ANCORA UN MORTO PER IL MORBILLO

morbillo
Roberto Burioni, Medico

Non è Cicciobello, non è un bambolotto. E’ un bambino ad essere morto a Catania per il morbillo. Un bambino di dieci mesi, appena affacciatosi alla vita ma ancora troppo piccolo per essere vaccinato. Un bambino che avremmo potuto proteggere con l’immunità di gregge e che invece pare che – per una beffa atroce del destino – sia stato contagiato proprio dalla madre, non vaccinata.
Il morbillo è una malattia grave. Uccide, lascia sordi, ciechi, paralizzati. Invece il vaccino è sicurissimo (gli effetti collaterali gravi sono praticamente inesistenti) ed è efficace al 98% nel prevenire la malattia. Il morbillo in un caso su mille ammazza lo sfortunato paziente.
Non date ascolto ai cialtroni che vi mettono paura, a quei medici falliti (e purtroppo impuniti) che raccontano bugie pericolose, ai quei genitori confusi e spaventati che sono caduti nelle trappole di questi delinquenti che dovrebbero a mio giudizio essere puniti severamente dalla legge e che invece continuano a seminare panico. Vaccinate in tutta serenità i vostri figli come io ho vaccinato mia figlia Caterina Maria e se siete adulti parlatene con il vostro medico.
Di vaccino non si muore. Di morbillo sì.
Questo si dovrebbe scrivere nei manifesti, e non bugie pericolose che dovrebbero essere punite con la galera.

L’antivaccinismo è una belva assetata di sangue. L’antivaccinismo è un Moloch che esige sacrifici umani. Quanti cadaveri dovremo ancora fornirgli, prima che si dichiari sazio e ci lasci vivere?
vaccino
barbara

  1. Facciamo un po’ di cifre, giusto per capire quanto dobbiamo spaventarci. Per l’Europa, abbiamo i dati ufficiali del 2015:
    21.315 ammalati di morbillo.
    popolazione europea: 739.207.742
    Percentuale di persone colpite: 0,002883492527%
    Decessi per complicanze: 35.
    Percentuale: 0,00000473479889500%
    35 morti. I morti per attentati terroristici l’anno scorso sono 57. I morti per incidenti stradali nel 2016, 25.500. Venticinquemilacinquecento. Ma non solo. Nel sito della C.E.T. (Commissione Europea Trasporti) viene precisato che: “For every death on Europe’s roads there are an estimated 4 permanently disabling injuries such as damage to the brain or spinal cord, 8 serious injuries and 50 minor injuries.” Con queste cifre (praticamente in un anno è come se in Europa venisse nuclearizzata una piccola città) ci aspetteremmo una massiccia campagna per la sicurezza stradale, riduzione della velocità, messa in sicurezza del manto stradale, esami per la patente più rigorosi, etc. C’è qualcosa di tutto questo? No. Ci sono bimbi morti di morbillo (quest’ultimo era cardiopatico) sbattuti in prima pagina. Per una malattia che contratta da piccoli dà poi l’immunità a vita. Una malattia che un non vaccinato, in Europa, ha 0,000004734 etc. % di contrarre con esiti fatali (se è già affetto da altre patologie gravi, tra l’altro). Poi, chi si vuol vaccinare, giustamente, si vaccini. Ma non rompa le scatole facendo terrorismo mediatico con allarmi infondati, dettati solo da interessi politico-economici, e non certo da preoccupazioni per la salute pubblica.

    "Mi piace"

    • Come ha detto qualcuno, i numeri sono come le persone: se li maltratti abbstanza puoi fargli dire tutto quello che vuoi. Benvenuto nel mondo dei Moloch assetati di sangue umano. Non ti metto in moderazione, quindi se vuoi scrivere altri sproloqui hai libero accesso per farlo, ma non aspettarti che io perda tempo a dedicarti altre risposte.

      Piace a 1 persona

  2. PS: qualche altro dato, recente, per riflettere sulla tanto sbandierata “immunità di gregge”: Copertura morbillo Sicilia: 81,11%
    Copertura morbillo Bolzano: 67,52%
    (dati sito ISS)
    Casi morbillo Sicilia: 177
    Casi morbillo Bolzano: 1
    (Rapporto ISS, febbraio 2018)
    Oops.

    "Mi piace"

    • E vuoi vedere che in Bangladesh fanno più profilassi antimalarica che in Italia, per cui è la profilassi che causa la malaria?
      Diceva il buon Pangloss:
      Osservate bene che il naso è fatto per portar gli occhiali, e così si
      portan gli occhiali; le gambe son fatte visibilmente per esser calzate, e noi abbiamo delle calze, le pietre son state formate per tagliarle e farne dei castelli, e così S.E. ha un bellissimo castello; il più grande de’ baroni della provincia dev’essere il meglio alloggiato, e i majali essendo fatti per mangiarli, si mangia del porco tutto l’anno.

      Piace a 2 people

    • 81% è molto lontano dal minimo per avere un’immunità di gregge che dovrebbe essere almeno il 95%(ma in realtà alcuni studi dicono anche che ci vorrebbe come minimo un 98% di copertura per minimizzare fino a quasi azzerare il rischio di contagio), ed essendo il morbillo una malattia molto molto contagiosa, non c’è tanta differenza tra 67% e 81%.
      Poi Bolzano ha gli stessi abitanti della Sicilia?

      "Mi piace"

      • Bolzano ha un decimo degli abitanti della Sicilia, quindi il 33% di non vaccinati di Bolzano sono 165.000 mentre il 19% della Sicilia sono quasi un milione. Aggiungi che l’Alto Adige ha un’infinità di micropaesini – alcuni addirittura con poche decine di abitanti (ce n’è uno che si chiama Nove Case, e sono proprio nove) – con pochi contatti con l’esterno e quindi meno occasioni di contagio. Poi ovviamente c’è il resto che dici tu.

        "Mi piace"

        • Giusto, l’Alto Adige è anche relativamente protetta dalla scarsa densità abitativa(al di fuori di Bolzano, Merano, Bressanone e pochi altri agglomerati urbani), se qualcuno si ammala di morbillo in un paesino isolato di meno di 1000 abitanti è più facile confinare il contagio, rispetto a zone molto più densamente popolate.
          Ovviamente questo non basta però a rendere l’Alto Adige immune da epidemie, se i casi di morbillo sono molti di più in Sicilia è anche questione di fortuna!

          "Mi piace"

  3. Allora..che vuoi che sia se muoiono 6..bambini ..3 adulti…e un tot.. numero con complicanze, inoltre bisogna vedere..se sono portatori di patologie…
    residue. I costi..in moneta sono molto..molto inferiori ” se dovessimo praticare le vaccinazio
    ni obbligatorie..”

    Comunque..da certi dati..il N° dei possibili infettati/infettanti…non è da sottovalutare.
    E dagli all’ untore!
    Beh..la mia mamma avrebbe detto…” ma che si ascolta la gente..andiamo da chi se ne intende..” medico !”..e se la risposta non l’ avrebbe soddisfatta ..sarebbe andata da un’ altro medico..”.

    "Mi piace"

  4. Michele M., che i momentanei cali di autostima siano opportunità di rinnovamento e di crescita, non motivo di scoramento.
    Lo dice uno che ne sa qualcosa*.
    Pace e prosperità.

    *Come? quali risultati si possono raggiungere? Beh, non ha importanza… Facciamoci bastare il pensiero che è il viaggio il fine.

    "Mi piace"

  5. Michele M.: Anche se (per ogni malattia in definitiva) chi e’ portatore di patologie e’ piu’ a rischio di una persona sana, questo deve essere un motivo in piu’ per evitare il rischio di contagio per mezzo della vaccinazione di tutti coloro che la possono fare, in modo che proprio le persone piu’ a rischio (che in alcuni casi non possono proprio essere vaccinate da quanto ne so, o i piccolissimi non ancora vaccinati in questo caso) siano protette dalla vaccinazione di massa.
    Quanto agli incidenti stradali – indubbiamente fanno piu’ vittime. E con cio’? Se muoiono 1000 persone in incidenti stradali, allora va bene che ne muoiano 10 per il morbillo? Gli incidenti stradali fanno anche piu’ vittime del terrorismo. Qualcuno pensa che sia un motivo per non combattere il terrorismo? Guidare piu’ prudentemente, migliorare le strade ecc. e’ ovviamente una cosa sacrosanta, Ma NON impedisce alle persone di vaccinarsi. Salviamo vite sulle strade se possiamo, salviamo vite con le vaccinazioni visto che possiamo!
    Quanto poi per “contratta da piccoli dà poi l’immunità a vita” – e’ vero se presa dopo l’eta’ di un anno. Se presa prima non serve neanche a questo da quanto mi risulta.

    "Mi piace"

    • Sono i classici ragionamenti cinofallici (alla cazzo di cane, per i meno acculturati): siccome per strada ne muoiono di più non c’è motivo di preoccuparsi di questo o quest’altro. Allora volendo si potrebbe aggiungere che siccome i morti per incidenti domestici in Italia sono circa 8000 all’anno mentre i morti sulle strade sono appena 3000, TRE MISERE MIGLIAIA, è semplicemente ridicolo fare tante storie per la sicurezza stradale. Oltretutto quell’imbecille (EHI, TI HO DETTO IMECILLE, HAI SENTITO?) ti fa il conto dei morti per morbillo dimenticando che sono pochi perché la maggioranza della popolazione È VACCINATA, e che come riportato nei dati del post precedente – ossia del morto precedente, meno di dieci giorni prima, il 93% di quelli che si sono ammalati NON ERANO VACCINATI, e che PER QUESTO si sono ammalati. Ma, come diceva il poeta, quand on est con, on est con, quando sei idiota, sei idiota. E neanche gli dei ti possono salvare.

      "Mi piace"

      • Le statistiche dimostrano che la maggior parte delle persone muore in un letto, e spesso nel proprio letto. Io, che non voglio morire, dormo in poltrona e, se posso, in piedi. Sono certo che verrò al funerale di tutti voi.

        "Mi piace"

        • Le statistiche dimostrano che tutte le persone che muoiono hanno mangiato almeno una volta al giorno tutti i giorni o quasi. Il ministero della salute dobrebbe fare delle campagne mirate per dissuadere la gente dalla pessima e dannosissima abitudine di mangiare.
          C’è quel racconto del tizio ricchissimo che non riesce a rassegnarsi all’idea di dover morire e consulta medici e sapienti per sapere se ci sia un modo di sfuggire e finalmente trova qualcuno che gli dice di un certo villaggio in cui non è mai morto un ricco. Felice della rivelazione ci si trasferisce immediatamente. Naturalmente per farlo deve abbandonare tutti gli affari che ha in città, e non guadagnando niente un po’ alla volta esaurisce tutte le sue riserve fino a diventare poverissimo, come tutti gli abitanti del villaggio…

          "Mi piace"

  6. Per curiosita’ sono andata a cercare quando e’ stata introdotta la vaccinazione contro il morbillo in Italia (quando ero bambina io non si faceva). Fra le altre cose ho trovato questo (che non sapevo):
    “Fino al 1980, quando si è maggiormente diffusa a livello mondiale la vaccinazione contro il morbillo, si calcola che la malattia abbia ucciso una media di 2 milioni e mezzo di bambini ogni anno”.

    "Mi piace"

        • Però i primi vaccini “casalinghi” per il vaiolo esistono da oltre due secoli e mezzo, quindi dovrebbero essere documentati casi di autismo diagnosticato due secoli e mezzo fa. Bisogna chiedere a quei signori di portare documentazioni. Poi volendo in passato non esistevano neppure problemi psicologici, ma unicamente figli ribelli, figli cattivi, figli degeneri. E al posto degli autistici c’erano i ritardati. E, pensa un po’, non c’era neppure la peste; al massimo, ma proprio massimo, delle febbri pestilenziali.

          "Mi piace"

  7. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Tenetevi stretta la vostra Scienzah, mi raccomando. La battaglia per la libertà di cura e la modifica, se non l’abrogazione, della vergognosa legge Lorenzin, continuerà a oltranza. Salutatemi Cicciobello Burioni.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...