OGGI SOLO CAZZATE

(Che con tre impegni medici in un giorno, di spazio per altre cose ne resta poco)

E partiamo ovviamente da quella di Lavrov, che Hitler avrebbe avuto origini ebraiche. Che è, indiscutibilmente, una colossale cazzata, solo che…

Ebbene sì, l’ha raccontata anche il Corriere. Mettendoci addirittura le “prove scientifiche” della sua ascendenza ebraica. Insomma, è da circa un secolo che la leggenda gira e viene creduta e ripetuta da un sacco di gente senza che nessuno abbia da ridire, e adesso improvvisamente tutto questo bordello solo perché a dirlo è un rappresentante del Nemico Pubblico Numero Uno? Quanto al fatto che “i peggiori antisemiti sono gli ebrei”, anche questa, ovviamente, detta così è una cazzata, ma che cosa mi dite di Moni Ovadia? Di Noam Chomsky? Di Ilan Pappè? Di Ariel Toaff? Di Gad Lerner? Di Celeste di Porto? Di Otto Weininger? E tanti altri che si potrebbero aggiungere. Quindi quella frase è una cazzata, ma se togliamo l’articolo diventa decisamente meno falsa; e qui arriva la cosa interessante: in russo l’articolo non esiste, quindi quel “gli ebrei” Lavrov NON PUÒ averlo detto. Quell’articolo è stato aggiunto da chi ha tradotto il discorso. Ovviamente non si può escludere che lui intendesse proprio gli ebrei nel loro insieme, ma questa è un’interpretazione, NON un fatto: l’unico fatto è che quella frase così come è stata riportata Lavrov NON l’ha detta, e che la presenza di un certo numero di ebrei fra i peggiori antisemiti è un dato di fatto.

E fra le cazzate rientra sicuramente a pieno titolo questo

E infatti li ricordiamo tutti i carri armati senza i quali non avremmo mai avuto Tolstoj, Dostojevesky, Pushkin, Chekov, Gogol… E poi Ciajkovsky, Rachmaninov, Rimskij-Korsakov, Mussorskij, Shostakovich… Ma dal momento che purtroppo ci sono, la cosa migliore da fare è cancellarli.

Poi godetevi questa

E poi ci infilo anche questa, che non c’entra niente ma quando è arrivato alla  scheda madre mi ha fatto schiattare e quindi schiattate anche voi, tiè

E dopo tutte queste cazzate, finalmente una cos seria: un meraviglioso balletto di autore russo su musica di autore russo, per deliziare occhi e orecchie:

barbara

  1. In Ucraina, gli USA hanno assunto nel ruolo di presidente un attore di origine russa ebraica proprio per poter dire che in quel paese non comandano i nazisti e non si perseguitano i Russi.
    Lavrov avrebbe fatto bene a esprimersi così, invece di dare adito a equivoci e a falsificazioni giocate sulla traduzione.

    Che poi, Zelenskij è la vergogna del popolo ebraico ed è la feccia di tutti i russi. Ha tradito entrambe le sue origini e sta mandando in rovina il paese che lo ha reso miliardario.
    Gli auguro la stessa fine di hitler.

    Riguardo le origini di hitler, leggo:

    Leopold Frankenberger, signore ebreo presso cui lavorava Maria Anna Schiklgruber, nonna di Adolf Hitler, era il nonno biologico di Adolf Hitler.

    Dalla fine degli anni ’90 un lungo studio è stato portato avanti dallo storico Marc Vermeeren e pubblicato in collaborazione con Jean-Paul Mulders, il duo ha analizzato il DNA di 39 parenti viventi di Adolf Hitler che hanno rivelato l’aplogruppo E1b1b come dominante. Tale aplogruppo appartiene al 18-20% degli ebrei Ashkenaziti, all’8-30% degli ebrei Sefarditi, ed è comune fra i Berberi del nordafrica. Ne consegue che anche Adolf Hitler potrebbe aver avuto antenati ebrei.

    "Mi piace"

    • Lo “studio” è una mastodontica puttanata priva di ogni fondamento scientifico.
      1. La cosa potrebbe (forse) avere un senso se quell’aplogruppo fosse presente solo negli ebrei e, se non in tutti, almeno nella maggioranza (all’epoca i matrimoni misti erano impensabili; al massimo potevano avvenire con qualche convertito di almeno seconda o terza generazione – che poi, come tu ben sai, alla fine anche questi finiscono per sposarsi tra di loro – quindi le commistioni di DNA erano rarissime), ma così non è.
      2. Anche cercando solo i parenti del ramo paterno, dubito che i “ricercatori” abbiano potuto stabilire che tutti questi parenti risalissero al padre del padre e non a quello della madre, per non parlare delle generazioni precedenti, dove ogni indagine è impossibile dal momento che nessuno sa chi fosse il padre.
      3. Secondo altri studi storici, non è provato che la nonna lavorasse da questa famiglia Frankenberg, e neppure che in quella zona risiedesse una famiglia ebraica di nome Frankenberg.
      4. In ogni caso quello che la leggenda iniziale narra è che lei sarebbe rimasta incinta mentre era a servizio da questa famiglia Frankenberg, e che il padrone l’avrebbe aiutata economicamente, dal che sarebbe nato il sospetto che fosse lui il padre. Sospetto: mai stato niente di più.
      4. In conclusione, al di là delle chiacchiere da mercato – messe in giro da antisemiti allo scopo di mostrare che era ebreo il peggior criminale della storia – e di “ricerche scientifiche” di valore pari a quelle sulle scie chimiche e la terra piatta, zero prove, zero argomenti, zero di tutto.

      "Mi piace"

  2. Ti ritrovi ad arrampicarti sugli specchi per giustificare in qualche modo un ministro degli esteri che afferma che i peggiori antisemiti sono ebrei e che Hitler aveva origini ebraiche.

    Ti ritrovi nello stesso schieramento di Vauro, Santoro e Moni Ovadia.

    Proprio non ti è ancora suonato un campanello d’allarme eh? Io fossi in te due domandine me le porrei…

    "Mi piace"

    • Non credo che la mia si possa considerare una giustificazione, anche perché non ho idea di che cosa abbia detto in quell’intervista, che non ho visto, quindi non ho alcun elemento per prendere posizione – e non l’ho infatti presa. Sono semplicemente intervenuta su questi due punti sui quali ho visto scatenarsi il finimondo in ogni dove, a mio avviso con poca o nulla ragione, e ne ho spiegato il perché.
      La questione degli schieramenti è una cosa che a quanto pare è decisa a perseguitarmi. Tempo fa in un blog che frequento, nel corso di una discussione molto animata su un tema controverso mi sono trovata a sostenere le ragioni di un commentatore, il quale giorni dopo, su tutt’altro argomento, ha fatto un commento manifestamente antisemita e io l’ho preso metaforicamente a sganassoni (che, se l’avessi avuto davanti, sarebbero stati tutt’altro che metaforici), e un altro commentatore mi ha rimproverata e criticata per “i compagni di strada che ti scegli”, e lo stesso è nuovamente accaduto poi in un’altra occasione. Il punto è che io non scelgo compagni di strada: io, semplicemente, imbocco di volta in volta la strada che, fatte tutte le considerazioni, ritengo giusta, e non mi interessa chi altro si trovi a percorrerla contemporaneamente a me. E ora dimmi: se Totò Riina si fosse dichiarato filoisraeliano, avresti smesso di sostenere Israele per non ritrovarti nello stesso schieramento di uno dei più spietati criminali della storia italiana? Se si fosse convertito all’ebraismo avresti cambiato religione per non ritrovarti correligionario di un tale essere immondo? Aggiungo che io, a differenza di quei tre ceffi, non sono ideologicamente a favore della Russia: lo sono in questa specifica circostanza perché ritengo che in questa specifica circostanza la ragione sia dalla sua parte e che le vere responsabilità di questa guerra siano altrove; lo sono perché guardando tutte le fonti – e non solo quelle che la pensano come me, perché sapendo che in guerra tutti, senza eccezione, mentono e fanno propaganda, l’unico modo per provare a farsi un’idea il meno possibile distorta, è ascoltare tutti – e mettendole a confronto, trovo una quantità di propaganda e di menzogne molto maggiore dalla parte ucraina (soprattutto ascoltando le testimonianze dei civili sfuggiti dalle grinfie dei battaglioni ucraini). In altre occasioni ho postato una lista di oltre cento giornalisti morti di morte a volte forse e a volte scuramente non naturale sotto il regno di Putin. In altre occasioni ho detto che Putin mi dà l’idea di uno capace di uccidere a mani nude, e quell’idea non l’ho cambiata. E tornerò a documentare le nefandezze di Putin se e quando se ne ripresenterà l’occasione. Adesso però, visto oltretutto che ben pochi altri lo fanno, provvedo a documentare quelle dei nazisti di Zelensky, ebreo russo che per mero interesse personale ha tradito sia l’ebraismo che la Russia – più o meno come quell’altro ebreo rinnegato che hai nominato tu.
      Io, comunque, di domande me ne pongo sempre, a differenza, mi sembra, della controparte. E una volta trovate le risposte, procedo: come ho fatto per oltre vent’anni con Israele e la propaganda palestinese.

      "Mi piace"

      • Fra tutte le fallacie logiche quella del “dimmi con chi vai” è la peggiore, peggio anche dell’argomento ad personam, perché quest’ultimo fa almeno riferimento diretto all’interlocutore, mentre l’altro incolpa l’interlocutore delle magagne di qualcun altro.
        In queste discussioni virtuali è sempre opportuno astenersi dall’oltraggio, però quando ci si imbatte in queste noiosissime fallacie (noiosissime in quanto ripetitive e sintomatiche di endemica carenza di argomenti) penso che, se scappa un “coglione!”, ciò sia peccato veniale.
        P.S. Ho volutamente inserito una piccola contraddizione logica nel mio intervento. Se il sig. Roberto la trova, posso cambiare opinione su di lui. Almeno parzialmente.

        "Mi piace"

        • Ti racconto una storia vera che quasi nessuno conosce. Il fratello di Sandro Pertini, di nome Giuseppe, era fascista. Dovendo districarsi nel ginepraio nel quale era finito per causa del fratello, disse al pezzo grosso del fascismo savonese che gli chiedeva conto dei suoi guai familiari: “cosa volete, anche fra i tredici apostoli c’era la pecora nera”. In effetti, molti cattolici non accettano che Giuda fisse uno dei dodici.

          "Mi piace"

        • La questione è che molti ragionano in binario e pensano che gli schieramenti siano rigidissimi; se dai ragione a qualcuno su un argomento, ad esempio affermi che Hitler ha ragione quando dice “1+1=2 nell’insieme dei naturali”, allora gli darai ragione sempre e comunque in tutte le sue affermazioni.
          E se non vuoi essere catalogato come nazista devi precipitarti in piazza a sostenere una nuova matematica inclusiva e denazistificata…

          "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...