretesa a un qualsivoglia diritto universale a resistere in modo violento all'”occupazione”. L’accordo garantisce a Israele il diritto di erigere una barriera di separazione che avrebbe garantito sicurezza alle comunità israeliane situate oltre la Linea Verde.
“L’OLP si impegna al processo di pace in Medio Oriente e a una soluzione pacifica del conflitto fra le due parti e dichiara tutte le questioni in sospeso riguardo allo status definitivo saranno risolte con negoziati. … l’OLP rinuncia all’uso del terrorismo e altri atti di violenza e si assumerà la responsabilità su tutti gli elementi e il personale dell’OLP per assicurare il rispetto degli accordi, prevenirne le violazioni e punire i responsabili”.
Questo è quanto scrisse Arafat nella sua lettera del 9 settembre a Yitzhak Rabin, il primo ministro di Israele. E non fu facile far firmare queste dichiarazioni ad Arafat, in qualità di rappresentante del popolo palestinese, parole che abbandonano qualsiasi pretesa legale al diritto ad imporre continuamente il terrorismo e altri atti di violenza in quella che Arafat e i suoi sostenitori chiamano “lotta di liberazione”. Osservate le singole frasi. Arafat non rinuncia soltanto all’uso del “terrorismo” – una parola che gli arabi sostengono non possa mai essere applicata alle loro attività assassine – rinuncia anche all’uso di “altri atti di violenza”.
Arafat non voleva firmare queste dichiarazione, ma Rabin chiarì che erano imprescindibili.
Siamo di fronte a un Arafat dell’estate del 1993, in sostanza un vecchietto esiliato a Tunisi da Beirut che vedeva ogni giorno gli israeliani che accorciavano la loro lista di terroristi ricercati?
No. A differenza di quella che è diventata la storia in certi ambienti, non sono stati i “ragazzi delle pietre” che hanno tolto Arafat dal dimenticatoio della storia, è stato un gruppo di ideologi israeliani che cercavano un modo per facilitare il ritiro israeliano da Cisgiordania e Gaza.
Oslo è stata l’ancora di salvataggio di Arafat. Israele poteva prendere o lasciare. Arafat ha risposto più in fretta.
E non è finita qui.
“Israele continuerà ad essere responsabile per la sicurezza complessiva degli israeliani e degli insediamenti, allo scopo di salvaguardare la sicurezza interna e l’ordine pubblico, e avrà tutti i poteri per intraprendere le misure necessarie a tale scopo”:
Accordo ad Interim israelo-palestinese su Cisgiordania e Gaza, Washington, D.C., 28 settembre 1995, articolo XII, paragrafo 1.
“Niente in questo articolo potrà derogare dai poteri di sicurezza e dalle responsabilità di Israele in accordo con questa Intesa”.
Accordo ad Interim israelo-palestinese su Cisgiordania e Gaza, Washington, D.C., 28 settembre 1995, Annesso I, Articolo I, Ridispiegamento delle forze militari israeliane e trasferimento di responsabilità, paragrafo 7.
I palestinesi hanno accettato – per scritto – che Israele “avrà tutti i poteri per intraprendere le misure necessarie” non solo per proteggere gli israeliani dentro la Linea Verde, ma gli israeliani in generale. Non solo di proteggere le comunità israeliane entro la Linea Verde, ma anche gli “insediamenti”: scritto, nero su bianco. E così oggi, quando Israele ha deciso che l’erezione di una barriera di separazione con alcune parti oltre la linea verde è una “misura necessaria” è il massimo dell’assurdo che questa azione sia aggredita come se gli accordi di Oslo non avessero valore.
Che ironia: le stessi istituzioni e le stesse persone che fanno maggiori pressioni su Israele affinché baratti la sua sicurezza per avere altri pezzi di carta sono i primi a volgere le spalle ai pezzi di carta che Israele ha già pagato caro.

Traduzione: Valentina Piattelli .

E qui un paio di cose, anche relative alla cosiddetta Linea Verde, che può essere utile ricordare.
NOTA PER CHI NON HA LA POSSIBILITÀ DI SENTIRE: in coda al video i punti fondamentali compaiono scritti. 

barbara

  1. In secoli..e secoli il popolo ebraico è stato vittima di un colossale mobing!E quale impegno vi hanno messo, dall’ essere unico..piccolino fino ad arrivare a quelli che contano dalle menti brillanti…filosofeggianti, i santità compresi con un grande ruolo.Etc..
    Ognuno vi ha messo del suo..bersagliando il popolo ebraico di costrizioni assurde,crudeli,
    senza il minimo di rispetto.Le violenze fisiche non si sono sprecate,dal singolo individuo
    fino al piu’ eclatante ed orrende che và sotto una parola..Shoah.Un’ onta indimenticabile
    per tutto quello che ha compreso.
    Il tutto si è sempre accresciuto nel tempo aggiungendo e lievitando ..le piu’ assurde costrizioni che..il popolo ebraico a dovuto subire.E sono talmente tante le dicerie nei suoi
    confronti che si sono trasformate in fatti, leggi al fine di rendere impossibile la vita di un’essere umano..la loro.
    Il tutto tramandato nel tempo.La gente ripetendo l’ appreso lo fà suo e poi ben felice nel
    suo odio verso gli ebrei da condividere con altri suoi simili.
    Si raggruppa in una sola parola..ANTISEMITISMO..ODIO VERSO UN POPOLO.
    In me si traduce in un GRANDE SENSO DI INCIVILTA’.
    Inoltre..è inaccettabile che un’ individuo possa accettare e fare suo e lievitandolo tutto il
    detto, il sentito..il tramandato in tante forme.
    Inaccettabile il non minimo desiderio di smontare il loro..ODIO dimostrando una elasticità
    mentale, ricercando non nel tan- tam in varie forme, ma in quello che e supportato da fatti storicamente elencati che sono la verità che si ostinano ad ignorare.
    Nonostante..un certo progredire di.” una certa civiltà..” tutto questo è sempre vitale.
    In tanti..in tante tipologie di ..esseri umani …continuano a metterci il loro impegno!
    La persecuzione verso gli ebrei continua.Ma questo popolo che oltre ad essere nominato
    per il loro credo si definiscono israeliani!
    Cioè cittadini di Israele! Il loro STATO.
    Tutto quello che gravita da parte dei loro vicini ” Palestina/Gaza”..supportati da altri..stati
    dell’ area..e dall’ occidente per mezzo di tanti..tanti Dollari.Somme colossali.
    Si traduce nel mantenerli in perenne stato di guerra verso Israele attraverso armi di tutti
    i tipi e tutto l’ apparato ..umano. con stipendi che variano in una scala di importanza di ruoli.
    Il loro impegno è forte e ognuno ed in ogni età..importanza ci mette il suo impegno, pur di
    nuocere Israele sotto ogni forma.
    Il quotidiano…talvolta lo possiamo leggere,ascoltare. Non sempre in maniera chiara e veritiera, per chi vuole il vero se la và a cercare dove con il tempo ha appurato..che c’ è
    ed esiste.
    Israele..il suo popolo deve garantire la sua,le loro vite nel quotidiano.In tutti i sensi..fino
    a certi carrozzoni dove i loro rappresentanti fanno parte di Stati non degni di sedersi in
    luoghi di rappresentanza..e da lì condannare Israele. E’ inaccettabile! Sono lontani di secoli…dalla democrazia.

    Palestina libera!…Cosa percepisce le scala di Antisemiti?Povera Palestina…è sempre occupata dagli ebrei…” suona meglio..” che israeliani.
    Da come scrivono e trasmettono questa loro asserzione..sembra che la Palestina sia..sotto occupazione israeliana.
    ..Gli israeliani..sono stati costretti a filtrare..certi accessi..a difendersi in certi punti cruciali
    ”..tanto per rammentare..il muro!”…grazie..al muro, in quel punto..
    E in certi posti di blocco,controllo…sono riusciti a limitare..rendere meno numerosi gli
    attentati..TERRORISTICI.
    Allora! Cosa intendono dire?!..Palestina libera!
    Ad annientare Israele! Per loro Israele NON ESISTE..è Palestina! E..per tanto deve essere LIBERATA dagli occupanti..GLI OCCUPANTI::EBREI..
    Credo che molto del tutto il resto..siano solo fantasie di giochi che vorrebbe l’ occidente
    come realtà..con vedendola perchè i loro occhi, il loro essere è intriso di antisemitismo..e
    il TERRORISMO..ARABO PALESTINESE::E DI GAZA..NON VIENE PECEPITO::VOLUTAMENTE TALE.
    IL LORO OBIETTIVO..FARE TERRA PALESTINESE..ISRAELE.
    E..LORO…i SOSTENITORI SONO DA RITENERSI COMPLICI DEL LORO TERRORISMO

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...