INFORMAZIONE IMPORTANTISSIMA PER TUTTI VOI

Come ormai tutti sicuramente saprete, dopo la coraggiosa denuncia di Asia Argento nei confronti del maiale Havey Weinstein, EBREO, suo amante per cinque anni reo di averla stuprata approfittando della sua giovinezza e della sua ingenuità, il mostro che le ha fatto vivere un incubo,
Asia-Harvey
adesso «ha paura, non esce più di casa per timore degli agenti del Mossad assoldati da Weinstein: questa è gente che spara, che minaccia. Asia teme per la vita sua e dei suoi figli», e ancora, «sono agenti segreti, sono del Mossad che è poi uno dei servizi segreti più crudeli del mondo», come rivela suo padre, quel sant’uomo di Dario Argento. Vi viene da ridere? Fate male, anzi malissimo! Potreste giurare di non avere mai dato dell’imbecille a un ebreo? Eh? Potreste metterci la mano sul fuoco? Dopotutto mica tutti sono ortodossi, mica tutti girano con kippà, peot e le quattro frange del talled che escono da sotto la camicia o, in alternativa, un tatuaggio sulla fronte che dice “io sono ebreo”. Magari non lo sapevate affatto che era ebreo, ma lo era, e voi gli avete dato dell’imbecille e adesso avete il Mossad alle calcagna
Uncle_Sam_pointing_finger
e non lo sapete, non vi rendete conto dei pericoli che state correndo e che state facendo correre ai vostri figli, razza di incoscienti che non siete altro.

E adesso vi racconto una storia mia. Vengo da una famiglia poverissima, sono nata in una stanza in subaffitto con un gabinetto in comune con altre tredici persone, e ci sono rimasta fino a otto anni. Per poter studiare ho sempre lavorato, facendo praticamente di tutto, anche l’operaia e la donna di servizio. Un giorno, durante l’estate, un tizio che frequentava un circolo che frequentavo anch’io, mi propone di lavorare per una settimana in un suo ufficio al posto di un’impiegata che è in ferie, e naturalmente accetto di corsa. Il terzo giorno mi dice: “Tu che sei brava in matematica, vieni nell’altro ufficio a darmi una mano a sistemare la contabilità”. Usciamo dall’ufficio, entriamo in un condominio poco più in là, saliamo al terzo piano ed entriamo in un appartamento adibito (anche) a ufficio. Ci sediamo a una scrivania, uno di fronte all’altra, e comincia a raccontarmi che la tale impiegata è stata per anni la sua amante e quando si è sposata le ha fatto un ricchissimo regalo, e che l’ultima impiegata (quattordicenne!) è anche lei la sua amante e le fa sempre dei generosissimi regali, poi ha provveduto a informarmi che gli altri appartamenti di quel piano e tutto il piano sotto e tutto quello sopra sono vuoti e quello è blindato e uno potrebbe urlare fino a frantumarsi le corde vocali, garantito che nessuno lo sentirebbe, dopodiché mi è saltato addosso. La fortuna è stata che da due mesi, in quel circolo, tutti i giorni prendevo una barca e remavo per un paio d’ore.
Il tizio in questione non aveva un nome che sta sui giornali, e come lui ce ne sono milioni. Le donne che finiscono sotto le mani di questi individui sono decine, centinaia di milioni, non sempre hanno braccia allenate da un centinaio di ore di voga, e non sempre hanno alle spalle una famiglia poverissima, ma che un piatto di minestra riesce bene o male a metterlo in tavola. E non hanno nomi che permettano loro di ottenere attenzione da giornali e televisioni. Che cosa vuole significare questa storia? Niente, assolutamente niente: è una banalissima storia identica a milioni di altre storie altrettanto banali, tranne che per me dopotutto è finita bene e per tantissime altre invece no. E nessuna di noi si è fiondata a vantarsi anch’io anch’io (#metoo), perché quando si subiscono violenze vere c’è davvero poco da fare le belle statuine davanti alle telecamere.

PS 1: ma sarà poco carina la storia del più potente servizio segreto del mondo che si fa assoldare da un porcellucolo di mezza tacca che sta dall’altra parte del mondo per andare ad ammazzare le sue accusatrici? E che, in aggiunta, ordisce complotti inventando stupri e sevizie ai danni di un onest’uomo musulmano puro e innocente come acqua di sorgente?

PS 2: se in una notte senza luna, in mezzo a un bosco, disarmati, vi trovaste di fronte il capo del Mossad
yossi-cohen
e questo tizio qui,
dario_argento
qual è che vi farebbe più paura?

barbara

  1. il PS2 non è carino. Dario è brutto, ma non sempre il brutto è pericoloso, tant’è che il più pericoloso(non certo per un’attrice)è quello bello della foto sopra.
    che abbia detto una serie di puttanate, dalla figlia pura e perfetta, stuprata a 16 da uno che lui sa chi è stato e non l’ha ancora incontrato ma quando sarà, eeeh, allora sì che gli dirà quello che pensa, al mossad che ti ammazza se sei antipatico a Weinstein è fuor di dubbio.
    ho letto il CA della figlia è stata violentata nel 1991, nel 1992 lavora a Le amiche del cuore (1992) di Michele Placido. potremmo, sulle parole del padre supporre che sia Placido lo stupratore
    Pare che la signora abbia in questa botta di notorietà avuto una bella opportunità, guest director al film festival di torino, in cui piangerà ricordando le molestie subite ogni volte che raggiungeva il suo amante stupratore in USA.
    Cazzarola, è davvero terrorizzata dal Mossad!

    "Mi piace"

    • Non ho chiesto chi è più pericoloso: ho chiesto chi, a trovarselo davanti, fa più paura. Io, se mi trovo davanti quella faccia, mi cago addosso, garantito, non tanto per la bruttezza quanto per gli occhi da psicopatico (anni fa, in un momento di onestà, A.A. ha detto: “Scusate, ma come fa a essere normale una che esce da una famiglia come la mia?”). Yossi Cohen se non so chi è non mi fa paura perché ha un aspetto tranquillo e rassicurante, se so chi è mi fa ancora meno paura perché so con certezza che, per quanta gente possa avere ammazzato, a me sicuramente non torcerà un capello. Quanto alle affermazioni dello psicopatico, sono semplicemente incommentabili.

      Piace a 1 persona

  2. Ti pareva…che non arrivasse ad infilarci Mossad. Il padre..Argento farnetica..come se fosse una trama di un suo film…purtroppo anche questi non hanno piu’ un certo spessore
    nel loro genere da tempo. Anche Asia…è ..sembra disoccupata da tempo.
    Riguardo ..alla sua storia con il produttore..il suo ex compagno ha trasmesso quello che
    sa..cosa durata e protratta nel tempo..anche con suoi viaggi dagli USA..solo per incontrarla. Talvolta..lo ha anche snobbato..e la cosa è continuata. Così sembrerebbe che
    fosse lei a gestire questo rapporto. Mi sembra che abbia fatto un solo film negli USA..e non
    ha sfondato..
    Ho voluto vedere il pensiero della Lucarelli..e poi ho trovato abbinato quello di Luxuria ,
    belle schiette e chiare..difendendo le ..vere vittime di stupri che vanno anche oltre a questo
    per la violenza. Di porci come il produttore…capita di incontrarli..anche con degli approcci..
    Io temo..mi fanno piu’ paura..tipo quelli ..comuni , di branco..o solitari..
    Mossad…! Ma ha perso la testa…hanno cose piu’ importanti..anche serie di cui occuparsi !

    "Mi piace"

        • Mah. Ho letto le prime quattro schermate, alle altre 23 ho rinunciato: una storia che ha bisogno di 27 schermate per raccontare che avrebbe assoldato delle spie, già in partenza non è credibile. E, come ha ricordato qualcuno recentemente, non dimentichiamo Dominique Strauss-Kahn, eliminato dalla corsa all’Eliseo con una accusa di stupro dimostratasi totalmente falsa.

          Piace a 1 persona

        • Inoltre Ronan Farrow(l’artefice di tutta questa manfrina scandalistica sui presunti abusi sessuali a Hollywood) è figlio di Woody Allen, che come è noto si è separato dalla madre Mia Farrow in maniera decisamente poco pacifica, tradendola con la giovane 19enne figlia adottiva della Farrow(nonché sorellastra adottiva di Ronan Farrow). E Mia Farrow per vendicarsi accusò falsamente( dico falsamente perché Allen è stato prosciolto dalle accuse, poi la giustizia terrena può anche sbagliare, la verità la sanno solo i diretti interessati) Woody Allen di aver abusato di un’altra sua figlia adottiva, che all’epoca aveva 7 anni.

          Vista la travagliata storia familiare, direi che Ronan Farrow(che del padre naturale non porta neanche il cognome!) ha i suoi comprensibili motivi per odiare il padre Allen, e tutto ciò che glielo può ricordare…di riflesso diciamo che potrebbe non avere particolare simpatia per gli uomini dalla vita sessuale un po’ troppo esuberante e libertina e per gli ebrei!

          Queste sono solo ipotesi, può darsi che non c’entri nulla con questo “scandalo” di stampo puritano, però mi pare una coincidenza curiosa.

          Piace a 1 persona

        • Ah ecco, allora è tutto chiaro. Quanto all’altra storia, ricordo la vicenda: l’accusa era basata sul fatto che la bambinaia lo avrebbe spiato dal buco della serratura e sarebbe stata lì a guardare per tutto il tempo che lui ha (avrebbe) abusato della bambina per poi poter riferire per bene. Cioè tu vedi un adulto che abusa di una bambina di sette anni e l’unica cosa che ti viene in mente di fare è di stare lì a guardare di nascosto lasciandolo continuare in santa pace! Se la storia fosse vera, la prima da mettere in galera, prima ancora di lui, sarebbe la bambinaia.

          Piace a 1 persona

        • Sta storia della baby sitter che spia lo stupro della bambina dal buco della serratura non la sapevo…se il racconto era così, molto probabile che le accuse fossero inventate, e Allen, nonostante non sia uno stinco di santo, in quel caso fosse davvero innocente!

          "Mi piace"

  3. All’inizio dell’intervista ho visto un Dario Argento tutto “papino bravino preoccupatissimo per la figliola”, mi faceva quasi simpatia. Quando ho sentito parlare del Mossad, ho aperto le orecchie,che c’entrava il Mossad? Dopo un poco, la frase sugli agenti del Mossad che sono i più crudeli, allora ho anche pensato che quel Weinstein doveva essere ebreo, avevo visto giusto, e punto. Niente di nuovo sotto il sole. Solito antisemitismo. Chi andrà a vedere un film di Dario Argento d’ora in poi alzi la mano. Io spegnerò il televisore.

    Piace a 1 persona

  4. Riguardo all’ultima domanda: Ti piace vincere facile, eh?
    Per il tema generale stendiamo un velo pietoso, eventualmente accompagnato da una serie di ceffoni in cuoio bulgaro (cit.) per il paparino e la degna figlioletta.

    "Mi piace"

    • Non è che mi piaccia vincere facile in assoluto, ma dopo un tot di vittorie difficili c’è bisogno di un minimo di riposo, e allora cerco di andare sul sicuro.
      Più che un velo, qui servirebbe una trapunta matrimoniale pietosa. Meglio ancora un tendone da circo, dovesse capitarne uno per le mani. Ma sempre rigorosamente pietoso, eh!

      Piace a 1 persona

  5. «ha paura, non esce più di casa per timore degli agenti del Mossad assoldati da Weinstein: questa è gente che spara, che minaccia. Asia teme per la vita sua e dei suoi figli»
    Ha detto proprio così?

    Per quanto riguarda i due uomini, chi fa paura, non è solo ‘gli occhi da psicopatico’. c’è un motivo molto più profondo, legato a come percepiamo le forme basi (a livello inconscio).
    Il capo del Mossad ha forme rotondeggianti/squadrate. Il cerchio e il quadrato sono forme che in qualche modo evocano impressioni positive (Il quadrato è più neutro)
    Il secondo ha il volto triangolare, e tra l’altro con la punta verso il basso, e di forma oblunga. Il triangolo evoca spesso sensazioni negative

    https://50173199james.wordpress.com/2015/09/15/visual-storytelling-shapes-in-character-design/
    Si usa nel fumetto e nei cartoni animati, sulla base però di simboli che vengono universalmente percepiti in un certo modo, al di la della cultura d’appartenenza.

    Piace a 1 persona

      • Il gatto paciocco, peloso e delle razze europea, british e americana in effetti risulta più carino. Allo sphynx (e ai gatti orientali in generale, come il siamese) ci si deve fare l’occhio, di primo acchito, viste le loro forme aguzze.

        Sempre meglio di Dario argento comunque

        "Mi piace"

        • Come spiegato nell’articolo che hai linkato, sono istinti ancestrali che ci portano ad essere attratti da esseri viventi dalle forme tondeggianti e non da quelle aguzze. Non credo proprio che potrei “fare l’occhio” a qualcosa che trovo repellente, e soprattutto non vedo per quale ragione dovrei fare l’occhio a qualcosa con cui non sono obbligata ad avere a che fare.
          Diciamo che Dario Argento è peggio: mi sembra più corretto detto così.

          "Mi piace"

      • Ecco, parliamo di un tema più serio: Foto di gattini!
        (Non lo so mica se sto facendo dell’ironia stavolta), secondo fonti attendibilissime (un libro che ho comprato alle medie, ma fatto bene) lo sphinx è una razza nata in Canada, anche se ne esiste una variante messicana, quindi non può essere definito gatto egiziano, per quanto si faccia chiamare sfinge. Poi se si è trasferito dai parenti sotto le piramidi a causa del freddo non posso saperlo, ma i gatti tradizionalmente egiziani sono l’abissino, che sembra un leone in miniatura( senza criniera ovviamente) e il mau che sembra una via di mezzo tra un europeo molto delicato e un leopardo.
        Entrambe le razze sono antichissime, si ritiene risalenti al tempo dei faraoni, quindi gli attuali occupanti Egitto non possono rivendicarli come opera loro, anche se stamattina ho letto di un imam(?) che rivendicava pure Shakespeare come muslim! Propongo una petizione online per mettere bene in chiaro che Guglielmo Crollalanza era messinese!
        E se pensate che questa sia la più grossa sciocchezza della giornata vuol dire che non avete navigato abbastanza, io ne ho trovate almeno due peggiori!

        "Mi piace"

        • E tu lo sapevi che è arabo musulmano anche Maimonide? Per non parlare del profeta Issa, da noi ribattezzato Gesù.
          Ho vissuto un anno in Somalia, e i gatti che vedevo lì erano del tipo che chiamiamo abitualmente egiziano, ossia col muso aguzzo. Quanto al resto, come detto altrove non sono gattara, né nella pratica né nella teoria (a differenza dell’auto, che riesco a guidare anche con vertebra fratturata e busto ortopedico, e quando qualcosa non va sono sempre in grado di dire al meccanico che cosa ESATTAMENTE non va, tipo “quando sterzo sento un rumore sul giunto anteriore destro”, e infatti si era rotta la cuffia del giunto anteriore destro), e quindi mi fido di chi è più competente. E in effetti anche il mio si chiama canadian, come si può vedere passando il mouse, però se ha deciso di chiamarsi sfinge avrà ben avuto le sue ragioni, no?
          Sul fatto che gli invasori arabi dell’Egitto così come di tutto il nord Africa e di tutto il Medio Oriente non hanno niente da rivendicare come proprio, siamo perfettamente d’accordo.
          Quali sono le due peggiori che hai trovato?

          Piace a 1 persona

        • Lo Sphinx è nato in Canada, ma la razza ‘madre’ è orientale.
          Come per gli umani (che sono bianchi, neri e asiatici), anche gli animali cambiano fattezze a seconda del luogo d’origine.
          Solo che poi gli animali subiscono ‘incroci selezionati’ al fine di ottenere determinate caratteristiche (come per lo sphynx, che parte da mutazione spontanea, ma si sono fatti incrociare gatti portatori del gene per avere la nuova razza).
          Ma ciò non significa che le caratteristiche non siano orientali. I gatti comuni (ovvero quelli che si accoppiano spontaneamente senza l’intervento umano, cioè quelli che si vedono in giro per le città) a seconda del luogo hanno aspetto diverso.

          Come leggo da quanto dice Barbara, non crddo che i gatti somali, dalla testa aguzza fossero selezionati. Sono i gatti comuni di quella zona. I gatti comuni in Italia invece sono quelli dal cranio più tondeggiante e dal musetto più corto.

          E si, io sono gattara. Non sono esperta, ma saprò qualcosa di più sui gatti (ho diversi libri sui gatti, oltre ad averne due in carne ed ossa)

          "Mi piace"

        • Visto che la stimatissima signora me lo chiede, cioè se vi ritrovate a leggere questa roba è colpa sua, non mia, rivendico con orgoglio (seeee) la terza posizione per il messinese Crollalanza, conosciuto nei peggiori bar di Cara… Ehm di Stratford upon Avon come Billy il bardo, alle prime posizioni ci sono l’imam(?) di cui sopra e una petizione per togliere la croce dalla bandiera svedese, vi lascio immaginare la motivazione, lanciata da 4Chan ma presa sul serio da almeno 1800 maca… Persone.
          Ci sarebbe anche la Murgia (quella sarda a due gambe, non quelle pugliese coltivabile, so che è facile confonderle) che vorrebbe sostituire la maschilista patria con una cosiddetta “matria” ma essendo flaccida anche come polemista non riesce ad arrivare al podio

          Piace a 1 persona

        • Allo stemma del Real Madrid, se è per quello, la croce l’hanno già tolta

          che uno stemma sportivo, per carità, non è la stessa cosa di una bandiera nazionale, ma insomma, si stanno portando avanti. E comunque quanto a richieste per bandiere era arrivata prima per quella della Svizzera. Dove peraltro, già otto anni fa, Gesù nasceva così

          La matria della Murgia sì, l’avevo sentita. Il Crollalanza (parente della Mira Lanza?) comunque non può essere messinese: se lo chiamavano il bardo (non privo d’ingegno, non dimentichiamolo!) vuol dire che era di Bardonecchia: elementare, Watson.

          "Mi piace"

        • E’ un controsenso. Tutto questo lo fanno per non offendere i muslims, e solo i muslims, ma ho l’impressione che il Gesù tra i minareti, e la Stella di David accostata ad un simbolo islamico come la mezzaluna li offenderebbe di brutto.
          Io intanto lo trovo una pagliacciata.

          "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...