E ALLA FACCIA DEL BOICOTTAGGIO…

Resistendo a tutte le pressioni, alla fine i Radioheads si sono esibiti in Israele. Mi sembra interessante, in questo contesto, la presa di posizione di una musicista araba.

Cantante araba israeliana difende il concerto dei Radiohead a Tel Aviv dai fanatici del boicottaggio

“Cercano solo di dividerci, di fermare la musica. E danneggiano chi vuole promuovere la pace”
Nasreen-Qadri
La musicista arabo-israeliana Nasreen Qadri ha preso posizione a favore della performance dei Radiohead, mercoledì in Israele, nonostante le furiose pressioni cui il gruppo britannico è stato sottoposto dal movimento BDS (per boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele) affinché annullasse il concerto estivo a Tel Aviv.
In un editoriale pubblicato martedì su Newsweek Online, Qadri ha affermato che la cancellazione di performance come questa la feriscono “come donna, come araba e come musulmana”, aggiungendo che coloro che fanno pressione sui Radiohead perché annullino il loro spettacolo “danneggiano chi desidera promuovere la pace e la tolleranza in questa travagliata regione “. “Boicottare l’unica democrazia in Medio Oriente – ha scritto la cantante arabo-israeliana – è controproducente. Coloro che invocano il boicottaggio cercano solo di dividerci, cercano solo di fermare la musica. E io non ci sto. Purtroppo, ci sono già troppi paesi in Medio Oriente dove un concerto come questo non potrebbe mai aver luogo”.
Qadri ha spiegato che si sarebbe esibita al concerto dei Radiohead di mercoledì insieme al cantante ebreo israeliano Dudu Tassa, “per portare un messaggio di convivenza in ogni angolo del paese”. E ha aggiunto: “Mi sento fortunata di essere nata in Israele, e sono grata per l’opportunità che mi è offerta di costruire ponti di comprensione”. Dobbiamo “lavorare insieme” ha spigato, dicendo che senza impegno in questo senso, la pace non arriverà mai.
Nata nella città settentrionale israeliana di Haifa, Nasreen Qadri è poi cresciuta nella città di Lod, nel centro del paese. Entrambe sono città miste, cioè con popolazione sia araba che ebraica. Nel 2012 Qadri ha vinto un concorso di canto della televisione israeliana.
Anche Michael Stipe, frontman della rock band REM, in un post su Instagram ha scritto: “Sto con i Radiohead e la loro decisione di esibirsi. Speriamo che il dialogo continui, contribuendo a portare alla fine dell’occupazione e a una soluzione pacifica”.
Il frontman dei Pink Floyd, Roger Waters, ha condotto per mesi una furibonda campagna contro Thomay Yorke, cantante leader dei Radiohead, per via dello show della band in programma in Israele. Yorke non si è fatto intimorire dagli attacchi di Waters, che pretendeva l’annullamento del concerto, e ha ribattuto colpo su colpo alle accuse del cantante dei Pink Floyd.
Yorke-Waters
[vedi che è vero che l’antisemitismo imbruttisce?)
In un post su Twitter ha pazientemente spiegato: “Suonare in un paese non equivale ad approvare il suo governo. Noi non sosteniamo Netanyahu più di quanto sosteniamo Trump, ma continuiamo a suonare in America”. E in intervista alla rivista Rolling Stone ha dichiarato: “È profondamente offensivo supporre che noi siamo così disinformati o così ritardati da non poter prendere queste decisioni per conto nostro. È davvero impressionante che artisti che rispetto pensino che non siamo in grado di prendere da soli una decisione etica dopo tutti questi anni. Ci parlano con arroganza e sufficienza e trovo semplicemente sbalorditivo che credano di avere il diritto di farlo”.

(Qui, da: Jerusalem Post, Ha’aretz, 19.7.17)

E a Ken Loach, che gli poneva la drammatica scelta di “stare con gli oppressi o con gli oppressori, ha risposto che “la musica è fatta per superare i confini, non per crearli”.
E adesso ascoltiamoci un bel pezzo di questa splendida band.

E già che ci siamo ascoltiamone un altro.

E ancora uno, dai.

barbara

Annunci

  1. Pur di nuocere Israele…stato Democratico…amano e sostengono gli Hamas…ed il popolo che è sempre pronto a mettere in atto le varie tipologie di terrorismo. A seguire..
    l’ altra falange..la palestinese.
    BDS..nei confronti dell’ UNICA DEMOCRAZIA IN M.O..è UNA VERGOGNA .
    Non c’ è da trovare tante scusanti…nel desiderio di colpire…Sempre Israele…
    E’ ed è Sempre stato manifestato…che l’ obiettivo di tali popoli è la distruzione di Israele.
    Per cui…Sanno benissimo…che tutto quello che avviene tramite gli atti di terrorismo fanno
    parte di questo principale scopo.
    TUTTO il resto…che poi ne fà parte…una vera sceneggiata per ottenere ciò che vogliono
    sotto varie forme e cospicue fonti di aiuti…
    Un vero scialaquio di denaro non usato ..o in forma molto ridotta per il benessere..eventuale crescita…di questi due popoli.. burattini,stupidi ed arroganti che continuano ad essere usati dai vari tipi di sistema nel nome del terrorismo ..e della corruzione.
    Ai loro sostenitori occidentali…quanto importa di questi due popoli…solo in chiave antisemitica ..mentre se fossero animati di vero amore..dovrebbero sostenerli in minimo
    di democrazia additando i veri colpevoli del perenne stato di guerra che li spinge ad animare i due popoli verso Israele, additandolo..sempre come il vero colpevole di questa situazione senza fine.
    Insopportabili , meschini questi pseudo intellettuali che continuano ad animare facendosi
    portavoce delle schiere animate di antisemitismo…una vera vergogna nei confronti della
    democrazia, di altri popoli che vengono messi molto distanti Inella graduatoria e nel trovare un vero consenso, aiuti pur vivendo in situazioni di vero SOS..
    Il boicottaggio…forma meschina di colpire un PaeseVERA VIGLIACCATA..perchè non lo
    attuano verso le innumerevoli dittature…nella speranza di spingere i loro rappresentanti verso un pò di democrazia..un senso di crescita di rispetto dei diritti umani…
    I portabandiera dei BDS…condannano le varie tipologie di dittature del passato…ma si
    comportano come loro…
    E’ facile colpire Israele…il consenso antisemitico tanto nutrito è ancora alto..ma non quanto credono come vorrebbero , è un piccolo Paese…ma con un vero concentrato di Tutto quello che ne
    fà…un GRANDE PAESE…e COME TALE E’ TEMUTO.
    In tutto…viene rammentato come gli altri Paesi molto piu’ estesi, democratici…e non costretti a vivere in un clima bellico continuo. Un qualcosa da temere..
    Boicottaggio…da mettere in atto verso chi lo attua..o lo anima ..come risposta..
    …Non riascoltabile…R.W…The wall…CD..NUOVO …allora non conoscevo gli ideali
    che non collimano con i miei di lui..
    Bene…e mi fà piacere chi se ne infischia di simili sentimenti di basso livello …avendo variie tipologie di rapporti . In questo caso…lo spettacolo..la musica”…V. l’ articolo…”anche come
    Credo…che oltre Israele…è difficile che in quel vasto mondo del MO possa potere arrivare
    al popolo.
    AI VICINI…arriverebbe gratis…e ben felici che lo facciano dei suoi sostenitori, fonte di
    consensi e di aiuti..

    Mi piace

  2. Quello che fa specie non è tanto la BEN NOTA ARROGANZA E DEMENZA (leggi: cattiveria, stupidità, antisemitismo inutile, controproducente, abbietto…) dei pinkfloyd quanto la facilità che hanno nel trovare in giro TANTI COGLIONI che gli danno credito e li ascoltano… in ogni senso! Ciò significa che, in giro, di COGLIONI ce ne sono veramente tanti!

    Mi piace

  3. R.W….CREDO che sia stato a GAZA per un concerto…
    Ognuno…ha i suoi eroi.
    Con i suoi viaggi…un pò di cervello se lo sarà fumato…

    CRONACA..Google…BLITZ..”in Cisgiordania..”Israele arresta 25 membri Hamas..
    Cosa mirata…

    Mi piace

  4. Ho rotto un’amicizia proprio su questo discorso.
    Incomprensibile il boicottaggio e il trattamento riservato a coloro che decidono di suonare & co. in Israele.
    Pensa che alcuni mesi fa discutendo del mio sogno di andare un giorno in Israele e di fare un bagno a Tel Aviv ho subito un attacco frontale.

    Mi piace

    • Sapessi quante ne ho rotte io, di amicizie. Di bagni comunque ne devi fare almeno tre: nel Mediterraneo, nel mar Rosso e nel mar Morto.
      Quanto al boicottaggio, visto che sei nuovo da queste parti, guarda il grado di ridicolo a cui sono arrivati

      Che a voler essere giusto un filo maligni, si può anche capire che una come quella sia terrorizzata dalla concorrenza delle patate israeliane

      Mi piace

  5. Loro sono dei grandissimi. Waters è inqualificabile. Il suo lavoro con i Link Floyd mi piace ma ogni volta che leggo un suo intervento lo disprezzo sempre piú.
    La giovane cantante, oltre al piú rinomato Yorke, avrebbe tanto da insegnare a questi sedicenti attivisti.

    Mi piace

  6. Ciccio Primo ha invitato tutti alla moderazione.
    Se ne deduce che Israele dovrebbe togliere i metal detector; non si capisce che cosa si deve dedurne per quanto riguarda i palestinesi. Magari domani lo dice, che congratularsi con i genitori di un adolescente pluriomicida non è segno di moderazione. Aspetto molto fiducioso.

    Mi piace

    • Ricordo il signor Lamberto Dini, all’epoca ministro degli Esteri, che immediatamente dopo l’attentato al Dolphinarium, mentre ancora gli israeliani stavano raccattando su dai muri e dai finestrini delle auto in sosta brandelli di carne e di budella e di cervello dei loro figli, invitava entrambe le parti alla moderazione. I conati di vomito sono gli stessi, per il signor Lamberto e per il signor Ciccio.

      Mi piace

    • Che prendono posizione apertamente non molti; che non si sbilanciano davanti a un microfono e una telecamera, ma che il giorno in cui si trovassero a dover scegliere fra cittadinanza israeliana e palestinese si terrebbero ben stretta quella che hanno e che gli garantisce diritti che i palestinesi neanche si sognano, parecchi.

      Mi piace

  7. “Sto con i Radiohead e la loro decisione di esibirsi. Speriamo che il dialogo continui, contribuendo a portare alla fine dell’occupazione e a una soluzione pacifica”
    Qui non mi è chiaro, di quale occupazione sta parlando?

    Mi piace

    • Di quella di cui parlano tutto il mondo e tutti i giornali e tutti i politici. E nonostante sia convinto che Israele stia occupando un territorio che non le appartiene, condanna il boicottaggio e approva chi si va a esibire in Israele: ti pare poco?

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...