STASERA ONORIAMO

stasera onoriamo tre persone semplici, che ognuno per conto proprio ha fatto il suo dovere …..anzi molto di piu’ !! dimostrando coraggio e determinazione
la guardia ferita oggi che ha fermato il terrorista fuori dalla stazione, la giovane volontaria del maghen david adom che ha salvato il ferito tamponando con la mano la forte emorragia e un tassista che ha bloccato il terrorista in fuga dandogli un calcione ….dove sappiamo tutti …..
ognuno eroe alla sua maniera.
Alessandro Viterbo

L’episodio lo potete vedere in questo video.

Se poi avete tanto ma tanto ma proprio tantissimo stomaco, andate a guardarlo su youtube e leggetevi una dozzina di commenti. Non di più, perché oltre la dozzina non regge neanche lo stomaco di cui sopra.

POST SCRIPTUM: tachanah merkazit, stazione centrale; ci sono stata, lì. Sono stata in fila, come tutti, a far controllare tutto ciò che avevo con me: controlli accurati, fila lenta, come si può vedere anche nel video. Loro sono lì per impedire che accada qualcosa dentro, a fare da parafulmine: se un fulmine arriva, lo prendono loro. Ricordiamole sempre queste persone, quando andiamo in Israele, quando ci aggiriamo ovunque con quel meraviglioso senso di sicurezza che chiunque prova in Israele: la sicurezza, oltre ai soldati, ce la procurano loro, con la propria pelle.

barbara

QUESTA NON LA SAPEVO

E probabilmente neanche voi.
In occasione della morte di rav Achille Shimon Viterbo, per oltre 44 anni rabbino capo di Padova, Moked ha ospitato un ricordo di Davide Romanin Jacur, del quale voglio riportare qui una frase:

«Ricordo ancora che, dopo la Guerra dei Sei Giorni, Achille organizzò con l’aiuto del prof Baldo Viterbo, una raccolta di sangue che fu inviata rocambolescamente, malgrado il divieto del Governo Fanfani

Il divieto del Governo Fanfani. Divieto di offrire il sangue a una nazione sopravvissuta a una guerra scatenatale contro a scopo di annientamento. Si può scendere più in basso?

SI Exif
In questa foto è ripreso davanti alla libreria della Comunità, che più di una volta ha aperto per rispondere alle mie domande. Lo ricordo come persona dolcissima e sempre molto disponibile. Riposa in pace, caro Achille, e le mie più sentite condoglianze ai figli, in particolare ad Alessandro, fondatore di Tsad Kadima, che ho avuto il piacere di conoscere di persona in occasione della visita all’ospedale.

barbara

E IO POSSO DIRE CON ORGOGLIO

Che li ho conosciuti di persona tutti e tre!

GERUSALEMME: CONFERITE ONORIFICENZE A TRE ITALIANI

Mercoledì mattina, l’Ambasciatore d’Italia in Israele, Francesco Maria Talo’, ha consegnato tre alte onorificenze da parte del Presidente Giorgio Napolitano a tre italiani che si prodigano ogni giorno per la società e contribuiscono con le loro attività ad avvicinare Italia e Israele.
La Stella d’Italia è stata conferita a
Alessandro Viterbo, biologo e membro del consiglio di Tsad Kadima, una associazione che si occupa di attività educative per bambini e ragazzi cerebrolesi.
Cecilia Nizza, dopo anni di docenza presso la scuola ebraica di Milano, si occupa di attività culturali italiane in Israele ed è promotrice di conferenze e incontri formativi.
Elena Artom, moglie del grande rabbino Menachem Artom z”l, è una ricercatrice storica che si occupa prevalentemente delle storie famigliari degli ebrei italiani immigrati in Israele.
Le nostre congratulazioni vanno allo straordinario lavoro di questi tre connazionali grandi nei valori prima ancora che nel lavoro.

Anzi, Cecilia è anche una carissima amica e mi sono già congratulata di persona con lei.
onorificenza
barbara