QUESTA NON POSSO NON RUBARLA

“Fantozzi e Filini arrivarono con due micidiali frac presi in affitto: Filini sembrava un mutilato, Fantozzi praticamente in bermuda…”

Novantadue minuti di applausi al genio che ha trovato la citazione adeguata.

E visto che siamo in vena di supermegacazzate, vi regalo anche Cicciolina che offre una notte di sesso a Putin in cambio della pace (e viene in mente Madonna che offriva pompini a chi avesse votato per la Clinton). Ora, già l’idea che uno statista possa cambiare la propria politica per una scopata è da demenza all’ultimo stadio; aggiungiamo che come immagine pubblicitaria ci ha messo questa,

che già così è un orrore che dubito farebbe gola a qualcuno, ma se poi andiamo a cercare qualche foto un po’ meno taroccata troviamo roba così

e ho idea che le tempeste ormonali di Putin saranno abbastanza contenute, e giustamente uno nei commenti ha scritto che

va bene che Putin merita una lezione, ma infilarlo nel letto di un’attempata porno attrice sarebbe infierire.

Poi magari consideriamo che la sua amante è questa tizia qui

e non so, vedete un po’ voi.

Restando in parte in tema aggiungo quest’ultima chicca, raccolta fresca fresca di prima mano. Sabato mattina, reparto di radiologia. Il sabato mattina la radiologia è aperta, e funziona per le urgenze. Arrivano due bambine di dieci anni, che devono essere sedate per la risonanza, una con una pancreatite e una con menarca precoce. E con l’anestesista si svolge il seguente dialogo:

– Bene, fammi passare quella con la pancreatite.
– No, devi fare prima l’altra.
– Ma la pancreatite è più urgente.
– Sì, ma l’altra è ucraina.
– E chi se ne frega da dove viene: l’altra è più urgente e quella più urgente viene prima cazzo!
– Non hai capito: viene dall’Ucraina, è arrivata dieci giorni fa, devi fare prima lei.

Non c’è stato niente da fare: quella con la pancreatite non gliel’hanno fatta passare, e ha dovuto sedare e far fare la risonanza per prima all’ucraina.

Tornando al primo tema, rifacciamoci gli occhi e le orecchie con un concorso d’altri tempi, in cui si vinceva con le canzoni e con la voce, e per vestirsi si passava dal sarto, non dallo straccivendolo.

barbara

  1. Ho l’impressione che la cara vecchia Ilona stia indulgendo un po’ troppo in presunzione… a me peraltro non è mai piaciuta granché nemmeno da giovane. È un personaggio, questo sì, ma quanto a sex-appeal, bah. Putin, se ha avuto notizia di questa cosa si deve essere fatto una bella risata, che fa il paio con quella che si è fatto quando ha sentito parlare Di Maio.
    Velo pietoso sulla “precedenza Ucraina”: sto pensando da tempo di rispolverare una carta d’identità Ucraina lasciata da un ex inquilino, appiccicarci la mia foto e andarmene in giro a raccattare vantaggi. 😉

    "Mi piace"

    • Io anche da giovane la trovavo decisamente brutta, soprattutto con quello sbrego di bocca che ci entra un registratore di cassa – e magari sarà quello, la quantità di roba che riesce a farci entrare, il suo valore aggiunto, non dico di no, però l’estetica decisamente non ci guadagna. E adesso è proprio completamente sfatta, addirittura la cellulite sulle braccia. Ma ho notato abbastanza spesso che donne che sono state belle, o comunque apprezzate, non si rendano conto che mezzo secolo dopo non sono più quel bocconcino per cui può valere la pena di fare qualunque follia (e mi viene in mente, anche se non c’entra molto, quella tale Silvia Valerio che voleva offrire la sua verginità ad Ahmadinejad, non in cambio di qualcosa ma solo perché lo ammirava così tanto perché era un uomo così tosto da avere avuto il coraggio di negare l’olocausto).

      "Mi piace"

    • Io la Ilona la ricordo solo per una cosa (e nemmeno precisamente): non ricordo se su Panorama o L’Espresso, dopo l’elezione, apparve un titolo di copertina “Camera con porno – La vera storia di una buffonata”.
      Dopo una notte alle prese con dei quadri elettrici da sistemare, posso essere un po’ acido…

      "Mi piace"

      • E io ricordo quando in campagna elettorale ha fatto un comizio in piazza Navona e sapendo che avrebbe sicuramente mostrato le tette ci sono andati talmente in tanti che hanno perfino danneggiato la fontana del Bernini. Certo che per correre in piazza per poter vedere una tetta bisogna proprio essere sfigati forte.

        "Mi piace"

  2. Pingback: Il giusto omaggio a due grandi italiani – Cavolate in liberta'

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...