DAI, RACCONTATECI QUELL’AMENA STORIELLA CHE DA NOI È COME IN CINA

Sentita un sacco di volte: critichiamo tanto la Cina, ma faremmo meglio a guardare in casa nostra, che siamo messi uguale, se non peggio.

Tutto identico, vero?

Come quando da noi chiedevano il green pass per entrare al bar, preciso sputato.
E magari mettiamoci anche questo

(Qui)

Dov’è la gente inginocchiata? Don’t yellow lives matter?

barbara

  1. Uguale.
    Solo che qui si esagerava (avevo letto che il medico sociale del Milan aveva denunciato che i “positivi” di Ibrahimovic, 12, erano stati computati come 12 persone diverse anche se il calciatore è sempre stato solo uno!), lì nascondono: trentamila contagi di cui tre quarti asintomatici? Su un miliardo e mezzo di abitanti? Ma in che arco di tempo?

    "Mi piace"

      • Il caramba che correva dietro al runner sulla spiagga deserta, due sbirri sul quad contro uno che prendeva il sole sempre su una spiaggia deserta. Addirittura in un caso è intervenuto un elicottero (se ricordo bene era a Palermo). Droni e altri sistemi di sorveglianza adatti a miglior impiego, irruzioni…
        Beh, di cinese aveva qualcosa.
        Ci era capitato anche che l’Esercito (non CC e non PS) obiettasse al fatto che come manutentori potevamo muoverci. Dico solo che l’Assomanutentori si è inalberata e abbiamo potuto continuare il nostro lavoro.

        "Mi piace"

  2. Dai dati ufficiali, si legge che in Cina in questo momento ci sarebbero
    33.025 positivi al coronavirus in condizioni medie (99.7%) e 104 positivi in condizioni serie o critiche (0.3%), su un miliardo e mezzo di abitanti.

    Sempre dai dati ufficiali, si legge che gli ultimi morti di covid ci sarebbero stati a maggio.

    Perciò, mi chiedo, sono attuali quei video?

    "Mi piace"

    • “Dati ufficiali”? Della Cina? Dai su, cerchiamo di non essere ridicoli per favore: sembra di parlare delle immagini ufficiali di Theresienstadt diffuse dai nazisti. I video sono attuali perché è adesso che la gente comincia a ribellarsi e quindi vengono impacchettati e caricati sulle ambulanze o legati ed esposti alla pubblica gogna.

      "Mi piace"

      • Appunto per questo ho riportato i dati ufficiali. Perché accanirsi tanto, se davvero ci sono solo 104 persone in pericolo su un miliardo e mezzo?
        O i dati sono falsi, magari da moltiplicare per 10.000, e il virus davvero è diventato davvero così pericoloso; o i dati sono corretti e le “misure preventive” servono solo a fini repressivi e a criminalizzare le persone meno ubbidienti che, in questo modo, rischiano di essere sbattute in galera, e magari di ammalarsi in cella, o di diventare “pezzi di ricambio” per trapianti.

        "Mi piace"

      • Ah ok. In ogni caso quali siano i dati veri e che cosa stia succedendo in Cina – da sempre in generale e da tre anni per quanto riguarda il covid – non lo sappiamo e non lo sapremo mai. Ma che con questo pretesto abbiano dato un ulteriore giro di vite al controllo e alla repressione è stato chiaro – e, per quel poco che qualcuno è riuscito a far uscire, anche documentato – fin dall’inizio. E adesso che la gente ha anche iniziato a protestare (e mi sa che finirà anche peggio che a Tienanmen, solo che essendo proteste sparse, difficilmente ci sarà una copertura mediatica paragonabile a quella), ci vanno con la mano ancora più pesante, arrivando a incerottarli e impacchettarli prima di caricarli sull’ambulanza. Quello che è certo è che per quanto inaccettabili, immorali e illegali siano state le misure prese qui e altrove, nessuna persona col cervello funzionante può paragonarle a quello che succede lì. E a chi sostiene questo paragone pagherei volentieri un biglietto di sola andata per Pechino.

        "Mi piace"

        • Per fortuna non c’è paragone. Anche se nel nostro vecchio governo, soprattutto fra i grillini, c’erano molti che guardavano con ammirazione al regime cinese.

          "Mi piace"

        • Ah, se è per quello sono ammiratissimi anche dalla ragazza che mi fa le pulizie, che non è grillina per niente. Quando, inorridita, le ho fatto vedere quel video mostruoso col sistema dei punti, che se scendi oltre un certo limite ti viene bloccato il tuo conto in banca, non puoi più prenotare un volo né un treno, non puoi iscrivere tuo figlio a una scuola di eccellenza, la tua foto viene esposta per strada sopra l’ingresso dei cinema e altro, e se protesti possono anche toglierti la casa che hai comprato, lei era lì estasiata, continuando a dire sì, figurati se da noi riuscirebbero a fare una cosa così, cialtroni come siamo. E quando, in un momento di attenuazione dell’emergenza, hanno cominciato a dire questo si apre, questo no, questo sì ma con certe limitazioni, lei tutta incazzata a dire: “Ma insomma basta con queste puttanate, questo sì e questo no e questo un po’: chiudi tutto per tutti e facciamola finita!”

          "Mi piace"

        • Ma la ragazza delle pulizie è cinese?
          Anche a me i “dati ufficiali” hanno strappato un pernacchio, forse sarebbero buoni per la Svizzera (8 milioni di abitanti). O forse solo per Montecarlo?

          "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...