LOTTA DURA SENZA PAURA

contro del maschio la dittatura
il femminicidio noi fermeremo
e parità finalmente otterremo.

Ma mi raccomando: scegliamo un modo che sia VERAMENTE efficace!

Leggo poi in un commento: “sono a Parigi e questa manifestazione di cui molte persone ignoravano l’esistenza ha portato la città al collasso. Bus deviati, corse annullate, traffico allucinante in una città che grazie a Hidalgo è strangolata e in cui è difficile circolare. La manifestazione organizzata da #Noustoutes contro la violenza verso le donne ha visto raccogliere intorno ad essa tutto il repertorio di matrice sx : contro il patriarcato, contro il machismo, parità di genere [ecco, soprattutto parità di genere, sulla quale le vediamo particolarmente impegnate, al pari di queste altre loro sorelle nella parte finale di questo post]. Ci sono anche le Femen. Nessun accenno alle costrizioni imposte da un certo Islam: velo e violenze familiari. On ne touche pas à l’islam.”(appunto)

barbara

    • L’islam è il coccodrillo che si nutre – con la carne dei propri fratelli – nella speranza di essere mangiati per ultimi. Solo che stavolta, a differenza che con Hitler, non arriverà nessuno zio Sam a toglierli dalle grinfie dell’orco: saranno mangiati più tardi, ma saranno mangiati.

      "Mi piace"

    • Diciamo che da una parte posso anche capirle: a giudicare dalla cozzitudine della maggior parte di quelle inquadrate, quando mai può capitargli di poter vedere da vicino un po’ di pelle maschile nuda? Secondo me tutta la messinscena l’hanno montata unicamente a quello scopo lì – hanno preso due sfigati, gli hanno dato due lire (per fame ci si può anche prostituire senza troppa vergogna, dopotutto) e li hanno messi lì – e così alla fine ci è scappata anche la palpatina al culo per poter sapere, una volta nella vita, che effetto fa una chiappa nella mano.

      "Mi piace"

  1. ma una cosa non ho capito sul “femminicidio”: chi ne pensa male vuole che il numero di morti ammazzai tra maschi e femmine sia uguale?
    cioè davvero non comprendo come e perché una vittima donna sia diversa da un ammazzato: vogliono la parità? facciano allora in modo da pareggiare questa intollerabile preponderanza maschile, altrimenti stiano contente di avere un terzo circa delle vittime di ammazzamenti, e protestino invece perché si riduca il numero degli ammazzati maschi….
    (per tacere degli infortuni sul lavoro, che sono in un desolante rapporto di 97 a 3 su 100 a sfavor edei maschi, alla faccia del paese maschilista e patriarcale….)

    "Mi piace"

    • Non è esattamente così che stanno le cose, e sinceramente mi sono rotta i coglioni con la storiella che gli uomini ammazzati sono il doppio delle donne, che cazzo vuol dire che sono di più? Quanti sono quelli che sono stati ammazzati in quanto uomini? Quanti sono quelli che sono stati ammazzati dalle donne che loro volevano lasciare? Quanti sono gli uomini ammazzati dalle proprie mogli o compagne dopo essere stati per anni maltrattati e torturati? Contami quante fra le donne ammazzate sono state ammazzate PER IL FATTO DI ESSERE DONNE, non per questioni di eredità o nel corso di una rapina o in un regolamento di conti per fatti di droga o per sgarri di mafia, e contami quanti fra gli uomini ammazzati sono stati ammazzati PER IL FATTO DI ESSERE UOMINI, e non per questioni di eredità o nel corso di una rapina o in un regolamento di conti per fatti di droga o per sgarri di mafia, e poi ne riparliamo. Gli infortuni sul lavoro? Dire che c’entrano come i cavoli a merenda è un puro eufemismo, ma se proprio ne vogliamo parlare, i casi mortali sono poco più di un migliaio all’anno, contro 8000 morti per incidenti domestici. E adesso finitela tutti con questi discorsi del cazzo, perché avete rotto i coglioni tutti quanti.

      "Mi piace"

      • In effetti, il paragone dovrebbe essere fatto solo tra i casi di violenza in ambito domestico e/o relazionale.

        Comunque, la frase “uccise per il fatto di essere donne” continua a non convincermi.
        Sarebbe più corretto dire “donne uccise da uomini* [mediamente più violenti e forti fisicamente] che vanno con donne”. La differenza è sostanziale.
        Posso sbagliarmi, ma ritengo che l’uomo che passa alle vie di fatto per questioni culturali (cioè la donna deve stare “al suo posto” e, se non lo fa, va “messa in riga” con le buone o con le cattive) sia un fenomeno minoritario, o spesso una mera (auto)giustificazione a posteriori della propria spiccata tendenza alla violenza.
        Voglio dire, se un maschio avvezzo alle soluzioni… spicce fosse anche sessualmente fluido, penso che sarebbe tentato di riservare il medesimo trattamento – prestanza fisica (e psicologica?) permettendo – a chiunque si accompagnasse, maschio o femmina che fosse.

        "Mi piace"

        • non lo dicono ma situazioni di coppie violente esistono anche nei casi MM e FF, ed esistono anche casi di violenza F->M, magari più sottile, psicologica direi, che fisica ma sempre violenza.

          Btw la storia dei morti sul lavoro, imho, salta fuori quando viene presa una disparità come il “gender gap” dei salari per chiedere una immotivata parità, immotivata perché vorrei vedere un contratto collettivo di lavoro che prevede per i maschietti cisgender, e solo per loro, l’indennità di pisello.
          La verità è che se uno della coppia deve rimanere a lavoro fino a tardi, farsi trasferte rognose o straordinari, o lavori più rischiosi, quello spesso è l’uomo, ma quella è una scelta delle coppie non una imposizione di legge. Nessuna legge vieta, a meno che non sia in gravidanza o con figli piccoli, ad una donna di farsi trasferte e straordinari fino a tardi e lasciare il compagno ad occuparsi della casa e dei figli.

          "Mi piace"

        • @Marcoz: Hai ragione, l’avevo dato per scontato ma sarebbe stato meglio precisarlo.
          Immagino che anche fra le coppie omosessuali ce ne sia un certo numero con un membro prevalentemente dominante e uno prevalentemente succube, e in questo caso ovviamente la dinamica non cambia rispetto alla coppia etero.

          "Mi piace"

        • @Shevathas: esistono? E allora documentateli e denunciateli come facciamo noi coi nostri, e non rompete i coglioni coi vostri numerini del cazzo.
          Lavori in trasferta o fino a tardi (qualcuno, BTW, ha voglia di calcolare quante trasferte e lavori fino a tardi sono corna mascherate?)? Trovami quanti mariti sono disposti a pulire la casa fare la spesa cucinare apparecchiare sparecchiare rigovernare lavare stirare rammendare attaccare i bottoni fare i letti, per sé e per i figli, tutte le volte che la moglie lavora fino a tardi o è in trasferta – e a non fare il terzo grado alla moglie quando rientra per scoprire se era lavoro vero o corna mascherate – e poi ne riparliamo.

          "Mi piace"

        • Quando facevo le trasferte nei cantieri o i turni di notte in fabbrica avevo un rischio consistente di schiattare cadendo da un’impalcatura, finendo fritto dalla 400V o spiaccicato da un carico sospeso. Mi viene da piangere alle povere donne costrette a cucinare, rammendare e fare i letti.

          "Mi piace"

      • Si che era questo. Te fai la vittimista per i panni da lavare, io rispondo che in tanti anni sono stato tra cantieri edili, cantieri navali, motori di navi, officine e fabbriche, e in tutti quei posti di donne se ne vedono veramente poche. La prossima donna che si lamenta del pay gap o del lavoro femminile la prendo e le faccio fare una settimana in cantiere con i miei amici polacchi. Non la molesterebbero perche’ sono persone correttissime, ma le farebbero cagare sangue dalla fatica. Tra parentesi, 8000 morti l’anno per incidenti domestici? In tutto il pianeta, forse. Comparali con gli incidenti mortali in cantiere e dimmi te in quale posto preferiresti passare le ore…

        "Mi piace"

        • No, non era quello. Ci sono anche i colletti bianchi che vanno in trasferta e che hanno la riunione o la cena di lavoro che non finisce prima delle due di notte. Imprenditori, consulenti finanziari, consulenti in generale e tanta altra roba del genere. Se un lavoro di questo genere ce l’ha la moglie, il marito, oltre al suo lavoro, deve anche fare il casalingo, perché non a tutto può provvedere la donna di servizio.

          "Mi piace"

  2. scusa Barbara, poi non ci torno più: “Contami quante fra le donne ammazzate sono state ammazzate PER IL FATTO DI ESSERE DONNE”

    tu dimmi invece coma fai a sapere che la tale è stata ammazzata IN QUANTO DONNA e non per altri motivi…. è molto ma molto difficilissimo stabilirlo, e credo che i casi siano comunqu pochissimi.
    un motivo (se si escludono patologie psichiatriche) c’è sempre, ed è sempre o quasi di interesse (carnale o monetario poco cambia) o di mancanza di freni.
    che poi i maschi siano più inclini a mettere le mani addosso è risaputo e pacifico, chi lo fa verso una donna per me decade automaticamente dal ruolo di “maschio” (a parte casi estremi), ma io e la mia opinione contiamo pochisimo.

    "Mi piace"

    • Ah, di un difficile, guarda, ma di un difficile… Una donna vuole lasciare il suo uomo e lui l’ammazza, e chissà mai se l’avrà ammazzata perché era la sua donna e adesso non vuole più esserlo, o perché quel giorno pioveva. Un uomo vuole scopare una donna, lei non vuole e lui l’ammazza, e chissà mai se l’avrà ammazzata perché non voleva essere la sua donna o perché quel giorno c’era nebbia. Chi mai potrebbe riuscire a raccapezzarsi in un simile dilemma, ma neanche Sherlock Holmes, guarda.

      "Mi piace"

      • Ma magari magari se le donne la smettessero di andarsi a mettere con violenti, delinquenti, prepotenti e picchiatori queste cose non capiterebbero cosi’ spesso? Tanto per dire, se mi vado a sposare con una che ha messo le corna a tutti i suoi ragazzi, poi non posso lamentarmi se quella mi fa piu’ cornuto di un toro!

        "Mi piace"

        • Naturalmente: per me vale sempre la regola che la prima volta che mi meni è colpa tua, la seconda è colpa mia, e non mi si venga a raccontare la storiellina dell’amore cieco. Detto questo, oltre a quelli che ammazzano la moglie o simili dopo dieci anni di maltrattamenti e violenze da lei stoicamente sopportati, magari facendo vivere in questo inferno anche i figli, cosa per la quale essere scuoiata viva sarebbe ancora poco, ci sono anche quelli che si scatenano tutto in una volta, per esempio quando dopo mesi di micino bello e trottolino amoroso, lei per la prima volta se ne esce a dire ma io veramente domani sera vorrei andare al cinema con Teresa.

          "Mi piace"

        • Nessuno “sbrocca” dal nulla: se non ha mai alzato le mani a te prima del cinema con Teresa, l’ha sicuramente fatto con altri. E se ci stai insieme lo sai che infondo hai accanto un pitbull, semplicemente ti convinci che attacchi gli altri e difenda te. E come i padroni di pitbull, ti sbagli.

          "Mi piace"

        • Premesso che io in questo campo ho antenne che il mossad me le invidia, per cui difficilmente potrebbe capitarmi di avere di fronte un violento e non accorgermene entro cinque secondi, esiste però anche il caso di persona con meno antenne di me e che ignora i precedenti, perché avvenuti altrove, per esempio, e senza contatti comuni che possano informare.

          "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...