UN MOMENTO DI LEGGEREZZA

La signora Boralevi si concede un momento di leggerezza dichiarando in televisione che Bassetti non lavora perché sta sempre in televisione, io invece un momento di leggerezza me lo concedo così.

(Peccato solo quella spalla così orrendamente deturpata)

Poi domani si riparte.

barbara

    • Questo è sicuramente il più terrificante scioglilingua mai sentito in vita mia, mi sa che neanche da sobria con trent’anni di allenamento ci arriverei. Se solo penso a quanto ci ho messo a imparare she sells seashells on the seashore by the seashop, the seashells she sells on the seashore by the seashop she says are seashells, she’s sure e a dirlo veloce e senza impappinarmi… Bello comunque, molto trascinante, e fenomenale, oltre che molto carina, la ragazza.

      "Mi piace"

    • Ah, dimenticavo: sì, i piedi, oltretutto piccoli e aggraziati. Molto belle anche le gambe – anche perché sono identiche alle mie, tranne le caviglie che erano così anche quelle ma essendosi spaccate entrambe una mezza dozzina di volte ciascuna si sono deformate, solo un po’ la destra e completamente la sinistra. E le ginocchia, che prima sono un po’ invecchiate e poi mi sono andate completamente distrutte in quel famoso incontro intimo con la famigerata Ford Focus. Ma almeno la linea delle gambe mi è rimasta.

      "Mi piace"

      • Eh sì, molto graditi. Questa oltretutto è una scena che è impensabile in un matrimonio ebraico, dove per tradizione si rompono i bicchieri per terra!
        (Anche i russi, mi pare).

        "Mi piace"

        • No, i russi dicono “skol!”, bevono tutto d’un fiato e poi scaraventano il bicchiere contro il muro.
          Nel matrimonio ebraico comunque il bicchiere lo rompe lui, quindi le scarpe basta che le abbia lui.

          "Mi piace"

        • Sì, ma tu ci balleresti scalza, in una stanza in cui sono stati rotti uno o più bicchieri, e tutti sono ciucchi? Io no.

          Della giovane irlandese, che credo sia la sorella della sposa, mi colpisce oltre alla bellezza sua e della voce, il fatto che ogni tanto si interrompe per bere o per chiacchierare con lo sposo, eppure riesce sempre a riagganciare perfettamente il tempo: lo trovo un prodigio nel prodigio. E poi: ma dove lo trova il tempo per respirare?

          "Mi piace"

        • Sì: il bicchiere è uno solo, e viene avvolto in un tovagliolo in modo da non lasciare schegge in giro.
          Direi che lì è tutto eccezionale. Quanto al fiato, è una combinazione di dotazione polmonare di base e allenamento, come i sub senza bombole e i cantanti lirici.

          "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...