ZITTI TUTTI

Ora tacciano gli utili idioti dei tagliagole

Stiano zitti adesso. Tacciano quelli che fingono o addirittura ostentano costernazione ad ogni testa che rotola ma si avviluppano nelle formule più sconciamente conniventi, “sono solo fascioislamici”. Stiano zitti quelli che da vent’anni tacciano chiunque di fobico, di razzista se appena si dice spaventato, sconcertato.

Zitti quanti ci insegnavano che i terroristi non vengono con i barconi. Che le Ong sono la parte umana e pura del mondo infame. Che i porti debbono restare aperti, sempre più aperti. Che ogni controllo, verifica, censimento è già nazismo. E che se uno scanna una vecchia o un prete, è solo un malato di nostalgia, come dice la canzone. Al massimo un pazzo, un disadattato, una vittima della sporca società occidentale dell’egoismo e dell’individualismo.

Stiano zitti quelli che si muovono nella solita ambiguità, “ah, vedete, sono giovani di seconda, di terza generazione, sono nati qui, sono cittadini qui” e glissano sulla evidente totale impossibilità di integrarsi da parte di questi macellai. Che sono sempre di più, sempre di più. E sorvolano sulle infinite opportunità di cui hanno goduto, scuole, sanità, diritti ai quali hanno risposto con la violenza fanatica.

Zitti quelli che per ogni cosa scomodano la povertà delle periferie, delle banlieu, come fa fino dire, come se fosse una legittimazione a staccare teste dal collo. Zitti quelli che più a questi signori gli dai e più non basta, non basta mai, come se questo paese dissestato e disastrato fosse un infinito Bengodi.

Zitti quelli che non hanno mai voluto accettare che grandi diritti comportano anche qualche dovere, per esempio non ammazzare la gente per la strada, se questa gente bene o male ti ha accolto, ti aiuta, ti sopporta, se il sistema di questi infedeli ti riceve, ti ospita, ti tiene e ti mantiene.

Zitti quelli che in via Padova a Milano ci trovano “esperimenti sociali” anziché la constatazione del completo fallimento delle loro teorie oniriche.

Zitti quelli che a maggiore violenza vogliono reagire con sempre maggiore comprensione, e arrendevolezza, e cecità. Zitti tutti gli stronzi armati di palloncini, di gessetti, di slogan balordi, di lagne e girotondi, di esibizionismo sulla pelle dei trucidati, di una sola voglia forte, prepotente, violenta: non far niente, accettare tutto, incolparsi sempre per il sangue innocente.

Zitti quelli che non imparano dall’esperienza di mille traumi. Quelli che si amputano la memoria. Quelli che se bruciano una cattedrale ridono compiaciuti perché è il simbolo dell’imperialismo cristiano e in fondo sono tutti monumenti da demolire. Zitti quelli che sono sempre pronti ad incolpare Cristoforo Colombo, le Crociate, il Dio vendicatore della Bibbia.

Zitti quelli che non riescono a dire la parola magica e si rifugiano nelle circonlocuzioni vigliacche, i terrorismi “qualsivoglia”, il profondo dolore “per tutte le vittime”, il qualunquismo solidale per cui “ogni violenza è sbagliata”.

Zitti quelli che hanno imposto l’agenda e travolto la libertà prima di parlare, poi di pensare, infine di capire: lasciandoci solo quella di morire.

Zitta anche l’incredibile ministro della polizia, la Lamorgese che si arrampica sui vetri con le dita cosparse di sapone, nessuno poteva sapere, a nessuno risultava. Bella gente che hanno messo a tutelarci.

Zitti quelli che hanno spedito l’esercito a correr dietro a un vecchio con la mascherina di traverso e non a controllare queste schegge impazzite che non sono schegge, sono parte di un sistema diffuso e micidiale.

Zitta l’Unione europea che non ha saputo e non ha voluto mai intraprendere alcuna iniziativa, soluzione, prospettiva per combattere un terrorismo islamista ormai fuori controllo. Zitta la politica dei marinaretti al servizio di una noglobal troppo ricca e troppo annoiata, la politica surreale di quelli che volevano un tiranno come Erdogan in Europa. Stiano zitti anche quelli che stanno zitti perché un prete, un sagrestano, una anziana, un professore non valgono neppure un cordoglio di facciata.

Zitti i globalisti col culo degli altri, che vogliono sempre più afflussi ma poi li cacciano dai loro quartieri melliflui, dai loro parchi e giardini perché i poveri debbono stare coi poveri e debbono sbudellarsi tra loro.

Zitte le parlamentari cialtrone che vanno a parlare di diritti degli “ospiti” con la borsa griffata che costa come tre anni di affitto ad un povero diavolo che, magari, gli piglia un colpo e quando torna dall’ospedale trova il loculo occupato da una tribù che rifiuta di sgombrare.

Zitti i cardinali elemosinieri con le elemosine altrui, che aiutano gli accoglienti sovversivi a rubare l’energia elettrica e non solo quella. Zitto anche questo papa che non sta con gli ultimi, come sostiene, ma con quelli che gli piacciono, che considera ultimi a modo suo e gli altri li abbandona, nemmeno un pensiero di passaggio se cadono, da cristiani, sotto i fendenti di un coltello da cucina o una scimitarra.

Stiano zitti tutti questi, perché ad ogni testa che rotola cresce la loro complicità morale, la loro responsabilità di irresponsabili, il loro cinismo che li fa restare disumani.

Max Del Papa, 31 ottobre 2020, qui.

Nessuna aggiunta, nessun commento: è perfetto così.

barbara

  1. Qualcosa deve succedere….non ha senso queste immigrazioni clandestine…in partenza..per accogliere chi fuggiva dalla guerra. Poi..visto che il loro fine è arrivare in
    Europa! I vari paesi..dell’ unione..anche con malavoglia sono costretti ad accoglierli..facendo leva nel penalizzarli in varie modalità…se non accettano questa accoglienza forzata e se non verranno attuati dei metodi risolutivi perchè non ci siano
    i soliti arrivi selvaggi..che non avranno una fine..
    Europa Sveglia! sei già nella cacca..e molto di piu’.
    ” L’ Articolo…ha dato le risposte a certe domande che ci poniamo…e ancora non vi è
    stato nessun impegno, quando è stato iniziato a porre rimedio..dettando un pò di norme..sono poi state annullate dalla squadra giallo/rossa..

    Il loro..è un salto nel buio! Non sanno cosa potranno fare…qualcuno potrà ricevere aiuti
    da altri arrivati prima…ospitati da associazioni, parrocchie…etc…
    Capita spesso di trovarli a chiedere l’ elemosina all’ ingresso dei supermecati…ma siamo anche fermati per strada…
    Una volta detti gli spiccioli che avevo…rispose…sono molti rossi..centesimi…era un giovane oltre 1.80..atletico..
    Poi…disse che ce l’ aveva con Salvini..
    In fondo non dice cose negative…gli arrivi in Italia devono essere concordati..come tipo
    di lavoranti da richiedere..E così tutto deve essere a norma..gli stessi diritti degli italiani..e
    così non potrete subire sfuttamenti…o cadere in mano dei capolarato…etc.Più…non sono a norma a livello di legalità e maggiori sono le possibilità che possano andare incontro a sfruttamenti…di vari tipi pagati con cifre inconsistenti..
    Qui..in città vi un grande numero di cinesi..aprono varie attività..con lavoranti cinesi..pagati
    poco…e durante dei bliz di polizia, finanza, vengo trovati dei lavoranti..cinesi , neri..anche
    pakistani..non di rado clandestini..e pagati poco..Fanno chiudere la ditta..poi riapre in un’ altra zona…cambiando l’ intestatario ..nome, della ditta..
    Si..dice che ..i cinesi..sono dei veri evasori fiscali..grosse cifre vengono inviate in Cina..

    L’ Europa…non è ancora sazia..di gente che crea caos..violenza etc..fino ad arrivare agli attentati .Credo che molti cittadini e in non poche realtà..paesi ambirebbero potere vivere in maniera piu’ serena, senza il timore di subire della violenze..Interi quartieri..hanno perso l’ impronta…l’ immagine dopo che si sono trasformati..in africa,..asia..etc….è pericoloso addentrarsi..
    I neri…sono diminuiti..ossia hanno cambiato sede di abitazione..e commercio ” tipo drogheria..” Sì..lo hanno asserito! Che con i barconi..etc..arrivano solo brava gente!
    E..queste persone sono arrivate con…il visto turistico !…?
    Zitti! Zitti…ma dovranno dare delle risposte ..concrete , così non può continuare..
    Certi paesi sono in maggiore difficoltà che di noi..qui in Italia, che non andiamo..la disoccupazione è in aumento e se continua così..si regredirà in tanti settori..compreso la
    cultura

    "Mi piace"

  2. Stamattina (mi sveglio con la radio) un deficiente “giornalista” di 105, tal Boris Mantova, diceva che probabilmente gli avvenimenti di Vienna sono in qualche modo collegati all’America, dato che anche l’Austria ha partecipato alla lotta all’ISIS (probabilmente sono stati gli Schuetzen con i loro terribili Lederhosen). Insomma, anche stavolta è colpa di Trump.
    Stasera penso che mi metterò a letto alle nove, con uno Stilnox. Sveglia puntata sulle tre. “Frittatona di cipolle e rutto libero”.
    Domani sarò uno straccio.

    "Mi piace"

      • Io invece vado a letto, come 4 anni fa. Se va come spero, è un buon risveglio. Se va al contrario, almeno non ci ho perso il sonno. E poi, sorbirsi gente come Severgnini o l’americano che sembra il doppiatore di Stanlio e Ollio? E magari vederli gioire? No, grazie.

        "Mi piace"

        • No no, quale severgnini! Mi cerco un sito che mostri l’arco e, man mano che arrivano i risultati dai vari stati, fanno avanzare il rosso e il blu, e mentre faccio qui le mie cose consuete, ogni tanto vado a vedere a che punto sono. Severgnini, figuriamoci! Ma anche chiunque altro, anche la radio, che tengo in sottofondo quando sono in cucina, la spengo quando attaccano a parlare.

          "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...