CENTRO VIDOR 2 (11/11)

La serra

Sulla serra, più che da dire, ho da mostrare.
serra-1
serra-4
Qui si pianta,
serra-11
provvedendo naturalmente a posizionare prima i tubi coi forellini per l’irrigazione a goccia, e poi le piantine in corrispondenza dei fori.
E si coltiva. Sperimentando, per vedere quale funzioni meglio, l’imbrigliamento orizzontale
serra-2
e quello verticale
serra-3
Per le piante di pomodoro, che diventano molto alte, sono stati sistemati questi cavi e queste carrucole: quando le piante raggiungono i cavi, vi vengono agganciate e, tramite le carrucole, trascinate a proseguire la crescita in orizzontale,
serra-10
mentre per il rosmarino è stata adottata questa interessante, ed esteticamente piacevole, sistemazione salva spazio:
serra-5
serra-6
poi ci sono questi prodigiosi spinaci,
spinaci-1
spinaci-2
i meloni appesi, per farli crescere perfettamente rotondi e puliti,
meloni-appesi-1
meloni-appesi-2
il melone amaro, non commestibile ma coltivato ad uso medicinale,
melone-amaro-1
melone-amaro-2

melone-amaro-3
melone-amaro-4
e naturalmente i fiori,
serra-7
fra cui il girasole,
serra-8
compresa una varietà di girasole rosso,
serra-9
che non avevo ancora mai visto.

barbara

Annunci

  1. Tempo fà…lessi da parte di scrittori arabi….all’ incirca le lodi..
    di Israele bisogna riconoscere la superiorità tecnologica,moralità e democrazia,dagli
    israeliani abbiamo da imparare imitando il loro successo.

    Eh..un risveglio ..anche se lento, democratico ci vorrebbe..un passo..
    Altro che primavere arabe! Sono ancora in periodo di glaciazione..sotto il nome di islam.

  2. In realtà il melone amaro è commestibile(anche se dicono- non l’ho mai provato, ma sarei curioso di assaggiarlo- sia parecchio più amaro dei cibi amari a cui sono abituati i palati occidentali, molto ma molto più amaro di rucola, cicoria, cavolo nero, tisane al carciofo, ecc…) , è abbastanza usato nella cucina giapponese, cinese, thailandese, e di altri Paesi orientali, solo che in Italia è quasi introvabile(forse si trova solo in qualche mercato di cibi etnici)

    • Può darsi che abbia usato l’espressione sbagliata e che sia da intendere che non è una cosa che si mangia abitualmente, così come la gente normalmente non mangia gli spicchi d’aglio ma non è che non si possano mangiare. Delle cose che hai citato, comunque, io non trovo per niente amari rucola e cavolo nero, e appena un po’ amarognoli – piacevolmente amarognoli – cicoria e tisana al carciofo. Così come trovo piacevolmente amarognolo il miele sardo al corbezzolo e quello nostrano di castagno.

      • A me la rucola a volte sembra un po’ amarognola(sempre un amaro molto leggero e piacevole), altre volte quasi per niente… forse esistono diverse varietà di rucola, alcune più amare, alcune meno.

        Quanto al cavolo nero, bollito non è amaro, ma se lo provi crudo o quasi crudo(tipo saltato in padella per pochissimi minuti). è tutta un’altra cosa…comunque sempre un retrogusto amaro leggero e gradevole(per chi apprezza il sapore amaro).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...