RICORDO DI CAPODANNO

È stato tanti tanti tanti anni fa. Ci erano arrivati dei nuovi vicini, che avevano una figlia. La mattina di capodanno hanno mandato la bambina, come segno di buon vicinato, a fare gli auguri di buon anno a tutti i vicini. Quando è arrivata a casa nostra, prima che avesse il tempo di completare l’augurio, mio padre l’ha letteralmente scaraventata giù per le scale urlando come un pazzo. Il motivo? Gli auguri fatti da una donna portano disgrazia.

Ecco, noi abbiamo lottato contro questo, loro lottano affinché ci abituiamo a dire avvocata sindaca ingegnera ministra (come segno di auto-buon-augurio, perché chi fa polemica il primo dell’anno fa polemica tutto l’anno, e siccome polemizzerò finché avrò forza, significa che di forza ne avrò da vendere).

Anyway, buon anno a tutti.

barbara

Annunci

  1. Questa superstizione è ancora molto diffusa. Io naturalmente non ci credo, ma ne seguo un’altra relativa al capodanno, che consiste nel mettere un capo di abbigliamento nuovo. La ragione è che mio padre voleva che lo facessimo. Ovviamente non credo alla fortuna, ma mi va di ricordare mio padre.

    Piace a 1 persona

    • Con tutti i privilegi di cui godete, mi pare il minimo che abbiate anche qualche dovere in più! Io comunque dopo quell’episodio ho preso l’abitudine di cercare in tutti i modi di farmi fare il primo augurio – perché quello conta più di tutti gli altri – da una donna per assicurarmi un anno fortunato.

      Mi piace

  2. Io ho piu’ amiche che amici. Anche se sono un pò piu’ che dei ricordi la loro presenza
    mi pare ancora qui.
    Dalla mi piace…anche il brano postato. E non solo..

    Un Augurio, anzi tanti per il 2019…a tutti voi.

    Mi piace

    • Tardi? Come diceva mia nonna, se da qua alla fine fosse tutto di mal di pancia… (lei per la verità lo diceva a quelli che a metà pomeriggio dicevano buona sera, lei replicava che era ancora giorno, loro rispondevano che però ormai mancava poco alla sera e lei, appunto, diceva “se da qua a là fusse tuto de mal de pansa, te vedi che longo che’l deventa!”)
      Grazie, buon anno a te.

      Mi piace

  3. Ragazza, gli anni passano e i bimbi crescono e le mamme imbiancano e le memorie svaniscono. Il nome lo ricordo benissimo, con un po’ di buona volontà, magari con l’aiuto di google maps, potrei ricordare anche il paese; di più non puoi pretendere. E non infierire troppo che sono una vecchia signora con l’ulcera e adesso anche con le braccia macellate.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...