“NON TI PROSTRERAI DAVANTI A LORO E NON LI SERVIRAI.

Perché io, il Signore, sono il tuo Dio”. Esodo, 20,5.
bacia piedi 1
Ma probabilmente, come mi viene fatto presente qui, questo papa ha studiato per corrispondenza e qualche foglio deve essere andato perso. Allargando il discorso sull’attuale smania di svendere i quarti posteriori a cani e porci – purché non bianchi occidentali ebrei o cristiani – trovo un po’ di cose su cui meditare qui. E sulle derive attuali aveva visto lungo un grande uomo di Chiesa:

“L’anticristo esiste: è pacifista e animalista”. Cardinale Giacomo Biffi, anni Ottanta

“L’anticristo si presenta come pacifista, ecologista ed ecumenista. Convocherà un Concilio ecumenico e cercherà il consenso di tutte le confessioni cristiane concedendo qualcosa ad ognuno. Le masse lo seguiranno, tranne dei piccoli gruppetti di cattolici, ortodossi e protestanti”. Cardinale Giacomo Biffi, 2007

E ha avuto da dire, monsignor Giacomo Biffi arcivescovo di Bologna, anche sull’islam. Certo non poteva prevedere, in quel lontano anno 2000, che a spalancare porte e portoni e baciare mani e piedi all’islam, un giorno non sarebbero più stati solo i politici e l’intelligencija, ma addirittura il vicario di Cristo, pronto a svendergli non solo i propri quarti posteriori ma anche la cristianità tutta intera, senza sollevare un sopracciglio su cristiani perseguitati e oppressi, cacciati dalle proprie case e dai propri paesi, sgozzati, crocefissi, bruciati vivi, intere comunità cancellate, regioni diventate christenfrei – dopo essere state rese judenfrei (prima il sabato poi la domenica, ricordate?) – ossia private dei loro abitanti più antichi: neppure nella più sfrenata delle sue fantasie poteva immaginarlo, il buon Biffi.

Quanto alle bergogliesche esibizioni, a me, scusate (tanto abbiamo assodato che io sono una brutta persona), viene da accostare queste due immagini.
bacia piedi 2
dal Friuli
barbara

Annunci

  1. Occorre essere franchi. Il senso di vergogna che proviamo guardando queste immagini è fuori luogo, perché rivela il riflesso condizionato ad assimilare il buffone a noi, probabilmente in quanto lo sentiamo appartenente al nostro stesso mondo (e lascio perdere religione, o, peggio, razza). Invece, occorre prendere queste esibizioni come si prenderebbe il numero di un animale al circo: l’animale è stato addestrato, e ripete all’infinito la sua gag, senza comprenderne il senso al di là del fatto che gli frutta una ricompensa mangereccia. Così, dietro alle esibizioni del patetico buffone in palandrana bianca bisogna immaginarsi una schiera di addestratori, quelli sì senza scrupoli e mossi dalla brama di potere, sesso e denaro.

    Mi piace

    • Quello che cambia drasticamente, dall’animale da circo al buffone in tonaca bianca, sono le conseguenze dei loro giochi. E’ il caso di ricordare che ci sono stati uomini in tonaca bianca che hanno organizzato le crociate per difendere la cristianità – ossia, per quanti difetti si possano riconoscere al cristianesimo come istituzione, la civiltà – dall’invasione islamica, e c’è un uomo in tonaca bianca che bacia i piedi alla barbarie che sta sterminando la civiltà.

      Piace a 1 persona

      • Quello che volevo dire è che l’istituzione è nostra nemica. E’ un po’ difficile interiorizzare questo fatto, perché noi siamo stati educati a consideraci parte di un flusso storico chiamato tradizione giudaico-cristiana. La componente giudaica è stata rimossa, ma quella cristiana è più o meno viva nel retrocranio di quasi tutti noi, anche i non praticanti. La mia opinione è che non solo non si bacino i piedi del nemico, ma si debba innanzitutto riconoscere il nemico. Dietro a un veterobuffone biancovestito c’è una cricca criminale che noi finanziamo, anziché prenderne le distanze. Si noti che, fra il 1861 e gli anni ’20 del secolo scorso, quello che io auspico veniva praticato correntemente. Io giro per le città italiane, e vedo moltissimi grandi edifici, tutti risalenti a quel periodo, e sai cosa sono? Sono scuole. Prima che questi edifici venissero costruiti, chi si occupava dell’istruzione dei giovani erano “loro”. Io quando vedo queste enormi scuole, oggi in sovrannumero, mi commuovo.

        Mi piace

        • Che in genere non sia il papa a decidere le proprie azioni bensì la cricca vaticana è noto. Mi viene in mente per esempio un discorso, non ricordo se dell’ultimo o del penultimo, in Germania, in cui c’era un esplicito accenno a quanto si è prodigato il popolo tedesco per salvare gli ebrei, e lui quella frase l’ha saltata. Poi hanno detto che non l’ha vista perché era stanco, e nel discorso ufficiale pubblicato l’hanno rimessa. Magari capita anche che un papa decida di scoperchiare tutto il pentolone, da Marcinkus a Calvi a Gelli ecc., e quando ha raccolto tutti i documenti ed è pronto per entrare in azione la mattina dopo, durante la notte, tu guarda la sfiga, non ti va a morire di infarto! A poco più di sessant’anni, sano come un pesce, forte come una roccia ma niente, quando è destino non c’è niente da fare. Ben poco davvero da invidiare alla mafia. E il controllo del confessionale, oltre all’istruzione. Detto questo, io sono convinta che questo però ci metta anche parecchio del suo.

          Mi piace

  2. Dio mio…come siamo caduti in basso.
    Perplesso ..ma non meravigliato, come un copione, anche quest’ atto fà parte del
    suo pensiero…
    Papa! Farebbe meglio a dare maggiori attenzioni al popolo cattolico invece di richiamarlo…al pensiero evangelico di aprire le braccia ..a tutti..i fratelli, di qualunque razza, credo, siano essi dei buoni capi..”..facendo loro..una specie di shampoo..ossia
    dei..richiami..”…come i satrapi, da abbracciare ed inchinandosi…sono loro che hanno
    piu’ bisogno..vivono nel peccato, non vanno allontanati ma capiti..
    La sua compiacenza è notevole, arrivando fino ad esserne complice.
    Povera Europa..vecchia e rincoglionita…

    Mi piace

    • Sì, ho visto: le bandiere della Brigata Ebraica che ha contribuito alla liberazione dell’Italia (e non solo) non hanno il diritto di sfilare mentre lo hanno quelle dei nipotini del gran mufti, creatore delle SS islamiche. Chissà che cosa ne pensa la Signorina.

      Mi piace

      • Ma devi leggere anche sotto:
        Perché qualche migliaio di sionisti che ebbero un ruolo insignificante nella lotta al nazifascismo vengono da qualche anno così tanto celebrati dalla macchina della propaganda
        pro-Israele in occasione del 25 aprile?
        Evidentemente perché la Brigata Ebraica fu uno degli
        embrioni dell’esercito israeliano, e strumento politico per ottenere dagli Alleati l’avallo alla pulizia etnica della Palestina del 1948. La formazione di una “Brigata Ebraica” fu un obiettivo
        accanitamente perseguito dai sionisti per tutta la prima metà del Novecento (in particolare dai sionisti revisionisti, la corrente più affine al fascismo).

        Ripercorrendo per sommi capi la storia di questa minuscola compagine e confrontandola con quella complessiva dei milioni di ebrei che lottarono contro il nazifascismo, l’operazione propagandistica israeliana appare in tutta la sua evidenza.
        In pratica, il “ruolo insignificante” si riferisce al numero di uomini, comparato con le forze in campo. Criterio di valutazione che l’ANPI ha sempre rifiutato con sdegno, quando si sminuiva il ruolo dei resistenti in confronto a quello degli Alleati.

        Mi piace

        • “Milioni di Ebrei che lottarono contro il nazifascismo”: purtroppo no.
          Che io sappia, a parte la rivolta nel ghetto di Varsavia, ci fu solo qualche gesto isolato, come l’assassinio di Heydrich. Se la tragedia dell’Olocausto ha avuto un qualche risvolto positivo, è che ha insegnato agli ebrei che rassegnarsi, mimetizzarsi, scappare non sono una soluzione: l’IDF e il Mossad nascono da quella tremenda sconfitta.
          Vorrei invece dall’estensore qualche ragguaglio sul perseguimento accanito della Brigata ebraica per tutta la prima metà del novecento: in quale formazione? Di cosa diavolo sta parlando?
          Poi, ci sarebbe anche da commentare quel “da qualche anno così tanto celebrati”, ma lì la malafede è talmente patente che non ce n’è bisogno.

          Mi piace

        • PS: noto solo ora che il post su FB non è quello di uno qualsiasi deintanti sciroccati della rete, ma nientemento che dell’acount ufficiale di una sezione dell’ANPI, che non mi risulta si sia dissociato.
          Io sono per la libertà di associarsi e anche di dire cazzate, ma è ora di togliere qualunque contributo pubblico, e qualunque forma di patrocinio, all’ANPI.

          Mi piace

        • @myollnir: (ma hai fatto qualcosa a WP che ti mette così spesso in moderazione?) Credo che quello dei milioni di ebrei che lottarono contro il nazifascismo sia un refuso (tipo diavolo che ci mette lo zampino) e intendesse tutti gli altri che lo hanno combattuto in armi, alleati e partigiani. Vero che i casi di ribellione da parte di gruppi di ebrei sono stati molto più numerosi di quell’unico che conoscono tutti, ma sicuramente non hanno coinvolto milioni di persone, forse neppure migliaia. Quanto all’ANPI, purtroppo non è nuova a sponsorizzazioni di questo genere. Che poi, anche contando come partigiani i ragazzini che facevano le staffette, i più giovani si avvicinano ai novant’anni: non so quanti ce ne siano ancor vivi da poter giustificare l’esistenza di una associazione. Qualche tempo fa qualcuno ha proposto di istituire un’associazione dei combattenti delle Termopili, e mi sembra giusto.

          Mi piace

        • E ogni anno sempre peggio. L’anno scorso hanno addirittura fischiato la commemorazione dello sterminio degli ebrei a San Sabba, e il rabbino giustamente, se n’è andato. Chissà quest’anno che cosa si inventeranno.

          Mi piace

  3. Mi sono rimaste impresse due affermazioni di Papa Giovanni Paolo II, fatte durante l’Angelus domenicale molti anni fa. Le ascoltai per puro caso mentre facevo zapping. La prima è questa: “La fine dei giorni è vicina”. La seconda è questa: “L’anticristo è fra noi”. Molto incoraggianti e rassicuranti; vero? Allora mi aspettavo qualche reazione autorevole a quelle previsioni tragiche. Ma niente, nemmeno due righe di commento sulla stampa. come se avesse augurato Buona domenica.
    Ora, io non sono praticante ed anzi ho sempre avuto una posizione critica nei confronti della Chiesa, ma davanti a quelle affermazioni mi sento coinvolto direttamente, come dovrebbero esserlo tutti, credenti o meno. Se sei credente le devi prendere come verità, perché le Sacre scritture dicono che la venuta dell’Anticristo è il segno che annuncia la fine dei tempi. Se non sei credente, almeno un piccolo dubbio dovrebbe nascere “E se fosse vero?”, visto che i segnali che ci vengono dalla cronaca quotidiana sembrano proprio confermare quelle fosche previsioni sull’immediato futuro. Come minimo mi aspettavo che qualcuno chiedesse chiarimenti al Papa. Ma se nessuno ha fatto caso a quelle affermazioni e nessuno le ha commentate, cosa significa? Sono false e inattendibili le Sacre scritture? Il Papa ha mentito lanciando un allarme da fine del mondo? Oppure stanno mentendo ipocritamente tutti coloro che dicono di essere cristiani, ma lo sono solo per convenzione sociale? Ai posteri (se ci saranno) l’ardua sentenza. Buona settimana.

    Mi piace

  4. Sono rimasto un po’ indietro, devo ancora vedere l’ultimo post ma ora non posso avviare il filmato.
    In duemila anni si sono visti Papi pessimi, ma mai nessuno che assomigliasse a Fantozzi al cospetto del Megadirettore Galattico, le foto sono molto più ridicole che oltraggiose.
    Certo che, nel post precedente, la somiglianza di Greta con la Bambola Assassina è impressionante (rasoiate a parte).

    Mi piace

    • E’ quello: il ridicolo. Fra un Borgia e un Bergoglio, giusto per restare fra ispanofoni e controversi, non ho il minimo dubbio su chi abbia fatto più danni non solo alla Chiesa, ma anche all’umanità tutta.
      Quando ho visto quella foto col sorriso sbilenco e i dentini che spuntano, mi sono vista davanti immediatamente la bambola assassina. Ed è l’unica, fra i miliardi di foto in circolazione, in cui abbia qualcosa di vagamente somigliante a un’espressione. Quello che più impressiona in tutte le altre è quello sguardo ottuso nella faccia totalmente inespressiva.

      Mi piace

  5. Caz, ho visto ora il filmato, qui:

    A parte le movenze un po’ atassiche che sembra Juncker quando “ha la sciatica” (non è che beve anche questo?), ho notato che ha baciato le tomaie solo dei tre africani maschi; poi, quando il segretario gli ha bisbigliato qualcosa nell’orecchio, è tornato a baciare le scarpe anche della signora. Un vero gentiluomo.
    Purtroppo, o per fortuna, non sento l’audio perché il PC che sto usando in Ospedale non ha le casse.

    Mi piace

  6. Questo papa è un feticista dei piedi(perlomeno dei piedi extracomunitari!).

    Mi chiedo se il rito cattolico della lavanda dei piedi preveda che siano baciati?non ricordo se Gesù nei vangeli baciò i piedi agli apostoli.

    Mi piace

    • “si alzò da tavola, depose le vesti e, preso un asciugatoio, se lo cinse attorno alla vita. Poi versò dell’acqua nel catino e cominciò a lavare i piedi dei discepoli e ad asciugarli con l’asciugatoio di cui si era cinto.” Giovanni, 13,4-5
      No, decisamente non sembra previsto. Meno che mai con quella passione.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...