HO LETTO UN ALTRO LIBRO

Si intitola La donna dal cappotto verde che è una vecchia che un giorno si trova nel negozio di alimentari insieme alla protagonista-narratrice e le grida Sei Lea, la piccola Lea di Auschwitz! e poi sparisce e lei non sa se sia stata una compagna di deportazione o un’aguzzina o cos’altro e come ha fatto a riconoscerla e la ricerca della verità diventa un’ossessione e poi la incontra e quella vuole regalarle la propria casa ma lei non vuole la casa vuole la verità ma quella la verità non la vuole dire e poi Lea ha un’ischemia mentre sta aspettando di vedere Annozero alla televisione e sta una settimana all’ospedale spesso in stato di semicoscienza e vede le formiche che corrono e invece sono i buchi nel muro che naturalmente sono fermi e poi appena torna a casa va a cercarla e la portiera le dice che è morta e lei si sente liberata e va a comprare il pane.
No, non vi dico eccetera. Peccato, perché in passato ha scritto cose egregie.

barbara

  1. Il coinquilino mi ha passato un libro…I carnefici della porta accanto.
    Jan T. Gross.
    Mi sembra buono.
    Cercherò di sperimentare ” una posizione..quasi ideale che mi permetta di leggere..”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...