MARIO MARENCO

(Niente terrorismo oggi, abbiate pazienza. Sì, lo so, questo è un morto solo ed era anche vecchio e quelli sono tanti, ma lui ha segnato un’intera generazione. La mia, per la precisione)

barbara

Annunci

  1. Un grande. Lui, Arbore, Boncompagni, Bracardi.
    Talmente in anticipo sui tempi che AG farebbe grandi ascolti ancora oggi.
    Approfitto del necrologio per una buona notizia, finalmente: repinti comn perdite i Saudita alla Scala.
    Il problema non è, come dice Salvini, che quelli a casa loro non rispettano i diritti umani e la parità femminile: francamente, chissenefrega, non sento il bisogno di esportare la civiltà, la cavalleria o anche solo il buon senso a chi non saprebbe che farsene – non parliamo della democrazia, abbiamo già dato, grazie.
    Il problema, e non lo trovo scritto da nessuna parte, è che i soldi arabi non sono gratis, come vediamo già alla grande in Francia, in Gran Bretagna ed altrove: entrano con generosissime donazioni nelle Università, nelle fondazioni culturali, nei musei, e per un po’ sono tutti felici; poi, cominciano silenziosamente a sparire dai cartelloni le opere, e le mostre, che non sono gradite ai nuovi padroni. Insomma, magari avremmo avuto allestimenti molto più ricchi, ma tra qualche anno magari niente più, che so? Ratto dal serraglio, Italiana in Algeri, Così fan tutte, lo stesso Flauto magico sarebbe magari problematico; Meglio tenersi Mozart e Rossini, secund mi.

    Piace a 1 persona

      • Nessun problema: al di là che capita a tutti, gli svizzeri sanno fare anche di peggio: arrivano fino alle etichette (“brocollo”, “struzzicadenti”…).

        Marenco era un grande, comici così non li fanno più, purtroppo. Oggi la si mette un po’ troppo sul volgare, forse perchè non si sa fare altro.
        Ed era anche un abile designer.

        Mi piace

    • Infatti, quello che dico è che soldi turchi, sauditi, iraniani vanno benissimo se si vogliono comprare il Milan, l’Inter, la Rinascente, i grattacieli di City Life, perfino l’Alfa Romeo – negli anni ’70 i soldi di Gheddafi salvarono la Fiat, Kissinger era incazzatissimo – ma giù le mani dalle Università, dalla Scala, dalle case editrici, e soprattutto, soprattutto, soprattutto dalle moschee – c’è una bella gara fra turchi e sauditi per finanziare moschee in Europa, coi risultati che abbiamo già potuto apprezzare. Se i musulmani d’Italia si vogliono costruire una moschea che non sia un garage sono liberi di farlo: si tassino e la facciano coi soldi loro, e con adeguati controlli dell’antiterrorismo sui finanziatori e sugli Imam.
      Niente muezzin, però.

      Mi piace

        • Grazie, BF. Preciso che i soldi che dovrebbero essere utilizzati sono quelli dell’8 per mille, ma è colpa loro se non riescono a mettersi d’accordo su chi dovrebbe poi gestirli, col risultato che ad oggi risultano gli unici esclusi dalla torta.

          Mi piace

        • Onestamente, penso che Harrod’s non avrebbe sollevato tutto questo scandalo, se il figlio del capo non si fosse scopato la futura regina. Scherzi a parte, per la GB era una scelta obbligata, visto che dopo la rovina della manifattura britannica, dovuta alla bassa qualità dei prodotti, si è fatta la scelta di diventare la capitale mondiale della finanza: è chiaro che ti devi mondializzare, e prendere i soldi da chi li ha; e penso che, ideologicamente, gli abbia dato più sui nervi che la Rolls Royce, la macchina più posh del mondo, sia stata comprata dalla Volkswagen, “la macchina del popolo”, e tra l’altro la RR faceva i motori degli aerei che hanno vinto la battaglia d’Inghilterra, mentre la VW è stata creata da Hitler.
          Personalmente credo che i danni veri li abbiano fatti, i Paesi del Golfo, quando si sono “comprati” Oxford e Cambridge.

          Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...