TALE PADRE TALE FIGLIA

Cecilia Strada 

Aaaallora. Avevo pensato di dare una serie di risposte collettive, informative ed educative, a tutte le bufale su mio padre, Gino Strada, che mi sono state segnalate nelle ultime settimane (dalla vaccata della residenza in Svizzera alla bufala sui soldati italiani a Mosul, passando ovviamente per gli anni ’70, katanga, Ramelli e diffamazioni varie che hanno già perso in un tribunale, ripeto che hanno già perso in un tribunale).

Poi ho pensato che no, non ho il dovere di educare chi calunnia. Io sono responsabile di quello che faccio e dico. Gli altri devono fare lo stesso, anche quando inciampano in una bufala e anziché controllare – come faccio io prima di parlare – la fanno propria diffondendola. Io non ho il dovere di educare gli altri, e chi calunnia è l’unico responsabile delle proprie parole.

Questa settimana ho troppo da fare, ma settimana prossima prometto che trovo due ore per parlare con l’avvocata e arrivo, ragazzi, arrivo da tutti. Se avete condiviso bufale senza pensarci, vi consiglio di trovare anche voi due ore per la vostra avvocata, perché ho un sacco di voglia di finanziare un po’ di soccorsi in mare con i vostri soldi.

E anche questo, in realtà, sarà educativo: insegnerà a un po’ di persone come si sta al mondo, che esistono le leggi, e che non si può diffamare a caso. Poi magari potete rivolgervi – per aiutarvi a pagare il risarcimento – a quelli che vi hanno riempito di bufale. Dubito vi aiuteranno, ma potete provare. Buooona serata!

Gente lurida, di padre (e madre) in figlia, che vuole i nostri soldi per foraggiare i trafficanti di esseri umani, svuotando l’Africa delle sue risorse umane e scaraventandole sulle nostre coste, per metterle al servizio della criminalità organizzata o a raccogliere pomodori dall’alba al tramonto per una manciata di euro al giorno, perché lei è una filantropa, sta scritto su Wikipedia. Poi un paio di mesi fa ha anche rivelato pubblicamente di essere bisessuale – perché far sapere con chi si scopa è essenziale per fare il mestiere del filantropo – e quindi adesso vale doppio, se la critichi, adesso che è finocchia, oltre che filantropofobo negrofobo negrierofobo e clandestinofobo sei anche finocchiofobo. Forse tra l’altro è il caso di segnalare a Israele la lurida lettera scritta dalla defunta sposa e madre e suggerirgli di trovarsi un buon avvocato che faccia sputare un bel po’ di soldini per la diffamazione e calunnia ivi condotte, in modo da poter meglio combattere contro i terroristi rimessi, dal  signor Strada, in condizione di tornare ad ammazzare infedeli, a partire dagli ebrei. Ricordando, per inciso, che se la signorina Strada ci denuncia accusandoci di avere mentito su suo padre, è lei a dover dimostrare che noi mentiamo e che suo padre non era un terrorista, non viceversa: se siamo ancora in uno stato di diritto, è l’accusa che deve essere provata, non la difesa.
E stendiamo un velo pietoso sul suo stile di scrittura da bimbaminkia, che sarebbe penoso a quindici anni, figuriamoci a quarantatré suonati.

barbara

  1. ***Poi un paio di mesi fa ha anche rivelato pubblicamente di essere bisessuale***

    sono +100 punti obbressione. Devi capire che da quelle parti lì più sei obbresso e più hai ragione. Se totalizzi abbastanza punti obbressione puoi anche andare dal Papa ad imparagli il catechismo, e lui deve stare zitto pena l’essere tacitato di mansplaning, di essere bianco misogino etc. etc.

    "Mi piace"

    • Ellosò, c’è gente capace di riscattarsi dalla tara di essere bianca e gente come noi, ostinatamente etero e ostinatamente convinta che il traffico di negri sia una brutta cosa, che non ci riuscirà mai.
      PS: le diffamazioni varie che hanno già perso in un tribunale, ripeto che hanno già perso in un tribunale riguardano, se non ricordo male, unicamente il fatto che la chiave inglese l’abbia usata. Nient’altro che questo. Al di là delle ciance della signorina Strada, in realtà tecnicamente signora e anche madre, ma che evidentemente ha un sacco di cose più importanti da fare che occuparsi a crescere suo figlio.

      Piace a 1 persona

  2. ci dice che leggi esistono e vanno rispettate, ma poi se ne dimentica quando si tratta di compiere il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Quanto alle squadracce del Movimento Studentesco, è vero, Gino Strada e il movimento non sono responsabili dell’assassinio di Sergio Ramelli…ma che i vari gruppi “Lenin” “Stalin” eccetera praticassero lo squadrismo è vero. E non penso che Strada si portasse la chiave inglese perché era un regalo del bisnonno cui era troppo affezionato

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...