E COME SE NON BASTASSE

non vaccinato
LA STELLA GIALLA CONTRO I VACCINI, L’IGNOBILE PARAGONE CON LA SHOAH

Stella gialla e vaccini. L’ignobile paragone sta andando in scena su Facebook, dove circola il simbolo imposto agli ebrei perseguitati dai nazisti con la scritta: bambino non vaccinato. Secondo una corrente degli antivaccinisti, i bambini che non vengono fatti iscrivere a scuola perché non vaccinati sarebbero come gli ebrei discriminati e gasati durante la Seconda Guerra Mondiale.
La differenza è talmente eclatante che facciamo fatica a scriverla. A prescindere da come la si pensi sui vaccini, qualsiasi persona dotata di buon senso e coscienza civile non può permettersi di accostare bambini vivi a bambini morti. Non può permettersi di accostare bambini non vaccinati e bambini marchiati dalla stella gialla, sinonimo di vera discriminazione e condanna a morte.
L’assurda teoria  non si esaurisce con la stella gialla, prosegue. E lo fa nei peggiori dei modi. Caricature del Ministro Lorenzin in uniforme nazista, infatti, vengono postate sempre su Facebook,  come se l’obbligo di vaccinare fosse una pratica nazista.
Anche in questo caso, la differenza è talmente eclatante che facciamo fatica a scriverla. Ma tant’è. Come si può fare un parallelo tra il vaccino obbligatorio e gli esperimenti su esseri umani fatti dai nazisti?
Sulla vicenda è intervenuto Davide Romano, assessore alla Cultura della Comunità ebraica di Milano:
“Trovo assolutamente di cattivo gusto che la stella gialla, simbolo di discriminazione prima, e morte poi, per 6 milioni di ebrei, venga usata per campagne politiche. Così come i fotomontaggi del ministro Lorenzin con divisa da SS. Usare i morti nelle camere a gas è una pratica ripugnante e offensiva, soprattutto per coloro che non ci sono più e non possono dire nulla. Chiedo l’immediata cessazione di questa campagna che non solo sminuisce e banalizza la Shoah, ma contribuisce a avvelenare l’intera società civile con un linguaggio estremo. Ricordo infatti che chi non cura la parola non ha cura delle persone, avere cura della parola significa avere cura degli altri. Inizino dunque gli antivaccinisti a dimostrare, con l’interruzione di questa campagna, di avere rispetto per gli altri, prima di chiederlo per loro e le loro idee”.

Il presente articolo non ha voluto entrare nel merito della questione dei vaccini, ma solo in questi assurdi paragoni tra la discriminazione dei non vaccinati e gli ebrei mandati a morte dai nazisti.

Redazione

23 giugno 2017

Si ha l’impressione che facciano a chi scende più in basso nella scala del degrado. Se poi si considera che nel caso specifico quelli che fanno i morti sono loro…

barbara

 

Annunci

  1. Altro grado della loro stupidità.
    Siamo nel 21° secolo e la loro arrogante ignoranza offende la scienza indice di progresso.
    Chissa’ quali sono ..i loro idoli , punti di riferimento , di rappresentanza.
    La mia mamma si arrabbiava…c’ è gente che hanno fatto scoperte eccezionali, che hanno
    dedicato la loro vita allo studio per il progresso non vengono ricordati..
    mentre certi personaggi, cose effimere riempiono certe vite . Il pallone…il calcio và visto
    per quello che è…invece la squadra, il calciatore ” arrivato..” vengono osannati in maniera
    così vergognosa offendendo chi lavora per il progresso.
    SE..poi questa gentuccia…andasse per cimiteri ” ve ne sono dei bellissimi..monumentali”
    Vedrebbero…la grande mortalità infantile, la media della vita…30..50aa..Era la norma..
    GRAZIE al progresso…sono ben altre le età attuali.
    L’ igiene..dei vicini della nonna..le loro tre figlie morte diTBC..rivolgendosi alla mamma le
    diceva…che vuoi bevono tutti dallo stesso bicchiere. Non un caso isolato.
    Interi padiglioni ospedalieri erano dedicati…ai tubercolosi..nessun ceto veniva risparmiato.
    Poi..GRAZIE al progresso, la scienza..la scoperta degli antibiotici…tutto nel tempo e’ rientrato in casi sporadici. IL vaccino…una prevenzione.
    Si ..con il tempo siamo arrivati alle prevenzioni…
    ..La mamma di mia sorella morì per questa complicanza a 33aa.

    Mi piace

    • Avevo letto in un articolo di una rivista scientifica (mi sembra che fosse LE SCIENZE o Focus di qualche mese fa)che ci sono molti studi e indagini statistiche che dimostrano che gli antivaccinisti(indipendentemente dalla nazionalità) sono prevalenti nella classe sociale più benestante, ed hanno un livello di scolarizzazione nettamente superiore rispetto a quei genitori che invece vaccinano i figli senza farsi troppe seghe mentali.
      Insomma non si tratta di ignoranza pura e semplice, ma di una sorta di distorsione cognitiva, in cui entrano in gioco vari fattori psicologici e sociali che inflenzano la percezione del rischio e ostacolano la comprensione di questioni complesse.
      Questo meccanismo paradossale che conduce le persone più istruite ad essere anche più soggette alle varie “teorie alternative”, credo sia dovuto al fatto che gli individui più acculturati sono anche quelli che hanno una maggiore propensione ad informarsi e ad approfondire le cose autonomamente, senza fidarsi delle autorità costituite.
      Solo che non ci sono corsi di laurea che insegnano a fare ricerche su internet, discernere l’affidabilità delle fonti, e contestualizzare correttamente le varie informazioni che si ricavano…e anche se ci fossero, le insidie e i trabocchetti(soprattutto psicologici,”bias cognitivi”)che si possono incontrare sono talmente tanti, che il rischio di prendere abbagli darebbe comunque elevatissimo!

      Le qualità che possono salvarci dal deragliamento sono l’umiltà e lo spirito critico, cioè la capacita di rimettere sempre in discussione le proprie conoscenze e le proprie convinzioni (qualità molto rara).
      Forse chi ha un livello di scolarizzazione molto basso, ha anche una maggiore umiltà, percepisce più chiaramente i propri limiti, e quindi neanche ci prova ad approfondire la questione vaccini, parte dal presupposto che i medici che hanno stabilito il calendario vaccinale ne sappiano sicuramente più di lui.
      Mentre un laureato o plurilaureato( anche se laureato in discipline che non c’entrano niente con la medicina o con le scienze biologiche) può sentirsi più alla pari con gli altri dottori, e può più facilmente sopravvalutare la propria capacità di comprensione!

      Un esempio perfetto di questo meccanismo ce lo offre quasi quotidianamente Diego Fusaro, che dall’alto della sua cattedra di filosofia pensa di poter dispensare perle di saggezza su qualunque argomento…

      Mi piace

      • Io ci vedo una sorta di delirio di onnipotenza, un suo equivalente: ho capito che stai tentando di fregarmi, ma io sono più furba di te e non me la bevo. Ovviamente basato su una discreta scolarizzazione che gli dà l’idea di avere intelligenza e informazione sufficienti a capire “cosa c’è veramente dietro”: dietro il crollo delle Torri Gemelle, dietro le asserite scie di condensa degli aerei, dietro il mercato del farmaco, dietro le insistenze sui vaccini, dietro la proposta di sottoporsi alla chemio quando c’è quell’erba che cura in maniera definitiva il 90% dei casi di cancro… E ti guardano con aria di compatimento quando parli di antibiotici e cortisone eccetera eccetera: sei un imbecille che si beve tutte le menzogne dei poteri forti.

        Mi piace

        • Esattamente, chi ha il cervello impallato dal complottismo vede gli altri(quelli che provano a contestare razionalmente la teoria complottista di turno) come un branco di fessacchiotti, o come disonesti “servi del sistema”!
          Per questo è sempre inutile criticare in maniera diretta i deliri complottisti, su chi ci crede fermamente non ha effetto.

          Mi piace

      • Non per niente tra i tanti convertiti all’islam e alla causa dell’isis, figurano dottori, avvocati e affini. Che ovviamente sposano anche la teoria della Terra piatta e dei gay che causano i terremoti.

        Per Andrea C. – Quello di cui parli ha pure un nome: effetto Dunning-Kruger.

        Mi piace

    • Ti dirò, l’avevo scritto nel post, poi l’ho cancellato dato che non è direttamente connesso alla cosa che si denuncia, ossia l’uso altamente improprio di quel simbolo, però sì, lo penso anch’io che questi modelli di coerenza possano benissimo essere anche negazionisti. Trattano da superstiziosi quelli che hanno una fede religiosa e credono a qualunque puttanata “alternativa”.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...