BUONE NOTIZIE, RAGAZZE!

Ho letto un articolo interessantissimo, di cui voglio farvi partecipi. È un nuovo studio sull’orgasmo femminile, condotto da Nan Wise, neuroscienziata della Rutgers University, che ha portato a importanti scoperte. “La prima è che durante l’orgasmo le donne sono meno sensibili agli stimoli dolorosi – la loro abilità [abilità? ndb] nel sopportare un pizzicotto aumenta del 75%” e già questa, diciamolo, è una cosa che sicuramente cambierà la vita a tutte noi. Perché, diciamolo, quale uomo non ha l’abitudine di sbizzarrirsi in pizzicotti a raffica – non avendo nient’altro di meglio da fare – nel momento preciso in cui stiamo avendo un orgasmo? “La seconda scoperta è la demolizione di un luogo comune, secondo cui per raggiungere l’orgasmo, il cervello femminile debba spegnersi dalle preoccupazioni”. Ma ci pensate? Tutte noi lì ad aspettare, per poterci fare una sana scopata, che cessino tutte le guerre del pianeta, che sparisca la fame nel mondo, che zia Guendalina ci perdoni per quella rispostaccia che le abbiamo dato in un momento di nervosismo, che si riesca a fare la pace con la cugina con cui abbiamo litigato, che il datore di lavoro ci firmi il contratto a tempo indeterminato, che il mutuo della casa sia stato pagato fino all’ultima rata, che il tecnico sia venuto a sostituire il rubinetto malfuzionante della caldaia, che il veterinario ci abbia vaccinato il gatto, che nessun parente sia ammalato… e invece adesso possiamo scopare anche lo stesso! Dite la verità che vi state sentendo rinascere!

Ma quello che trovo veramente sorprendente, anzi stupefacente, è l’abnegazione di questa neuroscienziata, che chissà quanto tempo avrà passato appostata accanto ai letti degli scopanti, pronta a scattare quando parte l’orgasmo per mollare pizzicotti e misurare accuratamente il dolore provocato in modo da poterli confrontare col livello di dolorosità dei pizzicotti anorgasmici, e immagino la complessità delle tecniche messe a punto per far sì che i pizzicotti abbiano tutti la stessa identica forza. Per non parlare di quando l’orgasmo risulta troppo breve (sì, lo so, un orgasmo breve è una tragedia, ma a quanto pare esistono davvero, e con la realtà – non c’è niente da fare – bisogna fare i conti) e tocca dire “Spiacente, dovete rifare tutto da capo”. Il Nobel per la medicina, dovrebbero darle.

PS: ma lo saprà, questa, che cos’è un orgasmo?
Nan Wise
barbara

  1. Dài, sta tutto uno scherzo – giusto ai gatti (veri) piace il sadomaso. A tutti gli altri in maggioranza no. Tipa di cui sopra a parte, a quanto sembra.

    (Scappo prima che dalla guepierre tu tiri fuori un gatto alternativo a 9 code…)

    "Mi piace"

    • Scherzi? Quando ho cercato la foto della tizia ho visto un sacco di immagini di gente che veniva infilata nella bara della risonanza magnetica per vedere che cosa esattamente succede nel cervello al momento dell’orgasmo: ma si facessero una buona scopata invece di tutte queste seghe mentali!

      "Mi piace"

    • Delirio! Perversione allo stato puro! Strepitosa poi la conclusione: se muovi la testa più di due millimetri i dati diventano inutilizzabili! Un orgasmo restando immobili! Per tutta la durata della stimolazione, compresa quella operata dal partner, sempre immobili! E pretende di dare a bere che ne verrebbero fuori dati attendibili sull’orgasmo! Oltretutto, vista la situazione immagino che sia possibile unicamente la stimolazione manuale, escludendo ogni altra forma di rapporto e quindi di orgasmo. Per non parlare della differenza fra un rapporto in privato e uno sotto i riflettori e tutto il resto. Vanna Marchi al confronto è un medico da Nobel.

      "Mi piace"

      • Si, poi non si capisce neanche bene cosa cavolo pretendono di scoprire con questo sistema…finora hanno scoperto solo ovvietà che si potevano dedurre anche sulla base dell’esperienza, o studiare tramite un questionario anonimo, senza sottoporre nessuno a questa specie di tortura!

        "Mi piace"

        • Appunto per questo ho parlato di perversione: perché di utilità scientifica o terapeutica non vedo proprio l’ombra. L’unico scopo di tutto questo baraccone è quello di permettere a una persona mentalmente e sessualmente disturbata di esibirsi di fronte a un pubblico mentre manda in orbita il dildo rosso, e osservare gli altri mentre fanno altrettanto, che è l’unica possibilità che ha di godere – si fa per dire. Cioè, ma te lo immagini? Tu improvvisamente hai un’impennata di ormoni, ti fai una sega e poi stai bene, ok, fantastico. Ma lì tu domani mattina alle nove e mezzo hai appuntamento per andarti a fare una sega in clinica, e questo sarebbe un esperimento scientifico. Ma vaffanculo, va’.

          "Mi piace"

  2. (hhihihih ) ti commentero’ a tradimento, cosicche’ ti accorgerai di avermi letta…solo quando ormai satra’ troppo tardi 😀 Ti auguro una Buonissima giornata Barbara ( al prossimo interessante articolo nella speranza che la tua dottoressa riesca a trovare un orgasmo…LUNGO )

    "Mi piace"

      • Ma come? Io vivo di pane, amore ed emoticon. Senza Emoticon si perdono importanti pezzi di messaggio (a mio avviso). Il significato ed il significante ancor più facilmente parton ognun per la propria tangente. Ma sì… posso astenermi, almeno per un pò, almeno qui sintanto che queste son le implicite regole della casa. (E già mi stava scappando di nuovo un’altra faccina… sono irrecuperabile)

        "Mi piace"

      • Ma stimatissima, da un luminare come lei una svista simile non me l’aspettavo! Non parlavo del premio intitolato ad Alfred Nobel ma del premio Ignobel, dedicato alle ricerche scientifiche più ridicole e/o insensate per quanto condotte con tutti i crismi possibili: Una particolarmente “utile” aveva studiato perché una fetta di pane cade sempre dal lato imburrato, dopo lunghi studi ed esperimenti hanno dedotto che il lato guarnito era più pesante.

        "Mi piace"

        • Usti. No, non lo conoscevo, e pensavo che la dicitura I. G. Nobel fosse dovuta appunto all’assegnazione a cloache come Arafat, Obama, Kofi Annan ecc. La fetta di pane comunque no, non diciamo puttanate: quella cade dalla parte imburrata per via dell’infame complotto giudaico finalizzato a far morire di fame tutti i non ebrei e avere la strada spianata alla dominazione del mondo.

          "Mi piace"

        • Questo dovrebbe essere una risposta alla Sua risposta ma il blog non me lo permette: Complotto sionista pure questo?
          Comunque, in nome della verità scientifica, continuerò con la stessa serietà tenuta finora e faccio notare che non siete stati voi a stabilire le leggi scientifiche (non enunciarle eh, stabilirle) e prima che lo faccia Lei, non è merito vostro neanche l’estinzione dei dinosauri. Accontentatevi di aver inventato l’acqua calda.

          "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...