UN ORRORE PIÙ UN ALTRO ORRORE

Più un altro ancora che aggiungo io. Che hanno in comune i bambini.
Per il primo orrore do la parola a Viviana Kasam.

Carrozzine antisemite   

Ebbene sì. Esistono anche le carrozzine e i passeggini antisemiti.
Lo ha segnalato l’autorevole giornale ebraico on line Forward.com (fondato negli Stati Uniti nel 1897 come settimanale in yiddish e fin dall’inizio di orientamento progressista). Il 25 settembre ha pubblicato un articolo, ripreso da vari social e media americani, tra cui l’autorevole Algemeiner Journal. La giornalista Sarah Brown, racconta come, digitando su Google “jewish baby carriage”, siano uscite immagini di carrozzine/camere-a-gas e carrozzine/forni.
Ho provato, ed è vero.
Le fotografie sono raccapriccianti nel loro riferimento alla “soluzione finale”. Uno dei primi risultati mostra un forno fumante a rotelle accompagnato da un testo che recita “”Sei ebrea? Hai un bebè? Hai trovato quello che cerchi… acquista questo passeggino tedesco di alta qualità”.
L’immagine è parte di una collezione di Meme offensivi chiamati “Jewish baby stroller Memes” che si trova sul sito “Me.me”. Un’altra immagine mostra un barbecue portatile con la didascalia “Jewish travel trailer”. Un’altra ancora, una carrozzina ermeticamente chiusa, con un comignolo in cima, spinta da una mamma che indossa la maschera antigas. Ma anche le carrozzine e passeggini normali sono intercalati da immagini di forni e barbecue.
La giornalista ha chiesto delucidazioni a Danny Sullivan, dell’ufficio Pubbliche Relazioni di Google, che si è trincerato dietro l’automatismo degli algoritmi di correlazione e ha spiegato che l’azienda in un caso come questo non ha una politica che preveda la rimozione. “Devono essere rimossi dal sito che li ha messi in rete” spiega. “Noi non possiamo farci nulla, anche se non condividiamo ovviamente questi contenuti e la situazione ci disturba. Ma siamo alla continua ricerca di migliorare i nostri algoritmi di ricerca per evitare situazioni analoghe in futuro”. E’ noto che gli algoritmi di Google sono creati e finalizzati per estrarre correlazioni. Se scriviamo “minestre” nella finestra di ricerca, appaiono minestre estive e invernali, ricette di minestre, minestre veloci, zuppe, vellutate. Ristoranti specializzati in minestre.
Non dovrebbe quindi stupire troppo che digitando la parola “jewish” appaiano riferimenti alla Shoah, anche quelli dei negazionisti e degli antisemiti -purtroppo le leggi e i controlli non riescono a star dietro alla velocità e alla complessità della Rete. Ma in questo caso sembra giustificato chiedersi se si tratti davvero di correlazioni casuali o se non ci sia lo zampino di un programmatore antisemita. Fatto sta che alcune immagini particolarmente offensive sono state rimosse in questi giorni.
Ciò detto, mi chiedo però perché qualcuno si sia preso la briga di digitare su Google “jewish baby carriage”. Le carrozzine e i passeggini sono articoli che non richiedono un certificato di casherut, e non capisco perché dovrebbero essere ebraici piuttosto che cattolici o musulmani. Per curiosità, sono andata a cercare “Muslim baby carriage”. Sono uscite immagini di mamme velate, di hijab ricamati, ma niente di inquietante. Idem per “catholic baby carriage”. Quindi nonostante l’assurdità della ricerca, chi l’ha fatta ha trovato il risultato che presupponeva. Ovvero che, anche nei settori più innocui, come le carrozzine per bebè, l’antisemitismo riesce a insinuarsi e a spargere i suoi semi avvelenati. Ma c’è ancora qualcuno che si illude del contrario?
Viviana Kasam, qui.

Le più offensive, come ha scritto Viviana Kasam, sono state rimosse, quindi io ho trovato solo quelle moderate.

Per il secondo do la parola a Simone Pillon.

Simone Pillon 

A proposito di criptopedofilia e di infanzia violata, su segnalazione dell’amico senatore Simone Bossi ho visto le immagini della mostra “Affiche”. Sono immensi cartelloni in giro per Cremona, con tanto di patrocinio del Comune.
Le “opere” sono affisse anche davanti alle scuole e pare che siano stati organizzati percorsi didattici con i bambini delle scuole della città, accompagnati a visitare la mostra.
L’amministrazione piddina è la stessa che a febbraio aveva pubblicato un opuscolo che suggeriva di far meno figli per salvare il pianeta.
Vorrei evitar di dire parolacce e quindi mi limito ad osservare che treni o conigli che entrano nelle zone genitali delle bambine,

o conigli sgozzati

o pinocchi sadomaso

non mi paiono immagini appropriate per i minori.

Una domanda al sindaco e agli organizzatori: perché tanto accanimento sull’innocenza dei bambini?
Che problemi avete?
Quanto alla qualità artistica e all’evidente malizia dei contenuti lascio il giudizio a voi, ma resto convinto che immagini del genere, forse innocue per un adulto, possano essere assai pericolose per la sensibilità di un bambino.

Peccato non conoscere il sublime artista: andrei volentieri di persona ad esprimergli tutta la mia ammirazione.

Il terzo orrore lo aggiungo io, ed è quello delle modelle bambine, di dieci anni, cinque anni o anche meno, truccate, bardate e messe in posa come prostitute o giù di lì

JonBenét Ramsey

E cercando immagini di modelle bambine con addosso indumenti che nulla hanno a che fare con la moda infantile, mi sono imbattuta in un orrore ancora più particolare: l’autosalone di Wuhan – sì, quella Wuhan – dotata già otto anni fa di particolari virtù, che come tutti gli autosaloni che si rispettino, accosta alle auto di lusso delle bombe sexy, con la funzione di attirare e arrapare i maschioni possibili acquirenti. Con una particolarità: la bomba sexy più giovane ha quattro anni (e sfila da due), le altre pochissimo di più. E, come fa notare la giornalista che ha segnalato la cosa, in Cina il bikini non è un normale abbigliamento da spiaggia, lì quasi nessuna donna lo indossa: il bikini è proprio e solo l’abbigliamento della bomba sexy.

Ma sembra che oltre alla sopra citata giornalista, ben pochi abbiano trovato da ridire su tutta la faccenda.

barbara

  1. Tutto il materiale che và dalla carrozzina ai vari oggetti ha un chiaro riferimento alla shoah. I vari indirizzi che parlano di tutto questo sono reali.
    Andando a visionare le pagine per le carrozzine..cattoliche/ musulmane si ha la percezione di qualcosa di paradisiaco..edulcorato quasi mieloso.
    ..Incitamento on line verso l’ odio antisemitico..credo che è solo
    per chi lo nutre dentro di se. Altrimenti è solo disgusto e pensare
    fino a che punto può arrivare la mente umana ‘?” con tutte le sue
    manifestazioni…bestiali.

    I manifesti! Strano pensiero nei confronti della cultura, arte sponsorizzata dalla corrente politica in carica a Cremona..
    Apriti cielo…se lo avesse fatto la destra italiana…
    Anche qui..cattivo gusto, perverso e morboso..

    E…un finale con varie foto di bambine…acconciate come pin up
    con chiari richiami al sesso.
    Sono solo foto..ma degne di raccolte di individui pedofili.
    Anche in questo caso…ci si sente scioccati!
    Inoltre mi chiedo come possono i genitori,,autorizzare..e sentirsi
    appagati nel ritrarre in questo caso..le bambine ridotte a scimmiottare
    tanti gesti che sono di cattivo gusto…quasi puttaneschi in persone
    adulte,,,Vengono così educate verso una percezione della vita che
    nel ..dal corpo si possono ottenere molte cose, compiacendo.

    "Mi piace"

  2. Segnalo che, dopo la messa in programmazione di “cuties”, Netflix ha perso, nei soli Stati Uniti, due milioni di abbonati; e che il Texas ha fatto causa a Netflix per promozione di immagini pedopornografiche.
    Un’altra cosa: quale genitore sano di mente compra alla figlia prepubere un reggiseno che si chiama “boobs bloomer”?
    Boobs è un modo piuttosto volgare di chiamare le tette, quando sono grosse (bloom sta per sbocciare).
    Infine: io sono molto libertario, i dipinti in apertura possono anche essere solo maliziosi e non proprio pedopornografici, ma esporli per le vie in città è da galera.

    Piace a 1 persona

    • penso che il caso di netflix e il caso dei manifesti abbiano una cosa che gli accomuna, imho è stato giocato il jolly: “dici questo solo perché sei un bigotto retrogrado attaccato alle sottane dei preti”, o almeno quello era l’attacco più diffuso su twitter. E ovviamente qualsiasi progressista è completamente indifeso davanti a quell’attacco visto che vengono indottrinati a pensare che chi è più obbresso ha più ragione anche se sparasse stronzate a livello 1+1=42.

      "Mi piace"

      • Forse ricorderai quando Benetton ha fatto la foto del bambino che scosta le mutandine di una bambina e ci sbircia dentro, e in molti si sono indignati, e si è levato il solito coro di bigotti ipocriti, fingete d ignorare la naturale sessualità e la naturale curiosità dei bambini ecc. ecc. Fingendo di non vedere che di naturale lì non c’era proprio niente: lì c’è stato un adulto che ha preso un bambino e una bambina, li ha messi in mutande, li ha posizionati uno di fronte all’altra e poi ha ordinato al bambino di scostarle le mutande e guardarci dentro, ed è questa la cosa schifosa che indigna, una merda di adulto pervertito che si è intromesso nella naturale evoluzione della sessualità e della curiosità di un bambino, impedendogli di lasciar emergere da sola la naturale curiosità. Vale a dire che gli ipocriti nonché bigotti seguaci della religione sedicente progressista, sono loro.

        "Mi piace"

    • E non solo esporli per le strade, ma anche davanti alle scuole, e organizzarci i percorsi didattici per i bambini delle scuole!
      Quanto alla baby-boobs bloomer, più del reggiseno colpisce la posa e soprattutto l’espressione da prostituta di lusso che ammicca e incoraggia.

      "Mi piace"

  3. Primo caso: probabilmente l’autore pensava di essere spiritoso, ma quando uno è idiota è inevitabile che produca idiozie.
    Secondo caso: volendo cercare di gothic lolite se ne trovano tante, a volte hanno una loro bellezza inquietante, ma queste sono nettamente più scadenti della media.
    Terzo caso: [13 righe di insulti a piacere].

    "Mi piace"

    • Ripensamento: magari l’autrice dirà che sono ispirate ad Alice nel paese delle meraviglie, sarà anche marginalmente vero, ma rimangono comunque gothic lolite fatte male.

      "Mi piace"

      • Sì, il richiamo ad Alice è evidente, c’è anche il bianconiglio, anche se dipinto di rosa (per indicare che è gay?). Comunque il richiamo sessuale, con quelle gambe aperte ad accogliere l’ospite ormai in procinto di entrare, mi sembra proprio esplicito che più non si potrebbe.

        "Mi piace"

    • Ho ascoltato una manciata di minuti: sì, è decisamente guarito e tornato in forma (e guardando le foto del rientro dall’ospedale, sì, è stato decisamente malato, e anche in forma abbastanza pesante, a meno che quell’aria sbattuta non fosse effetto dei farmaci in dosi da cavallo per rimetterlo in piedi il prima possibile. Niente malattia inventata, comunque).

      "Mi piace"

      • A proposito di malattie inventate, cure miracolose e quant’altro. Mi hanno fatto vedere il video dell’intervento di Bacco (medico legale) alla Camera dei Deputati questo Luglio, riguardo alla gestione della pandemia in Italia.
        Lo conoscete? Myollnir, lei, come professionista, che ne pensa? Sono deliri di un pazzo o dice cose sensate?

        Chiedo perché anche il mio medico mi ha detto di essersi curato con i corticosteroidi e antibiotici, ma gli aneddoti non fan statistica. Adesso sento questo altro medico sostenere la stessa cosa.

        Grazie se vorrà rispondermi.

        "Mi piace"

        • Sicuramente antibiotici e cortisone non hanno alcun effetto sull’infezione virale, ma sulla polmonite sì.
          A sfavore di Bacco comunque giocano diversi fattori: l’associazione col cazzaro antivax Tarro; l’azione di denuncia per strage per conto dei famigliari, ossia previsione di SOLDI, TANTI TANTI SOLDI; l’avere accolto la bufala delle autopsie vietate, il che è FALSO (primo, sono state sconsigliate, non vietate, secondo l’autopsia si fa se lo decide l’autorità giudiziaria, non a capriccio del medico o delle autorità sanitarie). Che poi la gestione dell’epidemia da parte del governo sia stata da galera è fuori discussione, però insomma, io questo signore lo lascerei perdere.

          "Mi piace"

        • Ecco così il quadro è più chiaro. Sinceramente io questo signore non l’avevo mai sentito nominare, dagli 8 minuti di video era difficile farsi un’idea della persona.
          Grazie per le informazioni!

          "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...