IL CROCEFISSO E LA CARBONARA

Vi sembrano due cose del tutto estranee fra di loro? Ebbene, vi sbagliate.
(ora a quanto pare, grazie al clamore mediatico sollevato dall’incredibile vicenda, sembra che vi si sia posto rimedio; ritengo tuttavia che sia utile parlarne ugualmente)

Londra, bimba cristiana di 5 anni affidata a una famiglia islamica

Nemmeno le sue lacrime di bambina li ferma. Dal collo le hanno strappato la collanina con il crocefisso e durante il giorno la obbligano a studiare l’arabo.
Quando, poi, si siede a tavola deve uniformarsi ai diktat del Corano. Gli spaghetti alla carbonara, per esempio, sono banditi. Perché, come le è stato subito spiegato dalla famiglia a cui è stata affidata dai servizi sociali inglesi , “qui il maiale è vietato”. Ai nuovi genitori, entrambi di fede islamica, non importa che la bimba sia cristiana e tantomeno gli importa che abbia appena cinque anni. E così la vessano ogni giorno facendola piangere a dirotto e impartendole una violenza psicologica che sta indignando tutto il Regno Unito.
A rendere pubblica la clamorosa decisione dei servizi sociali del distretto di Tower Hamlets, uno dei più multiculturali della capitale britannica, è stato il quotidiano The Times. Nonostante l’opposizione dei genitori, la bambina è stata affidata a due famiglie di islamici osservanti. La notizia, che è stata ripresa in Italia dal Corriere della Sera, ha subito diviso l’Inghilterra scatenando un accesissimo dibattito e forte indignazione. Stando alle leggi inglesi, infatti, quando i servizi sociali sono chiamati a scegliere sull’affido di un bambino, dovrebbero tener presente “la religione, il background linguistico e culturale, la razza”. In questo preciso caso non lo hanno fatto creando una frattura senza precedenti. “La piccola è bianca, inglese, ama il calcio ed è stata battezzata in chiesa – racconta un amico della famiglia – ha già subito il trauma di essere separata dai genitori e ha bisogno di essere circondata da una cultura che conosce e ama. Invece – continua – è intrappolata in un mondo che non conosce e la spaventa”.
Da sei mesi la bambina vive con musulmani osservanti. Nella prima famiglia a cui è stata affidata la moglie indossava il niqab, mentre in quella attuale tutte le donne sono costrette a vestire il burqa per uscire di casa. A svelare il dramma di questa bambina è stato un supervisore dei servizi sociali che, ai microfoni del Times, ha raccontato le violenze a cui la piccola è sottoposta quotidianamente. “È molto provata – racconta la fonte che ha chiesto di rimanere anonima – e chiede di non tornare nella casa della famiglia affidataria perché non parlano inglese”. Non solo. Secondo la madre, le famiglie musulmane affidatarie starebbero cercando di plagiare la figlia. Recentemente la piccola le avrebbe confidato: “Pasqua e Natale sono feste stupide” e “Le donne europee sono alcolizzate e idiote”. (qui)

Ecco dunque la Londra multietnica del sindaco musulmano. Magari sono di quelli che fanno petizioni e manifestazioni contro gli esperimenti su cavie animali, ma quelli su cavie umane gli vanno benissimo. E, per inciso, non conosco esperimenti animali che consistano in sei mesi di tortura ininterrotta, ma farlo su una bambina di cinque anni – affidandola oltretutto a gente per la quale è perfettamente lecito prendere piacere sessuale anche da una bambina in età di allattamento – non è un problema.

Aggiungo qualche commento, che mi sembra particolarmente interessante. Inizio con due contenenti suggerimenti pratici.

Su, dai, ditemi che non è vero, e che si aveva bisogno di qualche notizia farlocca ma di effetto per vendere qualche copia in più. Vi vorrò bene lo stesso. Ma se la notizia è vera bisogna che si comici a contattare degli amici americani. Si chiamano Smith & Wesson. Sono famosi per risolvere problemi. E qui se ne è creato uno, che ci interessa moltissimo e ci tocca da vicino. “Dordolio”

@ Dordolio: Niente da eccepire per “quegli amici americani”, ma non serve andare tanto distante: Ne abbiamo tanti di NOSTRI, la maggioranza abita in Gardone Val Trompia, provincia di Brescia. Si chiamano Beretta, Bernardelli, Glisenti, Tanfoglio, Sabatti, FIOCCHI… E sono MOLTO AFFIDABILI nel risolvere le situazioni CRITICHE… Basta AVERE LE PALLE. “Menono Incariola”

Non sono sicura al 100% sui bersagli scelti da questi due signori, ma se posso dire la mia, io comincerei in ogni caso dagli operatori dei servizi sociali.
PS: splendido giocattolino la Beretta 22 a canna lunga: non troppo pesante, maneggevole, assolutamente precisa.
Beretta 22 L

Ma dopo i populisti fascisti xenofobi islamofobi eccetera eccetera, arrivano anche i saggi.

E se avessero affidato un bambino Musulmano a una famiglia cristiana? E se avessero affidato la bambina “cristiana” a una famiglia atea? Da quando in qua in uno Stato LAICO gli affidamenti di bambini soli si fanno in base alle confessioni religiose? “Omar El Mukhtar”

NOTA A MARGINE: Omar al Mukhtar, quello vero, è stato un eroe della resistenza libica contro l’invasione e la spietata occupazione coloniale italiana, catturato all’età di settant’anni e impiccato dopo un processo sommario con sentenza già stabilita. Questa gran testa di caprifoglio marinato invece non riesce a capire perché un bambino non possa essere affidato a gente che non parla e non capisce la sua lingua (gente che vive in Inghilterra – e chissà da quanto, visto che sono inseriti in un sistema e conosciuti dai servizi sociali – e non sa una parola di inglese: serve dire altro?) e la tortura in ogni modo possibile.

Sul fatto che le donne occidentali siano alcolizzate e stupide purtroppo non puoi darle tutti i torti…

Fanno eccezione, immagino, la mamma la sorella la moglie e la figlia dello scrivente.

Perché la Bambina è in affido? Un intervento dei Servizi Sociali fa supporre che il disagio della sua famiglia è talmente grave da comprometterne crescita fisica e morale. Quale bambino non piangerebbe nell’essere stato sottratto ai propri genitori. Questo è un esempio (l’ennesimo) di uso strumentale delle notizie. Notizie totalmente decontestualizzate e confezionate ad arte per creare il dissenso e alimentare il vostro odio!! Prima o poi l’avrete questa guerra con due miliardi e mezzo di musulmani.. Quando l’avrete brinderete al vostro disegno di odio e morte!

Qui, mi dispiace per i più sensibili fra i miei lettori, ma proprio non ce la faccio a usare fantasiosi eufemismi: questo qua è una mastodontica testa di cazzo, e temo che il mio vocabolario non contenga parole sufficienti a commentarlo. Interessante il numero dei musulmani, tra l’altro (wishful thinking?)

E infine arriva il più furbo di tutti:

ho letto un articolo. Sarebbero gli ebrei che stanno cercando di scatenare una guerra tra occidente e islam per tirare l’occidente dalla loro parte. E c’è bisogno di scatenare tutto sto casino? certo che l’occidente sta con gli ebrei. Qualche dubbio?

Ma no, perché mai dovremmo avere dubbi? Lo sappiamo benissimo che gli ebrei hanno il vizio cronico di scatenare guerre: hanno scatenato la prima guerra mondiale per il gusto di farla perdere alla Germania, hanno scatenato la seconda per precipitare il mondo nel bolscevismo, come aveva lucidamente profetizzato un tizio con dei baffetti ridicoli, e adesso stanno organizzando la terza fra l’occidente e l’islam: tutto come da programma. Se poi è anche scritto in un articolo, sarebbe davvero follia avere qualche dubbio.

La bambina comunque, dopo sei mesi di tortura, è stata finalmente tolta ai suoi aguzzini e affidata alla nonna (ah, ma c’era una nonna? Una nonna in grado di prendersene cura? Una nonna disponibile a prendersene cura? Ma allora…)

barbara

    • Non vedo in che modo quanto scritto in questo documento contraddica quanto detto dai giornali: non l’hanno data alla nonna perché “mancavano prove della sua affidabilità” (e ci hanno messo sei mesi ad acquisirle?), e la bambina è stata affidata a dei musulmani. Perché non c’era nessuno della sua lingua e delal sua cultura disponibile: ma veramente? Dove i musulmani sono pur sempre ancora una minoranza, per quanto forte, nessuno della maggioranza era disponibile? Ma per piacere!

      Piace a 1 persona

      • che i giornali possano avere riportato fatti e circostanze (di una vicenda che la stessa corte ha definito complessa) in maniera non fedele o per finalità strumentali è tutt’altro che improbabile. Dalla lettura del documento riportato sopra può evincersi, tra le altre cose, che:
        1) l’assistente sociale incaricato di seguire il caso non aveva espresso alcuna particolare preoccupazione per il benessere del bambino, dando atto nella sua relazione che lo stesso riceveva le dovute cure dai genitori affidatari;
        2) la nonna materna è di origine musulmana (documents including the assessment of the maternal grandparents state that they are of a Muslim background) anche se non praticante;
        3) la nonna materna (ora affidataria) ha chiesto di portare la nipote nel paese di origine (il Tribunale avrà bisogno di ulteriori elementi per valutare la sua domanda).
        Inoltre, sembrerebbe (in questi termini, il Telegraph ) che la nonna materna non conosca proprio alla perfezione la lingua inglese, se è vero che la stessa Corte ha dovuto prevedere la traduzione di ogni suo rapporto.

        "Mi piace"

        • Dipende da che cosa si intende per “ricevere le dovute cure”: se riceve sufficiente nutrimento e l’igiene è accurata penso che si possa, volendo, dire che riceve le dovute cure, il che non significa necessariamente che il bambino stia bene. Se l’assistente sociale e la madre dicono due cose totalmente contrastanti, magari un dubbio sulle dichiarazioni di un’istituzione che ha già fatto una colossale bestialità potrebbe anche venire.
          Da quello che ho capito io, la nonna ha accettato di rimanere lì.
          Una nonna di origine musulmana non praticante suppongo sia una che probabilmente non reciterà il padrenostro insieme alla nipote, ma non le toglierà il crocefisso e non le farà il lavaggio del cervello.

          "Mi piace"

        • dico solo che in vicende così complesse è lecito nutrire dei dubbi (ci mancherebbe altro), ma pretendere che la verità stia solo da una parte è esercizio che espone al rischio di apparire scarsamente obiettivi.

          "Mi piace"

        • Se alla fine l’hanno tolta di lì, immagino che significhi che qualche riscontro lo avranno trovato, no? Poi tu sai, anche per esperienza personale, che io so anche quello che non è mai stato detto, quindi fidati: la bambina stava male.

          Piace a 2 people

        • Posso interloquire ancora un istante? Qua NON si tratta se stava male o no… STARE MALE CI STAVA ECCOME, ANZI MALISSIMO (salvo scoprire prima o poi che sia una frequente e ricorrente bufala giornalistica… non sarebbe la prima e non sarebbe nemmeno l’ultima, MA in questo caso NON LO CREDO!). Qui si può azzardare tranquillamente l’ipotesi che una tale situazione “anomala”, folle, ai confini del crimine legalizzato e istituzionalizzato (nonché infibulazioni con annessi e connessi a parte…) prima o poi può “allegramente” sfociare in un omicidio o in un suicidio a danno della bambina o di altre bambine!… Nessuno potrebbe farmi cambiare idea in proposito! SEMPLICEMENTE ABERRANTE! Se potessi ABBATTEREI i genitori in primis!!! E non mi si parli di usanze tribali, di ignoranza, di trazinioni o di altri pruriginosi giustificazionismi… NON CI CASCO!

          "Mi piace"

        • Posso interloquire ancora un istante? Qua NON si tratta se stava male o no… STARE MALE CI STAVA ECCOME, ANZI MALISSIMO (salvo scoprire prima o poi che sia una frequente e ricorrente bufala giornalistica… non sarebbe la prima e non sarebbe nemmeno l’ultima, MA in questo caso NON LO CREDO!). Qui si può azzardare tranquillamente l’ipotesi che una tale situazione “anomala”, folle, ai confini del crimine legalizzato e istituzionalizzato (nonché infibulazioni con annessi e connessi di contorno…) prima o poi può “allegramente” sfociare in un omicidio o in un suicidio a danno della bambina o di altre bambine!… Nessuno potrebbe farmi cambiare idea in proposito! SEMPLICEMENTE ABERRANTE! Se potessi ABBATTEREI i genitori in primis!!! E non mi si parli di usanze tribali, di ignoranza, di tradizioni o di altri pruriginosi giustificazionismi… NON CI CASCO!

          "Mi piace"

      • Se leggi tutto il documento attentamente, si dice che la nonna è straniera, con permesso di soggiorno in via di scadenza(che sarà prolungato appositamente dal momento in cui la nonna ha accettato di prendersi cura della piccola a Londra. Inizialmente era disponibile a prendersene cura portando la bambina con sè all’estero, nel suo paese di origine.)
        Questo spiega perchè non sia stata affidata immediatamente alla nonna!

        Inoltre la famiglia materna(i nonni) ha dichiarato di essere di origine musulmana(ma non praticanti), mentre la madre sostiene di avere origini cristiane.

        Insomma, varie cose non tornano…non dico che sia tutto falso, ma che i giornalisti ci abbiano “ricamato sopra” per fare lo scoop mi sembra probabile!

        "Mi piace"

        • Sarà straniera ma è sua nonna, cazzo!
          E non puoi dire che “non torna” la questione della religione della nonna dato che nessun articolo fra tutti quelli che denunciano la cosa ha mai nominato la nonna, venuta fuori solo con il provvedimento del tribunale che toglie la bambina alla famiglia affidataria per darla alla nonna.

          "Mi piace"

        • Secondo me quadra perfettamente la versione dei giornali, ma certo neanche il documento ufficiale pubblicato per smorzare le polemiche è del tutto credibile.

          Come giustamente fai notare in un commento sopra “Se alla fine l’hanno tolta di lì, immagino che significhi che qualche riscontro lo avranno trovato, no?”

          Insomma, probabilmente, vista la riservatezza del caso, non si saprà mai l’intera verità!

          "Mi piace"

  1. Sembra che per i sevizi sociali…sia indispensabile che la famiglia affidataria abbia una
    forte credenza religiosa…in quanto sia piu’ affidabile per la crescita degli affidati . Poco importa..quale!…?
    Un’ amico di infanzia del mio coinquilino..” France..” voleva adattare…grandi difficoltà con
    i vari servizi nazionali. Non gli restò che rivolgersi alla chiesa..riuscendo ad adottare 2 bambini di Haiti…” …bambini fortunati..” famiglia normale..e non bacchettona…
    I servizi sociali…alla larga! Quando è possibile.. Non di rado arrivano a creare dei veri casini riguardo agli affidamenti Spesso diventano dei veri e propi casi…
    Arrivano a saltare alcune possibilità…come ricorrere a parenti…nonni compresi pur avendone tutte le caratteristiche positive.
    E…come accade…non sempre le famiglie affidatarie sono così positive e fortemente motivate nei veri requisiti…solo tipo allevamento …, per fortuna vi sono quelle opposte..
    Madornale idiozia…affidare un minore ad una famiglia musulmana, per la vera chiusura
    mentale che per mezzo del loro credo li spinge ad adottare tutte le soluzioni legate alla
    crescita, educazione nel loro sistema di vita fra i piu’ negativi specialmente per chi è
    vissuto in un clima tutto diverso respirando un certo grado di libertà e la serenità di una
    normale crescita viene a mancare creando ulteriori e forti problemi probabilmente maggiori
    della famiglia di origine…Vero schoch per la bambina…c’ è da ricucire..risolvere anche questo danno subito nei mesi di questa forzata ed incivile convivenza…adesso che in questo è stato superato…sembra felicemente..” la nonna…”.
    Quello che mi sgomenta…la non comprensione che questi popoli…vivono , prosperano..
    nel loro credo religioso …che si amalgama con le loro leggi..
    Ed i nostri politici vogliono obbligarci a questa forzata convivenza sempre piu’ numerosa
    non voluta…ma imposta dagli ospitanti …e loro..gli ospiti specialmente i musulmani ci rifiutano volendo imporre le loro idee..modo di vivere che non può essere accettato da chi
    è nato e cresciuto in un clima democratico.
    AL qui…ho letto i commenti..ne ho preso uno..
    La stupidità non ha confini!!!…Ma crea danni alla persona !!!

    "Mi piace"

  2. io non penso tanto alla religione quanto all’ignoranza e alla mancanza di rispetto della fede altrui
    chi sa in una famiglia ebrea ortodossa se le avrebbero fatto tenere il crocifisso. ma le famiglie ebree ortodosse non sono affidabili…
    sembra una leccata di culo al sindaco musulmano, il quale è però assai più intelligente degli operatori sociali

    Piace a 1 persona

  3. A corollario:
    APPUNTO… c’era la nonna (affidabile???), ma certamente meno aguzzina degli affidatari, spero… QUINDI IN OGNI CASO, TUTT’INTORNO, UNA SMISURATA LEGIONE DI TESTE DI CAZZO! All’occorrenza il mio, di vocabolario, contiene ulteriori “opzioni”… quindi evitate di confutarmi a scanso di ulteriore turpiloquiooooooo… QUESTA “tragedia” mi ha fatto diventare più verde di un ramarro… ricordandomi anche alcune conversioni subdole e forzate in tempo di guerra… indovinate un po’ a danno di chi??? E questo volevo dimenticarlo… quindi secondo travaso di bile!!!

    Piace a 1 persona

  4. Non so come commentare, anche perché è dal post della pizzica che mi era impossibile farlo.
    Se vi dicessi che sono riuscita a cambiare pass, e che “parola” ho scelto e ho visto accettata..!!!
    Ma niente emoticon.. pazienza.

    "Mi piace"

  5. Savoia chi? Quelli del luglio/agosto 1938???… Quelli che, ancora pochi anni fa, dissero: “On s’est déjà excusés!…”. Vero, sig.ra Doria! Ancora un anno e saranno 80 anni che gli SCIACALLI si sono palesati… non dimenticando naturalmente i DUE MILLENNI PREGRESSI

    "Mi piace"

      • ahah bella risposta…ma scherzi a parte, quanti altri “mediatori culturali” di origine islamica o indiana(magari un po’ più furbi, quel tanto che basta per non auto-sputtanarsi su FB) la pensano più o meno così?

        Visto che “Non è consentito dalla normativa vigente in materia di riservatezza dei dati sensibili, effettuare accertamenti o indagini sulle opinioni personali dei collaboratori, in fase di selezione e nel corso del rapporto di lavoro.”, immagino che possano essercene non pochi!

        "Mi piace"

        • Appunto!
          Poi a parte le violenze sulle ospiti(che si spera siano l’eccezione!), in teoria il mestiere del mediatore culturale dovrebbe essere quello di aiutare gli stranieri ad integrarsi, perciò il fatto che non condivida esso stesso uno dei principi cardine della nostra società(l’uguaglianza di diritti tra uomini e donne, la libertà sessuale, il diritto all’autodeterminazione, la libertà religiosa, ecc..), è grave.

          Comunque pretendere di far cambiare mentalità su certe questioni ad uomo adulto è utopico(se uno è vissuto per 50 anni in una società in cui lo stupro in alcune circostanze è cosa accettabile e giusta, e l’inferiorità femminile è un dogma, è impossibile che cambi idea con un corso di integrazione!), se poi pure gli addetti all’integrazione condividono le stesse idee in contrasto con i nostri valori, non c’è speranza di far cambiare idee nemmeno ai più giovani.

          "Mi piace"

        • In teoria il mediatore dovrebbe essere un ponte, uno che conosce bene entrambe le lingue e le culture, mentre capita di leggere di stranieri accompagnati al pronto soccorso da “mediatori” che non sanno una parola di italiano e ne capiscono sì e no dieci di inglese.

          "Mi piace"

  6. Affidare bambini sulla base di:

    la religione – Sono d’accordo
    Il background linguistico e culturale – Sono d’accordo
    la razza – non sono d’accordo. La razza non determina le persone

    In italia a Napoli un bambino nero e musulmano è stato affidato ad una famiglia di cristiani (è apparso in un episodio di un programma in TV, dove vi è un napoletano, tale Don Antonio – il programma si chiama ‘il boss delle cerimonie – la sorella adottiva si sposava. Tuttavia, al contrario della famiglia musulmana in Inghilterra, questi genitori napoletani non hanno imposto il cristianesimo al bambino musulmano, ma gli chiedevano cosa preferiva mangiare per non sbagliare. Al contempo, giustamente la famiglia non riniunciava a mangiare il prosciutto davanti al bambino, ed il bambino non era disturbato da ciò).

    Il musulmano che si firma come Omar El Mukhtar so chi è. Leggo spesso i suoi commenti ed è un imbecille che a volte sa di troll nei suoi maldestri tentativi di difendere l’islam.

    – Interessante il numero dei musulmani, tra l’altro (wishful thinking?) – Mi sfugge il numero di musulmani nel mondo. Ha detto due miliardi e mezzo, noi (esseri umani) siamo 7 miliardi. Qual’è la cifra esatta?

    Le uscite antisemite ormai non si contano, o sono gli ebrei o sono i sionisti, o è Israele, siam sempre li.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...