HO DECISO DI DEDICARE UN POST

(sì, un altro) alla stimatissima Signorina Mariangela Vaglio, aka Galatea, con un gioiellino che sembra fatto su misura per lei, sempre dalla parte giusta, che si adegua, senza farci caso, perfino alle desinenze trasformate in asterischi.

Questa cosa è del  1996, e si vede: l’avesse fatta giusto una manciata di anni più tardi, avrebbe dovuto dire che sì, dopo la svolta di Occhetto è diventato americanista ma dopo giusto, appunto, quella manciata di anni, è precipitosamente ridiventato antiamericanista fino alle budella. Quanto alla nostra beneamata, vi invito caldamente a farvi un giretto qui (ma potrei darvene altri mille in cui la musica è identica) e leggere coscienziosamente tutti i commenti: meglio che andare a teatro, credetemi.

barbara