VACCINI: TUTTE LE COSE IMPORTANTI CHE NON SAPPIAMO PERCHÉ NONCIELEDICONO

Virologo NoVax rivela: “Entro 150 anni quelli che stanno facendo la terza dose saranno tutti morti”

– “Avete 10.000 persone. 5000 fumano e 5000 non fumano. Nel primo gruppo, 3000 hanno problemi polmonari e nel secondo li hanno in 30. Voi che fate? Iniziate a fumare?”
“Beh, no”
“Sì, invece! I poteri forti vi vogliono ingannare con la statistica!”


Vacci (NO) – Non ha dubbi Silvano De Monti, virologo, farmacologo e logologo assurto in breve tempo a nuovo paladino delle idee, – va be’, idee – NoVax e diventato celebre con il suo saggio Correlazioni a cazzo. Se hai un infarto mentre mangi un chilo di patatine fritte guardando Ulisse, la causa è Alberto Angela.

De Monti, che si è fatto notare per i suoi brillanti interventi sul canale ByoBlu, dove ha paragonato Roberto Speranza a Pol Pot , Idi Amin e Thanos, e in Fuori dal coro, in cui ha definito Draghi “Ancora più comunista di Mattarella”, ha appena pubblicato uno studio basato su fonti accuratissime prese da Reddit, Parler e le pareti dei cessi degli autogrill, nel quale è giunto alla conclusione che entro il 2171 coloro che adesso si stanno apprestando a sottoporsi alla terza dose saranno tutti morti.

“Ma quindi lei è un keynesiano?”
“No, no, per Keynes nel lungo periodo saremo tutti morti. Io, invece, parlo solo dei vaccinati con tre dosi”
“Ma lo saranno anche i non vaccinati”
“E lei che ne sa? È già nel futuro per vederlo?”


Annichiliti dalla forza delle sue argomentazioni, chiediamo al professore chi siano i suoi numi ispiratori nel campo della medicina: “Ma i soliti, Tarro, Montanari&Gatti, Bassetti prima del tradimento, Palù prima che il Bilderberg lo piazzasse all’Aifa, Balanzoni, Amici, Citro, Scoglio, Bacco, Patch Adams” [NdR, inutile cercare di fargli capire che Patch Adams è l’unico tra questi che il pagliaccio lo fa solo per divertire i bambini]. Mi piace anche molto il dottor Peter Tosh, quello che canta I’m not in this world/ To live up to your expectations/Neither are you here to live up to mine, yeah” [NdR, inutile cercare di fargli capire che intende Peter Doshi, il professore del Maryland che ha pubblicato uno studio sui vaccini ritenuto da molti medici inattendibile perché basato solo su opinioni personali]. E senza dimenticare il grandissimo luminare Robert Malone [NdR, inutile cercare di fargli capire che in realtà intendeva Roberto Malone, l’ex attore porno celebre per capisaldi come Una famiglia per peneLe porcone volanti e Scandali a Carmagnola]”.

De Monti è anche contro l’uso del Green Pass, e per una ragione molto valida: “Non riesco ad accedere allo Spid per scaricarlo. Non mi ricordo mai la password e quando finalmente mi viene in mente, nel frattempo mi sono dimenticato il mio indirizzo mail.  Ma non mi avranno. Piuttosto ceno fuori con 10 gradi sotto zero insieme ad altri grandi esempi della civiltà di questo paese: l’ex generale Pappalardo Fabio Tuiach”.

Intanto la casa editrice NONCIELODICONO!11!1!1 ha già annunciato il prossimo lavoro del brillante virologo, fondato sulla scoperta avvenuta grazie a un meme trovato per caso su Facebook: Acqua, la grande truffa: l’H2O, ovvero un composto molto sopravvalutato.

Augusto Rasori, qui.

Poi succede che Monti dice che “venti ore al giorno di talk show sulla pandemia sono un disastro” e quindi sarebbe opportuno un dosaggio dell’informazione, e tutti quelli svegli lasciano accuratamente fuori dal discorso la prima parte e strillano come oche spennate alla censura e al controllo dell’informazione, e magari si offendono se gli dici che sono dei cretini che non hanno capito un cazzo e ti rispondono che non sono cretini loro bensì tu cieco.
Poi c’è quel video spettacolare – che naturalmente, essendo una vecchia signora con l’ulcera mi guardo bene dal guardare perché qualche riguardo me lo devo, ma mi fido di ciò che raccontano quelli che lo hanno guardato e riguardato con crescente orrore e indignazione – dell’infermiera, con funzione di caposala, slovena, che si è licenziata perché la sua coscienza non sopportava più di continuare a fare quello che faceva. Qualcuno interviene a obiettare che la signora è sì stata infermiera, ma è in pensione da anni, quindi primo, qualunque cosa abbia fatto, non l’ha fatta coi vaccini per il covid, secondo, se per acquistare maggiore credito si spaccia per quello che non è, almeno un filino di puzza di bruciato alle narici dovrebbe arrivare, no? No. E dunque questa signora mostra tre fiale di vaccino, evidentemente trafugate allo scopo di documentare le informazioni che offre, contrassegnate rispettivamente dai codici 1, 2 e 3, numeri che tutti noi miliardi di persone vaccinate abbiamo visto sulle fiale da cui è stato prelevato il nostro vaccino, giusto? E dunque nelle fiale col codice 1 c’è un placebo, una soluzione salina, in quelle col codice 2 c’è il vaccino e in quelle col 3 c’è il vaccino più il gene onco (si chiama oncogene, ma cosa vuoi che sia) che entro due anni farà ammalare di cancro i soggetti inoculati – cosa che dovrebbe far saltare sulla sedia chiunque abbia conoscenze mediche da terza elementare, ma cosa vuoi che sia. Giureresti che sia più facile far credere a un adulto plurilaureato che Babbo Natale e la Befana esistono davvero e scendono dal camino portando sacchi di scie chimiche e planetari con la terra piatta piuttosto che una simile vaccata e invece no, ci credono, condividono il video, lo salvano casomai i censori dovessero farlo sparire per non farci sapere la Verità, invitano a diffonderlo perché laggente devono sapere. Qualcuno chiede: ma se un terzo delle inoculazioni sono fatte con niente, com’è che il dolore al braccio, insieme a qualche leggero disturbo, lo abbiamo avuto tutti uguale? Ma naturalmente non vale la pena di rispondere a questi provocatori servi di regime, e se insistono zac! si bannano, così imparano a venire a rompere le uova nel paniere a queste brave persone con le loro sciocche provocazioni.
E ora guardiamo un po’ di numeri, che non fa mai male

e poi immaginiamo…

barbara

      • Ci sarà un modo, previsto in Costituzione, per destituire un Senatore a vita?
        E’ incredibile come le questioni di libertà (personale e collettiva) passino in cavalleria quando arrivano gli “esperti”.
        Sull’ultima “slide”, ecco: provi l’arguto epigrammista ad iniettirasi la muffa. Gli pago da bere, se sopravvive.

        "Mi piace"

        • Probabilmente Monti meriterebbe di essere destituito – ma non prima della signora della commissione contro l’odio, che prima ancora delle azioni e dei comportamenti pretenderebbe di censurare e addirittura sanzionare i sentimenti, ma su questo si sentono, chissà perché, molte meno lamentele e molte meno proteste – ma non per quello che ha detto in questa occasione, a patto che si abbia la voglia e l’onestà di ascoltare TUTTO quello che ha detto, e non solo il ritaglino che fa comodo per poter portare avanti la propria narrazione..

          "Mi piace"

        • A me non pare che avesse un uditorio ostile. Forse degli uditori imbarazzati, che però lo erano come dei figli che ascoltano il padre demente.
          È però vero che è assolutamente impossibile per un italiano onesto non essere prevenuto nei confronti di quell’uomo. In passato, ho più volte detto e scritto che era il peggiore capo del governo dell’Italia repubblicana, intendendo escludere il ventennio. Retrospettivamente, penso però che si possa risalire nel tempo.

          "Mi piace"

    • Monti è un professore in senso stretto: se gli dai un incarico, lui si adopera per portarlo a termine, indipendetemente dalle conseguenze. Se lo studente non risponde come si deve alle domande, il professore lo boccia, senza interrogarsi -giustamente- delle conseguenze politiche o sociali della sua decisione.
      Così Monti non si pone dubbi. Problema: il popolino ha accesso a troppe fonti di informazione discordanti senza sapere discernere quantomeno il plausibile dall’implausibile. Mancano tempo e soldi per rimediare al dilagante analfabetismo funzionale. Che fare? Tagliamo le fonti di informazione. Poi chi verrà dopo, se vorrà, metterà mano all’istruzione. Nel breve periodo meglio un taglio netto. “via l’uomo, via il problema”, diceva Stalin (cit. Robert Conquest).
      E’ anche la soluzione tipica dell’economia finanziaria.
      Come dicono i bocconiani, di cui Monti è esponente di spicco: La tua impresa non riesce a realizzare sufficienti profitti. Che fare ?. Tagli al personale, esternalizzazione dei processi non essenziali a soggetti raccogliticci (tanto poi ci pensano i dipendenti rimasti a rimediare agli errori degli ext), eliminazione della retribuzione degli straordinari (ma non delle ore di straordinario, rese necessarie dai tagli), riduzione dei servizi accessori al personale, trasferimento della sede -se possibile- in zone periferiche con affitti più bassi, ma quasi irragiungibili per i dipendenti superstiti. Il vademecum per rovinare l’Italia e gli italiani, insomma.
      Non ho ancora capito se Stalin fosse in realtà di destra oppure se i bocconiani siano sinistri-stalinisti.
      In entrambi i casi: lacrime e sangue.

      "Mi piace"

    • Questo è il video tagliato. Manca appunto – sarà un caso? – proprio la parte in cui spiega che il problema è il fatto che la popolazione sia ossessionata da venti ore al giorno di talk show sulla pandemia, venti ore al giorno di cifre, venti ore al giorno di terrorizzazione, non si parla di nient’altro, non esiste nient’altro, e nella comunicazione – ed è di questo esattamente che sta parlando – il tono è sempre quello catastrofico, l’estate dell’anno scorso quando si passava da cinque a sei morti in un giorno i bollettini dicevano “in aumento i decessi” e tutto sempre nello stesso tono. E di “esperti” che vanno in televisione a informare che va male, va tutto male, evitare ogni sorta idi contatti, marito e moglie se proprio gli tira si masturbino, i giovani restino chiusi in casa, guardare la partita insieme perlamordiddio non pensateci neanche. Chiunque voglia dire qualcosa – qualsiasi cosa – prende un microfono e spara tutte le cazzate che gli passano per la testa, tutte le sue paranoie, tutte le sue fobie, col risultato di gente terrorizzata che da un anno e mezzo non esce di casa o quasi, non abbraccia gli amici, non abbraccia i genitori, magari ultranovantenni, che forse non avranno modo di riabbracciare mai più. A te tutto questo va bene?

      Piace a 1 persona

      • Supponendo che la domanfa sia rivolta a me, rispondo che no, non mi va bene. Ma dovrei giustapporre questa filippica alla soluzione poi proposta, ossia l’informazione minculpop? Non mi pare granché come medicina.

        "Mi piace"

        • Non ho parlato di ostilità; direi piuttosto maleducazione e stupidità – che per almeno due dei personaggi (il terzo non so chi sia) non è certo una sorpresa.
          Di Monti non mi sono mai sognata di pensare bene, ma questo non ha niente a che vedere col fatto che presentare un documento tagliato per “mostrare” che cosa ha detto una persona è un’operazione, diciamo così, non propriamente pulita. E resta il fatto che commentare quello che ha detto una persona ignorando la metà di quello che ha detto – precisamente quella metà che è alla base dell’altra metà – che è è del tutto privo di senso. Sarebbe come scatenarsi contro l’ingegnere che vuole buttare giù la casa già costruita per metà omettendo di spiegare che il motivo è che le fondamenta sono state fatte male e non sono in grado di reggere l’edificio.

          "Mi piace"

        • Perdona, io non ho visto la prima parte, anche perché, forse sbagliando, evito di guardare Concita. Però, se la prima parte è quella che tu dici, allora non siamo veramente in guerra, oppure siamo in una guerra finta. La conclusione sull’informazione da tempo di guerra è quindi impossibile da condividere. E guarda che quanto sopra mi è costato un grande sforzo dialettico, esperito per rispetto a te. Altrimenti manterrei l’argomentazione che reputo più calzante: questo Monti, non contento di avere già in passato violentato la Costituzione insieme al suo mentore fasciocomunista, adesso vuole le veline del Minculpop. E per decenza l’ho purgata delle parole forti.

          "Mi piace"

        • https://www.nicolaporro.it/delirio-di-monti-siamo-in-guerra-linformazione-sia-meno-democratica/
          A partire dal minuto 2:40. Quello che hai visto e postato tu non è monco, bensì proprio tagliuzzato ad arte (tagliuzzato anche male, con una frase della De Gregorio troncata a metà per attaccare, in modo brusco e tronco, la parte dell’intervento di Monti che si vuole dare in pasto al pubblico, privata della parte che la sostiene e motiva.
          Ribadisco: discutere su una parte del suo intervento ignorando l’altra, e facendo finta che ci sia solo quella, è del tutto privo di senso.

          "Mi piace"

        • Ho ascoltato con attenzione. Posso dire, in coscienza, che non cambio una virgola di quanto ho detto sopra. Inoltre, l’atteggiamento degli interlocutori mi sembra assolutamente non ostile e anzi deferente. Questo, naturalmente, non significa niente, vista la statura morale di quelle persone, ma è solo per puntualizzare che l’uomo non ha avuto alcun trattamento di cui possa lamentarsi.

          "Mi piace"

        • Scusami, mi ti sto capendo sempre meno. Non mi sembra né che Monti si sia lamentato del trattamento ricevuto, né che io abbia sostenuto qualcosa del genere. Se poi il fatto che il “documento” che ti è stato propinato è castrato della parte fondante è per te del tutto ininfluente e scegli di prenderlo per buono lo stesso, ok, credo che la discussione si possa fermare qui.

          "Mi piace"

      • Forse con Monti sono prevenuto anch’io, ma non ho avuto l’impressione che ce l’avesse con quelli che fanno terrorismo venti ore al giorno e non parlano che di covid; mi sembra che ce l’abbia con le voci fuori del coro. Le quali saranno anche spesso stupide ed ignoranti, ma non sempre, e non tutte: comincio anche a sospettare che si facciano uscire allo scoperto i complottisti più folli per coprire di ridicolo tutti quanti si pongono, legittimamente, dei dubbi. Ad esempio su Fauci, sui lockdown, sulle mascherine, sul vaccino – tre volte l’anno? Davvero? -, sulle terapie che funzionano e quelle che non funzionano, sulla conta delle vittime, su Pfizer, sulla pericolosità o meno delle mutazioni…
        E comunque, chi sarebbe che dovrebbe imporre il coprifuoco informativo? Lui? Draghi? Il fascistissimo Ordine dei giornalisti? Seguendo i consigli di… Burioni? Dell’OMS che non-si-può-dire-Xi?
        E quali altre opinioni sbagliate bisogna mettere a tacere?

        "Mi piace"

        • Fra le domande che non trovano risposta, ce n’è una che un bocconiano come Monti dovrebbe porsi: quando mai un prodotto che vale centinaia di miliardi di ricavi non ha avuto spese di marketing visibili? Niente pubblicità, niente promotori, niente di niente. Addirittura, si è deciso di ritardarne il lancio per non favorire un candidato delle elezioni americane. La risposta che un bocconiano (ma anche un non-bocconiano) dovrebbe darsi è: i costi di marketing, se non si vedono, non vuol dire che non esistano. E forse questo ha a che fare con l’informazione e la disinformazione.

          "Mi piace"

      • A dire il vero, a venire tacitate saranno le voci ottimiste, in favore di quelle Grisanti Style. Gia i virologi si stanno dividendo sulla versione Omicron: chi dice che i vaccinati sono protetti e chi dice che i vaccinati non lo sono affatto.
        Indovina chi verrà censurato e chi no?Io sono a posto: due dosi, con terza prenotata, più vaccino antinfluenzale stagionale. Se potessi, mi vaccinerei pure contro l’aria e mio figlio grande lo ho fatto vaccinare a 12 anni La piccola la farò vaccinare il prima possibile, quando sarà dichiarato lecito.
        Adesso dirai che sono complottista, ma -oggettivamente- la pandemia era il sogno di ogni bocconiano sguace di Monti: una scusa per ridurre il costo del lavoro, attraverso lo smart working e la dismissione delle sedi fisiche delle aziende. Un motivo per abbandonare gli immobili nelle aree centrali delle città , in favore del trasferimento delle residenze nelle aree periferiche ed agricole, permettendo così la totale chiusure delle PMI commerciali in favore di grandi centri commerciali ubicati in ex terreni agricoli, con ingresso contingentato per giustificare l’aumento dei prezzi (i vigilanti costano).
        Quanto pensi che ci metteranno a sostituire gli smart worker italiani con quelli indiani, parlanti un inglese decente e sicuramente migliore di quello del quadro/impiegato/dirigente tipo italiano?
        Tra pochi anni gli unici lavoratori dipendenti italiani saranno quelli del settore pubblico e non escludo, vedi i voltagabbana 5stelle, forzaitalioti e leghisti, che anche loro faranno una brutta fine. Il PD pro alta finanza lo considero un’ovvietà.
        Sala, da me disprezzato in quanto ex destro venduto alla sinistra per la poltrona, lo aveva capito e stimolava la ripartenza del lavoro sul posto, pe favorire le attività commerciali contigue ai posti di lavoro (bar, ristoranti, minimarket, negozi di abbligliamento, piccola elettronica e casalinghi). Non sequitur.
        Con lo smart working, anche quando ingiustificato, queste PMI commerciali stanno chiudendo del tutto ed i centri commerciali della spesa del sabato prosperano ulteriormente.
        Non posso neanche essere accusato di avere un interesse personale circa l’abbandono dei centri città rispetto alla campagna. Per fortuna ho una seconda casa letteralmente in mezzo ad un bosco e quando è stato dichiarato il lockdown, nel marzo 2020, ci siamo trasferiti sino a settembre in campagna con due modem mobili e tre notebook, per smartworking e DAD.
        E’ stato bellissimo per tutti noi e, quasi quasi, spero che tornino quei “bei tempi”.

        "Mi piace"

        • Probabilmente hai ragione su tutto, ma il punto – quello che ho trattato nel post – è CHE COSA HA DETTO MONTI e CHE COSA I MEDIA HANNO FATTO PASSARE di quello che ha detto Monti e, ancora CHE COSA, DI TUTTO QUESTO, È STATO RECEPITO. Tutto il resto sono ipotesi e illazioni, probabilmente, ripeto, non prive di fondamento, ma esulano del tutto dalla questione. Quello che è stato fatto è di togliere le fondamenta alla casa: discutere dell’aspetto, della solidità, del valore, della possibile tenuta della casa, sono, data la premessa, chiacchiere sul sesso degli angeli.

          "Mi piace"

  1. Pare che con la terza dose (forse perchè è inverno?) si possa avere un leggero effetto lassativo. L’info è autentica, i casi ci sono stati, ma l’effetto è probabilmente inferiore a quello provocato dalle c****te di certi personaggi.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...