DUE PAROLE SU SHIMON PERES

finalmente defunto. Le due parole, per la verità, le lascio dire a Deborah Fait, qui e qui.
Tanti anni fa, con Deborah, quando trovavamo in rete qualcuno disinformato ma forse recuperabile, partivamo all’assalto: lei faceva il poliziotto cattivo e io quello buono. Oggi ho l’impressione che i ruoli si siano ribaltati, e che lei appaia più indulgente di me nei confronti di quest’uomo che, con le sue idee deliranti, pari a quelle di Rabin, ha provocato migliaia di morti e un disastro di cui non si vede la fine. Non è sempre stato così, come ricorda anche Deborah: se fosse morto venticinque anni fa, sarebbe morto un grande; oggi è morto un uomo dalle mani sporche di sangue.

barbara

  1. Da quello che ho capito Peres è stato un ottimo politico dal punto di vista dello sviluppo economico, ma pessimo nella gestione del conflitto.
    Non mi sento di giudicare la sua figura perchè non sono Israeliano e non conosco a menadito tutte le vicende del conflitto israelo palestinese.
    Spero con tutto il cuore che la prossima generazione di politici israeliani riuscirà a realizzare una pace vera e definitiva.

    • Avrebbe senso sperare sugli israeliani se la pace – o l’assenza di pace – dipendesse da loro. In realtà sappiamo perfettamente che la mancanza di pace dipende da chi ha il divieto religioso di fare la pace con ebrei e cristiani, da chi fin dalla nascita è addestrato a odiare e uccidere, da chi ha il culto della morte. Chiunque venga, nella prossima o in qualunque altra generazione, in Israele, la pace nobn potrà farla perché la controparte preferisce la morte alla pace.

  2. Le persone che hanno scritto gli articoli….hanno trasmesso in maniera chiara i loro pensieri..idee, credo una reale fotografia di Israele..e di tutto il mondo che lo circonda, ma
    anche più oltre.
    E ostinatamente l’ occidente continua a guardare specialmente il mondo arabo..il M.O di
    come lo vorrebbero con il loro modo di sentire. Ma credo che pecchino di immodestia..di
    quelli che credono di avere capito tutto, credendo in maniera sfacciata alle parole dei rappresentanti di diversi paesi che riescono alla loro maniera ad ottenere molto di quello
    che vogliono…e in questo sono così esperti. L’ attuale realtà..e quelle passate ne sono
    l’ emblema di questi paesi…
    La Palestina! Vergogna dell’ umanità e di chi la continua a sostenere.

    Peres..Arafat..Oslo! Un triste insegnamento. Arabi..e in questo caso specifico i palestinesi
    sono un popolo del quale è difficile..impossibile fidarsi. Non vi è stato..e non vi è tuttora
    nessuna volontà..dell’ ostinata pace…tanto sbandierata, fino alla nausea! I palestinesi
    continuano come da loro volontà…a fare del terrorismo nei confronti di Israele!
    E..soprattutto non è questione di concessioni…di tutti i tipi ne sono state fatte!. Lo è stato dimostrato!
    E Israele cosa dovrebbe fare!? Non le resta che difendersi.

  3. ** Eccerto che Assad era al funerale di Peres: in PRIMA fila, con la moglie di Bibi e Bibi e Obama alla sua destra, Rivlin e la moglie alla sua sinistra, Renzi, subito dietro, e poi il resto della compagnia..
    E dovresti vedere con che faccia da schiaffi, masticando chewingum o nonsochealtro, Obama ascoltava parlare Clinton, che però non ho ascoltato.
    Volendo su youtube c’è di tutto, lo sai.. Ma io mi fermo qui.

        • La Siria, al pari di tutti gli stati circostanti, ha dichiarato guerra a Israele nel 1948, ha partecipato a tutte le successive guerre contro Israele e, al pari di tutti gli altri stati, ad eccezione di Egitto e Giordania, non ha mai firmato alcun trattato di pace, quindi è formalmente in guerra. Inoltre non ha mai smesso – e continua tuttora – di condurre azioni militari contro Israele, quindi è anche concretamente in guerra.

        • Oggi, tra le altre cose, ho incrociato un’antisemita scoglionata che per provare la connessione tra islam radicale e Israele postava foto su un ospedale al confine nel Golan dove avrebbero prestato soccorso a un guerrigliero di Al Nusra.
          L’unica cosa che so di quell’ospedale è che è stato adibito dagli israeliani per prestare soccorso ai rifugiati, quindi dubito che chiedano la carta d’identità a chi ci arriva, tra l’altro ha anche soccorso soldati siriani se non sbaglio, che si sono ricreduti per fortuna sullo stato cui fanno guerra.
          Comunque gli antisemiti stanno cambiando tattica, prima la menavano con la retorica dei diritti umani sui palestinesi, ora si stanno buttando sempre più verso il complottismo spicciolo.

          PS:
          All’antisemita per provocazione le ho detto: “se tanto ti da fastidio Israele perchè non vai in Iran ad aiutare gli imam a costruire l’atomica? Magari gli manca personale per preparare il caffè e pulire in cucina, tra un esperimento e l’altro”
          Ci siamo mandati affanculo a vicenda ed è finita lì.

        • A quell’ospedale arrivano anche donne incinte con gravidanze a rischio, che quando stanno per partorire si avvicinano al confine, sapendo che poi i soldati israeliani le prenderanno su e le porteranno a partorire in sicurezza. E arrivano bambini malati di cancro o altro, che i genitori portano lì perché sanno, nonostante la retorica della propaganda, che cosa succederà. Eccetera.

      • E che ne so.. ma guardalo qui.. anzi, c’era anche qualche foto all’aeroporto, se non ricordo male..
        Tu dimmi chi è, se non è Assad, fra Rivlin e la moglie di Bibi, fra il min.2,32 e il 2,42 ca.

        • Gli assomiglia un po’, effettivamente, ma non mi sembra proprio che sia lui: Assad è molto meno stempiato, ha i capelli più scuri, il naso più stretto, le sopracciglia spioventi, le orecchie più alte e a sventola e non ha la barbetta. Ma è soprattutto la posizione che rende decisamente improbabile che si tratti del capo supremo di uno stato formalmente e concretamente in guerra.

  4. Mea culpa: considerami rossa di vergogna e col capo coperto di cenere: è Felipe IV, re di Spagna!
    Apposta non si capiva perché la cosa fosse passata sotto silenzio.. cavoli, che figuraccia!
    Bandiscimi pure..

      • Com’è umana, lei!
        Sono io che non me la perdòno: anche se c’è una certa somiglianza, altezza compresa, il giovane re è decisamente più bello.. oltretutto!!!
        Adesso sta’ buona: lo so che tornerai a darmi addosso, se non è di tuo gusto, ma per me è decisamente caruccio, il regale spilungone, al contrario di Assad, ed anche perciò che mi vergogno “vieppiù” della mia storditaggine. VIEPPIÙ!!!
        Senza neanche uno straccio di emoticon, ay de mì, passo e chiudo..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...