A PROPOSITO DELLA CHIUSURA DOMENICALE DEI NEGOZI

C’è questa petizione:

CHIUSURA DI TUTTI I NEGOZI LA DOMENICA IN TUTTA ITALIA

Ridiamo la possibilità a tutti di riposare la domenica obbligando la chiusura dei negozi in tutta Italia. La domenica sacra alla salute e alla famiglia.

Ecco, è quel “tutti” che attira la mia attenzione. Immagino che tutti i firmatari e tutti coloro che sostengono in qualunque modo l’iniziativa saranno pronti, di domenica, a rinunciare a frequentare bar, ristoranti, pizzerie, chioschi di gelati, giornalai, alberghi, discoteche, cinema, teatri, circhi, piscine, sale giochi, luna park, a prendere treni, aerei, autobus, taxi, obbligando tutte quelle povere persone a lavorare per loro. Naturalmente non possiamo escludere dal diritto al riposo domenicale tutti coloro che lavorano in radio, televisione, giornali. Vanno ovviamente aggiunte in estate tutte le spiagge (bagnini, chioschi, ambulanti con cocco e con gelati) e in inverno tutte le località sciistiche, piste di pattinaggio e affini. Rimangono poliziotti, carabinieri, pompieri, medici, infermieri, autisti di ambulanze, e prima o poi bisognerà che ci occupiamo anche di loro. Perché non saranno mica solo i negozianti, spero, ad avere il diritto alla domenica “sacra alla salute e alla famiglia” – qualunque cosa voglia dire questa poderosa cazzata.

Ah, stavo quasi per dimenticare: e che nessuno si metta in testa di far lavorare i poveri preti, eh!

barbara