LA MOZIONE SEGRE APPROVATA IN SENATO

è una cagata pazzesca. Detto in maniera più seria, è un’infamia, una vergogna, un abominio, un abuso, un mostro giuridico. No dico, ma ci rendiamo conto che è stato stabilito che un sentimento può essere reato?!  Chi o che cosa può impedire, a questo punto, che qualcuno domani stabilisca che è reato provare gelosia, invidia, rancore, antipatia, fastidio o magari, perché no, amore o affetto?

Un pensiero più articolato, e con alcuni link interessanti, lo potete trovare qui.

PS: concordo totalmente con Parsifal: Il centrodestra ha sbagliato ad astenersi: doveva votare contro.

barbara

  1. Il centrodestra doveva votare contro. Già adesso li stanno accusando di essere come hitler e di non avere rispetto per la Segre, quasi che il non condividere le idee di una persona sia un comportamento offensivo.
    Io sarei stato più sottile; avrei parlato di alcuni casi “clamorosi” di antisemitismo come le polemiche sulla brigata ebraica e il 25 aprile o le chiassate dei bds e chiesto di prendere chiaramente posizione anche contro quell’antisemitismo (e non solo su quello che riguarda gaddino bello). O, se proprio si sarebbe voluto fare i fallocratici fallosovranisti, avrei parlato della cara Oceania Platino e delle sue accuse di esser minacciata dal mossad per colpa dell’orco “diversamente palestinese” per il quale prese per cinque anni l’aereo per andare a farsi violentare…

    Imho si sarebbero visti tanti di quei volteggi acrobatici da eclissare completamente i campionati del mondo di ginnastica artistica…

    "Mi piace"

    • Bah. Probabilmente né tu né blogdibarbara abitate a Roma, ché altrimenti vedreste con i vostri occhi come l’antisemitismo (per ragioni storiche e religiose) sia ampiamente diffuso e che gli ebrei rappresentano la minoranza religiosa/etnica/sessuale più presa di mira in assoluto, molto più dei musulmani, dei neri, degli omosessuali ecc.

      E anzi, qui l’antisemitismo è talmente introiettato che la parola “ebreo” già di per sé equivale a un insulto, senza bisogno di affiancare ulteriori termini offensivi.

      Posso anche capire chi è contrario alla mozione Segre – o comunque, all’istituzione di qualsiasi reato di istigazione all’odio – chi non ha nulla da temere che si sparga odio contro le minoranze, perché non ne fa parte, trincerandosi dietro all’eroica lotta alla “Dittatura del Politically Correct”, al “Grande Fratello”, al “Pensiero Unico” ecc. e riaffermando il loro diritto di poter dire il cazzo che gli pare nei confronti di chiunque; molto meno chi la pensa allo stesso modo illudendosi che la “sua” minoranza, quella di cui fa parte, sia una sorta d’oasi felice, rispettata da tutti o quasi, pressoché immune all’odio altrui.

      Ed è per questo, blogdibarbara, che non credo che una campagna anti-mozione Segre trovi molti sostenitori tra i tuoi correligionari della Capitale (o di altri posti dove l’antisemitismo sia vivo e sentito: vedi l’Ungheria di Orban “amico di Israele”)

      "Mi piace"

      • il reato di istigazione all’odio è una stupidaggine. Il codice penale già prevede e condanna i reati di istigazione a commettere reato e di apologia di reato.
        Odiare è reato? No perché l’odio è un sentimento e non puoi sanzionarlo; come puoi dimostrare, ad esempio, che io odio Barbara?
        puoi legnarmi se io la insulto (calunnia e diffamazione), se la aggredisco, se la molesto pesantemente, ma se mi limito ad odiarla in silenzio?
        Molestie, insulti etc. son comportamenti già sanzionati dal codice penale e per tutti quelli esiste e ha senso il reato di istigazione a commetterli. Ma il reato di istigazione all’odio cosa sarebbe, un reato di istigazione a commettere qualcosa che non è, e non può per sua natura essere, reato?

        "Mi piace"

        • Ma anche se lo dimostri, magari venendo qui dieci volte al giorno a scrivere io odio Barbara, quale sarebbe il problema? E se aggiungi mi meraviglio che non la odiate anche voi, quale sarebbe il problema? Quale sarebbe il reato? Quale sarebbe il danno per me? E, soprattutto, se è reato un sentimento, perché non si può trasformare in reato qualunque altro sentimento che il coglione di turno decida di trovare fastidioso?

          "Mi piace"

        • Non direi. Apologia di reato e istigazione all’odio non coincidono per forza. Se venisse abolito il reato di istigazione all’odio, potrei tranquillamente aprire il sito italiano del KKK e scriverci su “I negri sono delle bestie schifose subumane” (per dirne una), frase che non rappresenta alcuna apologia di reato, come vedi. Oppure affittare un furgoncino con il megafono e andare in giro per le strade ripetendo “Ebrei infami”, al posto di “E’ arrivato l’arrotino”

          Odiare non è reato. E’ l’istigazione all’odio ad esserlo.

          Gli insulti, ne abbiamo già parlato, NON sono più reato. Grazie al PD che schizofrenicamente ieri aboliva il reato di ingiuria e oggi istituisce la commissione Segre. E in ogni caso sarebbe comunque una fattispecie differente (l’insulto che era penalmente rilevante era diretto nei confronti di una singola persona fisica, non verso un gruppo religioso o etnico).

          "Mi piace"

    • A chiunque abbia letto il testo della mozione – 2306 parole piene di niente – è perfettamente chiaro dove si voglia andare a parare. E il fatto che chi la difende ci tenga sempre a precisare, in merito a Liliana Segre, “reduce della Shoah” o “sopravvissuta ad Auschwitz” la dice lunga sulla strumentalizzazione di una donna molto vecchia e visibilmente molto poco lucida – vedi tutti gli sproloqui precedenti. Credo siamo tutti d’accordo sul fatto che avere sofferto non è un titolo di merito, né una patente di intelligenza o competenza universale. E, non inaspettatamente, ho visto in giro più di una presa di distanza da parte di ebrei nei confronti di questo obbrobrio.

      Piace a 1 persona

  2. Sono sulle tue posizioni. La mozione Segre è una cagata pazzesca…Quante alla posizione del centrodestra, mi accontento che si sia astenuta….Con i tempi che corrono…

    "Mi piace"

    • Beh, non so: dal momento che anche solo astenendosi vengono trattati come gemelli siamesi di Hitler, tanto valeva che completassero il lavoro. Guardando in giro comunque pare che siamo in molti, compresi parecchi ebrei – giustamente: loro meglio di chiunque altro sanno qual è l’ultima tappa di qualunque gioco che istituisca un nemico da abbattere – a inorridire di fronte a questa mostruosità.

      "Mi piace"

  3. @gianluca

    Non direi. Apologia di reato e istigazione all’odio non coincidono per forza. Se venisse abolito il reato di istigazione all’odio, potrei tranquillamente aprire il sito italiano del KKK e scriverci su “I negri sono delle bestie schifose subumane” (per dirne una), frase che non rappresenta alcuna apologia di reato, come vedi. Oppure affittare un furgoncino con il megafono e andare in giro per le strade ripetendo “Ebrei infami”, al posto di “E’ arrivato l’arrotino”

    Quella è la legge mancino. Ma se la commissione fa riferimento a tale legge, vorrei capire a cosa serve la commissione stessa. Se i “messaggi d’odio” cadono nella fattispecie di reato previsto dalla legge mancino allora che si muova la magistratura o al più si faccia una commissione per capire se e come mai tale legge non funziona e proporre emendamenti.

    Mi sembra si ricalchi la stessa assurdità della legge Fiano che, nelle intenzioni dell’estensore, sarebbe servita a far rispettare la legge Scelba.

    Piace a 2 people

    • Francamente non seguo il filo logico del tuo discorso. Continuo a non capire il motivo per cui la legge Mancino – cioè la legge che istituisce la fattispecie di istigazione all’odio – sia per te una stupidaggine.
      Specie dopo averti chiarito che istigazione all’odio e apologia di reato siano due cose ben differenti.
      La metto giù brutale: andare in giro con il furgoncino col megafono a strillare “Ebrei infami” (comportamento che NON costituisce apologia di reato) dev’essere reato oppure dev’essere consentito in nome della “libertà di espressione del pensiero”?

      P.S. La commissione parlamentare della mozione Segre – che, come correttamente hai chiarito tu stesso, non istituisce tribunali speciali “orwelliani” né nuove figure di reati di opinione, con buona pace delle cazzate sparate da Lega e FDI – ha tra le sue attribuzioni ANCHE quelle che tu auspichi, e cioè esattamente “capire se e come mai la legge Mancino non funziona e proporre emandamenti”.

      "Mi piace"

      • Francamente non seguo il filo logico del tuo discorso. Continuo a non capire il motivo per cui la legge Mancino – cioè la legge che istituisce la fattispecie di istigazione all’odio – sia per te una stupidaggine.

        leggi bene, la commissione, non la legge.

        Specie dopo averti chiarito che istigazione all’odio e apologia di reato siano due cose ben differenti.
        La metto giù brutale: andare in giro con il furgoncino col megafono a strillare “Ebrei infami” (comportamento che NON costituisce apologia di reato) dev’essere reato oppure dev’essere consentito in nome della “libertà di espressione del pensiero”?

        Se no, perché perseguire chi lo urla nelle manifestazioni fasciste ?
        Se sì, perché non perseguire chi lo urla nelle manifestazioni “pro pal” ?
        Quello che non mi piace è il doppiopesismo.

        P.S. La commissione parlamentare della mozione Segre – che, come correttamente hai chiarito tu stesso, non istituisce tribunali speciali “orwelliani” né nuove figure di reati di opinione, con buona pace delle cazzate sparate da Lega e FDI – ha tra le sue attribuzioni ANCHE quelle che tu auspichi, e cioè esattamente “capire se e come mai la legge Mancino non funziona e proporre emandamenti”.

        Quindi il pezzo sottostante della mozione me lo son sognato.

        la Commissione può segnalare agli organi di stampa ed ai gestori dei siti internet casi di fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza nei confronti di persone o gruppi sociali sulla base di alcune caratteristiche, quali l’etnia, la religione, la provenienza, l’orientamento sessuale, l’identità di genere o di altre particolari condizioni fisiche o psichiche, richiedendo la rimozione dal web dei relativi contenuti ovvero la loro deindicizzazione dai motori di ricerca”.

        "Mi piace"

        • “leggi bene, la commissione, non la legge”

          E no, eh: hai scritto chiaramente “il reato di istigazione all’odio è una stupidaggine”.
          Se il reato è una stupidaggine, lo è per definizione la legge che lo ha istituito.
          Non sparigliare le carte in tavola.

          Posto ciò, e assumendo che finalmente ti sia reso conto che il reato di istigazione all’odio NON è una stupidaggine, la parte della mozione che citi in neretto è, in realtà, la riprova che definire la commissione come un “tribunale speciale orwelliano” sia una solenne cazzata detta o per malafede o per pura imbecillità.
          Perché, come vedi, la commissione può CHIEDERE la rimozione ai gestori del sito web o agli organi di stampa dei contenuti ritenuti offensivi. Non OBBLIGARE a rimuoverli. Chi può farlo è, allora come ora, solo ed esclusivamente la magistratura.Quindi, di che cosa stiamo parlando?

          "Mi piace"

        • l’instigazione all’odio è una stupidaggine perché io non penso sia possibile “far odiare” o far provare sentimenti alle persone. Istigazione all’odio significa che se io scrivo “odia Emmanuel Goldstein” allora tu, istigato da me inizi ad odiarlo. Ho questo potere? Esiste al mondo qualcuno con questo potere?

          "Mi piace"

  4. Perdonate l’intervento, ma non c’è lo straccio di un rappresentate di qualche comunità ebraica italiana, che condanni apertamente quel che ha fatto ultimamente Orlando a Palermo, ossia dedicare al terrorista Arafat una strada (se non ricordo male)? Nessuno riesce a farsi ospitare in tv, oppure tramite qualche partito politico, a chiedere un’interpellanza parlamentare urgente? Ma questo Orlando (famoso per aver criticato aspramente uno come Falcone) lo sa che cosa ha compiuto Arafat nei confronti della popolazione israeliana? Tutto tace in Transatlantico dunque? E allora dedichiamo una via al Duce e finiamola lì, dato che ci siamo!

    "Mi piace"

    • Dalle comunità e dai loro rappresentanti ufficiali non è davvero il caso che ti aspetti qualcosa. Privatamente so che ci sono raccolte di firme per appelli, io ho dato la mia per un appello da inviare al Giornale, ignoro se sia poi stato pubblicato, poi ne ho viste altre in giro. Dubito che a qualcosa possano servire, ma insomma almeno la presa d’atto che è stato commesso un abominio c’è stata. Ripeto, privatamente, SOLO privatamente. Quanto a Orlando, figurati se non sa tutto quello che c’è da sapere: appunto per quello vuole tanto bene a Barghouti, Arafat e soci. Esattamente come sembra molto più amico di Riina Badalamenti ecc. che di Falcone e Borsellino.

      "Mi piace"

      • Ci vorrebbe la segnalazione da parte di qualche giornalista di destra in tv, almeno per evidenziare la cosa. Ma la comunità ebraica italiana non è insorta per questo vilipendio?

        "Mi piace"

        • Non guardo la televisione da quarant’anni, ma da quello che sento in giro non mi sembra che la destra, o semplicemente l’espressione del buon senso, vi abbia tantissimo spazio. Quanto alla comunità ebraica, come detto, singoli ebrei hanno preso iniziative, ma nella comunità come insieme ci sono i comunisti duri e puri alla Gad Lerner, alla Moni Ovadia e via spazzaturando, quelli che si mettono alla tastiera per dichiarare che non si deve solidarietà ai neonati sgozzati nella culla perché sono coloni. Voglio dire, una comunità come insieme organico pronto a insorgere di fronte a un’ignominia come questa purtroppo non c’è. E la dirigenza è tutta a sinistra, al punto da lanciarsi in sgangherate manifestazioni di esultanza per il governo attuale senza neppure (questa è un’informazione che mi arriva da dietro le quinte) prendersi la briga di consultare membri importanti che, pur non essendo assolutamente di destra, qualche riserva l’avrebbero avuta.

          "Mi piace"

      • Della serie “un colpo al cerchio e uno alla botte”, così non lo si può criticare? Invece secondo me le due figure sono imparagonabili, visto che Arafat faceva parte di un’organizzazione terroristica.

        "Mi piace"

        • Secondo me l’averli accomunati rende la cosa ancora più grave, esattamente come lo scrivere “vietato l’ingresso ai cani e agli ebrei”.
          PS: Arafat non “faceva parte” di un’organizzazione terroristica: l’aveva creata e ne è stato fino all’ultimo giorno il padrone indiscusso.

          "Mi piace"

  5. Chiarissima Barbara, visto che l’OLP è roba tutta sua, ovviamente. Piuttosto sapevo che Lerner e Ovadia fossero stati cacciati a pedate dalla comunità ebraica milanese e che il primo si fosse rifugiato a Casale Monferrato, mentre il secondo non saprei. Ero rimasto ad una dirigenza di “destra” finora. Deduco che sono dunque a dir poco disinformato?

    "Mi piace"

    • No no, quali cacciati! Sono loro che l’hanno abbandonata per palese indegnità della suddetta che ogni tanto, in occasione di stragi particolarmente efferate, osa nientemeno che dichiarare solidarietà a Israele.
      No no, la dirigenza dell’UCEI è tutta di sinistra, e dalla sua testata ufficiale sono stati o estromessi o costretti a uscire tutti i portatori di voci dissidenti dal pensiero unico: Ugo Volli, Emanuel Segre Amar ecc.

      "Mi piace"

      • Difatti non capivo come mai il semiologo Volli fosse sparito! E non scrive più le cartoline neppure su Informazione corretta…..mi spiace che ci sia questa deriva nelle vostre comunità, non ne avevo proprio idea…

        "Mi piace"

        • Sì, da Informazione corretta sono state costrette a uscire tutte le teste pensanti – a cominciare dalla mia, che è stata la prima nel lontano 2003 – per tutt’altro genere di ragioni, ma il risultato non cambia.

          "Mi piace"

        • Tutto mi sembra, tranne che di sinistra la Fait, ma probabilmente tutto ciò non è dipeso da lei. Comunque non voglio mettere il becco, ci mancherebbe, solo che continua a suonarmi stranissimo l’atteggiamento della UCEI, riguardo questi temi. Anche perchè, se proprio bisogna dirla tutta, il mondo islamico non è affatto filo ebraico, anzi, hanno un odio e livore terribili.Si vuole proibire la critica verso questa religione, con queste iniziative? E la Segre non credo proprio che sia antisionista. O vorrà dirmi che con i compagnucci, nipotini di Stalin, ogni 25 aprile, bisogna essere comprensivi, quando bruciano la bandiera israeliana e offendono gli ebrei, sventolando le bandiere palestinesi?

          "Mi piace"

        • Deborah è antisinistra viscerale, ma per informazione corretta la questione non è assolutamente politica bensì, come ho detto, di teste pensanti, che potrebbero dare ombra al signore e padrone. E Deborah, questo, non lo farà mai. E’ capitato, abbastanza recentemente, che lui avesse assunto non ricordo quale posizione che è stata pesantemente criticata da tutti, e Deborah ha sostenuto che lui avesse ragione. Qualcuno le ha fatto notare che lei però aveva scritto tutto il contrario, e lei, pur non negando di avere scritto il contrario, ha insistito che lui aveva ragione. Deborah è una carissima amica e guai a chi me la tocca,però è fatta così, e non c’è altro da fare che prenderne atto.
          Non ho idea di quale sia la posizione della Segre su Israele, non ho mai sentito sue prese di posizione in merito. Quello che è evidente è che è sicuramente di sinistra, e che è molto vecchia e vistosamente manipolabile.

          "Mi piace"

        • A questo punto cara Barbara non posso fare altro che sottoscrivere le tue affermazioni. La Fait la ricordo sin dai tempi della signora Sigal Harari, altra guerriera morta prematuramente. Immagino che anche tu la conoscessi.

          "Mi piace"

        • Era una signora che scriveva nell’allora blog di Guzzanti, scampata ad un attentato terroristico palestinese, ma per colpa di ciò invalida. Per lo spavento tirò un urlo incredibile che le rovinò in parte le corde vocali. Una poliglotta che amava tanto l’Italia e che scriveva poesie nel suo blog. Parlo al passato, perchè è morta prematuramente pochi anni fa, trentenne, per colpa di un peggioramento delle sue condizioni di salute. Uno dei suoi avi partecipò all’invenzione dell’esperanto e inoltre suonava il pianoforte. Ti lascio il suo sito, che ancora è in rete:

          http://sigal.blogspot.com/

          "Mi piace"

  6. Romoaldi, cosa ne pensi delle decine di sindaci leghisti che stanno tentando di intitolare strade a personaggi compromessi col regime fascista?
    Per dire, non mi sembra che la nostra padrona di casa abbia esternato analogo sdegno quando il sindaco leghista di Erba tentò di intitolare una strada al podestà Airoldi, autore nel 1939 del simpatico libriccino “Elenco di cognomi ebrei”.

    "Mi piace"

      • E allora segnaliamo anche che Virginia Raggi ha cancellato tre strade dedicate a fascisti firmatari del manifesto della razza, intitolandole a una vittima dell’Olocausto e a due accademici che si opposero alle politiche razziali. Questo, solo per chiarire che se la destra vuole metterla sul piano della toponomastica, ha evidentemente preso una strada sbagliata (per l’appunto)

        "Mi piace"

        • Criticare l’iniziativa di Orlando non significa che io possa avere simpatie per i partiti politici di destra, fermo restando che va aldilà di tutto intitolare un lungomare ad un terrorista. La Raggi potrebbe intitolare tutte le vie di Roma a personaggi ed esponenti di origine ebraica, rimarrà sempre il peggior sindaco della capitale del XXI secolo, a prescindere. O vuole dirmi che è stato un tentativo per arruffianarsi la comunità ebraica? Perchè sembra alla fine che lei la veda su questo piano, onestamente meschino. Piuttosto lei è stato favorevole o contrario all’iniziativa di Orlando, senza tirare fuori il sindaco di Roma o di Erba?

          "Mi piace"

      • Attenzione ai giochini di parole: quelli “stanno tentando”, Orlando ha fatto. Evidentemente in quei comuni c’è un’opposizione che si ribella e i sindaci in questione non si azzardano a ignorarla, mentre a Palermo o non c’è opposizione, o il sindaco procede per contro proprio calpestando le voci contrarie. Senza contare che vedrei qualche differenza fra “personaggi compromessi col regime fascista” e un terrorista con migliaia di morti sulla coscienza, che dall’Egitto è andato a prendere possesso di bande di clan sparsi, li ha denominati palestinesi e da oltre mezzo secolo – perché gli effetti durano, ormai irreversibili, anche oltre la sua morte – li costringe a vivere in uno stato di guerra perenne.
        Non lasciarti intortare da questo troll, provocatore a tempo pieno.

        "Mi piace"

        • Difatti cara Barbara è proprio lì che desidero arrivare. Gli ho chiesto se è favorevole o meno all’iniziativa di Orlando, senza tirare fuori la Raggi, con i suoi tentativi pubblicamente in linea, ma in realtà, adulatori, secondo il mio modesto parere. Di Arafat so che lo zio era l’Imam di Gerusalemme, che ebbe colloqui con Hitler e che fosse nato nel 1928 nella capitale egiziana, per poi fare ciò che giustamente narri. E poi la lancio lì, tanto per chiarire ulteriormente. Recentemente ho letto che uno storico afferma che il famoso oro di Dongo, fosse stato requisito dal PCI; alla vostra comunità risulta?

          "Mi piace"

        • Lui però è maestro del pensiero sbandante, ossia appena tu rispondi in merito a quanto dice, lui salta da un’altra parte, e non arrivi mai a una conclusione perché lui ogni volta te la sottrae.
          Sull’oro di Dongo sono nate talmente tante leggende, che non mi sento molto interessata a seguirne le ramificazioni.

          "Mi piace"

        • Tipico troll allora, che aizza, lancia il sasso e poi scappa, tornando a tempo debito con altri argomenti fuori tema. Se però uscisse la verità su chi si preso tutto quell’oro (in gran parte della comunità ebraica) vorrei proprio vedere la reazione dell’UCEI e dei sinistrorsi. Ma questi ultimi sono rimasti in piedi addirittura dopo la caduta del muro di Berlino, hanno lo stomaco forte e sono avvezzi a ciò.

          "Mi piace"

        • “Tipico troll allora, che aizza, lancia il sasso e poi scappa, tornando a tempo debito con altri argomenti fuori tema.”

          Romoaldi, pensavo volessi e fossi in grado d’interloquire. In realtà vedo che sei capace d’insultare a gratis e basta (a proposito: ma chi cazzo sei?). Evidentemente concepisci la discussione come un mutuo spompinamento. Non preoccuparti: basta che continui a frequentare esclusivamente forum sovranisti, e d’interlocutori siffatti ne trovi quanti ti pare

          "Mi piace"

        • @Stefano: visto? Appena viene smascherato sbrocca di brutto e comincia a lanciare strali a destra e a manca.
          @Gianluca: se hai problemi di nervi, non è questo il posto adatto per venirti a scaricare. Un’altra sbroccata così contro un mio ospite (“chi cazzo sei?” lo dici al tuo cane) e ti banno. Non ci sarà un secondo avviso.

          "Mi piace"

        • Ma sai che me ne frega se mi banni, ducetta da operetta.

          Se non ho mai risposto a tono ai tuoi continui insulti è solo per quel minimo di educazione che osservo nei confronti delle persone anziane.

          Continuate a spompinarvi a vicenda, tu e i tuoi lacchè, lo so che senza di me vi viene meglio.

          "Mi piace"

        • Sì, il troll manifesta il tipico livore di una certa parte politica. Prima parte in maniera sordina, poi passa il tempo e alla fine sbrocca! Ma noi siamo umani e non vogliamo nei suoi confronti la tagliola legislativa, per cui può continuare ad offendere in maniera anonima, senza scrivere il suo nome e cognome, in nome della libertà di espressione. Del resto se non conosce altri tipi di linguaggio, perchè dobbiamo condannarlo? In fondo neppure lui vorrebbe essere così, ma non ha altre strade per comunicare. Mandiamogli un abbraccio, anzi, come dice Salvini, un bacione .D

          Piace a 1 persona

    • Molto, molto rari sono i personaggi pubblici del Ventennio che non fossero compromessi con il regime. Direi Benedetto Croce e Antonio Gramsci, forse un paio di altri. Lei lo sa, di certo, che ad esempio Dario Fo era esponente di spicco del GUF. E con lui molti altri cui se non son state intitolate vie, lo saranno (Eugenio Scalfari ce l’ha presente?)
      E, mi pare stupido ricordarlo, ogni singolo amministratore dal 1924 al 1945. E il 99,9% dei professori universitari, dei rettori, dei direttori delle Scuole. Pensi lei a quanti “fascisti” son state intitolate piazze e strade, biblioteche d’Ateneo, aule.

      "Mi piace"

      • A parte il GUF, di cui facevano parte praticamente tutti gli studenti universitari, compresi non pochi antifascisti, a carico di Fo c’è anche la repubblica di Salò, con diretta partecipazione a rastrellamenti di partigiani e di ebrei. Qui invece a sinistra puoi vedere un giovane giorgio Napolitano

        Quanto al signor Scalfari, pare fatta su misura per lui questa cosa qui

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...