QUESTA NON LA SAPEVO

E probabilmente neanche voi.
In occasione della morte di rav Achille Shimon Viterbo, per oltre 44 anni rabbino capo di Padova, Moked ha ospitato un ricordo di Davide Romanin Jacur, del quale voglio riportare qui una frase:

«Ricordo ancora che, dopo la Guerra dei Sei Giorni, Achille organizzò con l’aiuto del prof Baldo Viterbo, una raccolta di sangue che fu inviata rocambolescamente, malgrado il divieto del Governo Fanfani

Il divieto del Governo Fanfani. Divieto di offrire il sangue a una nazione sopravvissuta a una guerra scatenatale contro a scopo di annientamento. Si può scendere più in basso?

SI Exif
In questa foto è ripreso davanti alla libreria della Comunità, che più di una volta ha aperto per rispondere alle mie domande. Lo ricordo come persona dolcissima e sempre molto disponibile. Riposa in pace, caro Achille, e le mie più sentite condoglianze ai figli, in particolare ad Alessandro, fondatore di Tsad Kadima, che ho avuto il piacere di conoscere di persona in occasione della visita all’ospedale.

barbara

Annunci

  1. Ma sì, tutti uguali i nostri governanti. Tutti a vantarsi di aver salvato l’Italia senza alzare un dito, poi a far schifo come e peggio di sempre

  2. Hanno letto questo brano al funerale. E a dire il vero non avevo fatto caso alla frase che hai citato tu, dovevo essermi distratta un momento.

  3. Ma che bella gente!Anime…così linde…
    E quando parlano..quanta pienezza viene ostentata.
    …Prima o poi mostrano la vera faccia…una delusione come uomo e poi come politico.

  4. di sicuro però non era il “governo” Fanfani, perché questi nel ’67 era “solo” ministro degli esteri. Ho provato a fare una rapida ricerca in rete su questa storia del divieto a mandare sangue, e a dire il vero ho trovato solo questo articolo:
    http://www.storico.org/africa_islamici_israele/guerra_seigiorni.html#22
    Dove però non si accenna neppure al divieto, ma citano due articoli usciti su “La Stampa” nel ’67 e dal titolo significativo: “Il primo contingente di plasma parte oggi con la Croce Rossa” e “Appello da Israele: mandate sangue!”. Mi pare molto improbabile che degli articoli contemporanei non parlino di questo divieto (poi chiaramente io gli articoli non li ho visti, ma mi pare altrettanto difficile che non ne accenni chi ha scritto l’articolo che ho linkato). Non è che, complici i molti anni passati e la ben nota ostilità di Fanfani ad Israele, chi ha scritto la commemorazione magari si confonde con episodi diversi?

    • Vero, dice solo che era ostile – sotto la maschera di una pretesa “equidistanza” che qualcuno ha poi, qualche decennio dopo, trasformato in equivicinanza, andando a braccetto coi capi terroristi.
      Grazie per questo tuo ennesimo prezioso contributo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...