MOGLI

Mentre mi sta facendo l’ecografia alla spalla (quella della caduta di due mesi e mezzo fa. Niente: esattamente come la testa del femore e il gomito, è fortemente contusa ma niente danni) gli suona il cellulare. Ha le suonerie differenziate, quindi sa chi è: “È mia moglie. Pronto… Cosa?! E tu mi chiami mentre sto lavorando per chiedermi una cosa del genere?! Sì va bene, ti richiamo io dopo”. Chiude. Mi guarda. Dice: “Voleva sapere perché vengono le occhiaie”.

barbara

  1. È vero che l’odierno uso dei cellulari rende incerta l’ubicazione dei colloquianti, tuttavia non credo sia scomparsa la tecnica di fare telefonate banali per valutare le probabilità di ritrovarsi il coniuge a casa, di sorpresa, all’improvviso.

    "Mi piace"

    • Lei era rientrata un quarto d’ora prima (lo so perché quando è arrivata ha telefonato), con bimbi, mamma e papà, e un anestesista all’ospedale per il turno di notte, ossia senza nessuno che lo possa temporaneamente rimpiazzare, non può fare scappate a casa. L’uso esiste ma non è questo il caso.

      "Mi piace"

    • Comunque qualche dubbio l’avrei avuto anch’io… E poi: bastava che chiamasse me che, pur non essendo né medico né paramedico (ma forse un po’ paraculo sì…), le avrei potuto dare “qualche indiciazione” in merito. Be’, è chiaro che non è un commento, bensì un tentativo di sdrammatizzare dai ricorrenti “corsi e ricorsi storici” quotidiani!. Oggi mi sono svegliato così… Un cordiale Shalom a tutti!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...