POI ALLA FINE SI SCOPRÌ

che un piccolo danno il terremoto lo aveva provocato anche a me.
calice-rotto
barbara

  1. Tutto qui?
    E l’hai scoperto adesso?
    O è stata l’ennesima più recente scossa?
    Certo è poca cosa, a paragone dei rovinosi effetti subiti da tanti..
    Buon per te, che non ti si aggiunga anche questa, a tutte le magagne che ti affliggono

    • L’ho scoperto adesso perché era sul ripiano più alto della vetrina. Ovviamente non mi sogno di paragonarlo ai danni veri, ci mancherebbe! E’ solo che non lo posso rimpiazzare perché questo genere di roba, mi è stato detto, non la fanno più. Poi comunque alla fine, a forza di girare, ho trovato qualcosa che assomiglia un po’. Ovviamente ho preso tutto il servizio (da due) di bicchieri da bianco, rosso, acqua e liquore, e quelli superstiti li userò per decorazione.

      • Già.. non li fanno più: nel tempo ( 54 anni ad aprile ) i bicchieri simili a questo che avevamo ricevuto in regalo si sono rotti quasi tutti, e non li ho più potuti ritrovare neanche “a piangere in cinese”.
        Ma a noi ormai non servono più, quelli “da parata”..
        Prosit, a te, che evidentemente brindi ancora!

        • Io per la verità non rompo quasi niente – palle a parte, beninteso – e quindi, non avendo mai avuto bambini per casa, le mie cose rimangono intatte, le cose che ho rotto da quando sono andata a vivere per conto mio quarant’anni fa le posso contare su una mano sola. Le cose belle, comunque, ci tengo ad averle indipendentemente dal fatto che poi servano o no.

  2. Perché sei gggiovane!
    I bicchieri che si sono rotti.. non lo ho rotti tutti io, anzi.. e neanche i bambini – quando erano tali – c’entrano molto: ma spesso eravamo un certo numero, a tavola, specialmente nelle cosiddette occasioni.
    Quindi, intendo, era l’uso che se ne faceva che, col tempo, fatalmente riduceva il numero di stoviglie, accessori, etc.
    E, per le cose belle, dici bene, ma ad un certo punto ricomprarle ci sembra inutile, anzi, pensiamo già a dare ai figli quel che resta di degno: visto quel che resta del giorno, il nostro. Qualcosina ha già traslocato..

    • Io ho scoperto giusto ieri che da casa dei miei ha traslocato nella mia Julio Iglesias, ma dimmi tu se si può! Lo chiamavo l’uomo che fa tremare il culo alle cinquantenni (tutte quelle che conoscevo, a partire da mia madre). Adesso è rimasto l’uomo dal lifting riuscito male

      • In tutta sincerità, a me non ha mai fatto tremare niente, a parte, forse, lo stomaco, e vacillare la pazienza.. – non offenderti – per me era insopportabilmente melenso.
        Forse non avevo cinquant’anni al momento giusto..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...