BERESHEET – IN PRINCIPIO

בראשית כבר הייתה אהבה
לאדמה טובה חיכתה כמו למים
חיכתה לשמש, לשקיעות שבים
ולגל של געגוע
חיכתה

ובראשית כבר הייתה אהבה
וחיכתה שיהיו לה שמיים
לשאת עיניים אל הכוכבים
וחיכתה גם לאדם וחוה

מישהו מחכה לך בבית
קרוב לכאן
אולי באיזו פינה
מקום שתקראי לו בית
כשתכנסי בו יהפוך לשלך

ובראשית כבר הייתה אהבה
וחיכתה שכבר תמצא לה מנוח
וחיכתה לילדים בחצר
וגם לעץ לטפס ולנוח בצל

בראשית כבר הייתה אהבה
ואחריה כבר נברא לו הצער
והדמעות והלב השבור
ואחריהם הגיעה נחמה

All’inizio c’era già l’amore
Ha aspettato un buon terreno come l’acqua
Aspettò il sole, i tramonti sul mare
E un’onda di nostalgia
aspettò

E all’inizio c’era già l’amore
E aspettò che avesse un cielo
Per guardare le stelle
E aspettò anche Adamo ed Eva

Qualcuno ti sta aspettando a casa
Vicino a qui
Forse in qualche angolo
Un posto da chiamare casa
Quando ci entri, diventerà tuo

E all’inizio c’era già l’amore
E aspettò che riposasse
E aspettò i bambini nel cortile
E l’albero per arrampicarsi e riposare all’ombra

All’inizio c’era già l’amore
E dopo è stato creato il dolore
E le lacrime e il cuore spezzato
E dopo di loro venne la consolazione

(traduzione un po’ approssimativa, destreggiandomi fra ebraico e inglese. Ci saranno sicuramente errori)

Idan Raichel, Ilana Yahav

barbara

NON PREVALEBUNT!

Voi uccidete? E noi cantiamo e balliamo. Perché sta scritto “E tu sceglierai la vita”: noi abbiamo scelto la vita, voi avete scelto la morte, per questo noi vivremo e voi morirete, e scomparirete dalla scena, come sono scomparsi tutti i nostri nemici prima di voi.



POST SCRIPTUM: l’ho fatto anch’io, in prima persona: ne avevo parlato qui; adesso sono anche in grado di mostrarvi qualche immagine.
Maalè Ha’Hamisha 1
Maalè Ha’Hamisha 2
Maalè Ha’Hamisha 3
Ecco, lì in mezzo, a ballare e saltare come un grillo, ci sono anch’io.

barbara

TUTTI IN PIAZZA PER LA LIBERTÀ E PER LA DEMOCRAZIA!

Sabato sera alle ore 22 avrà luogo al teatro Elfo Puccini di Milano uno spettacolo del cantante israeliano Idan Raichel. Naturalmente i soliti diversamente intelligenti, diversamente democratici, diversamente amanti della giustizia, della libertà, della pace e – decidiamoci a dirlo chiaro e forte, una buona volta – dei palestinesi (con le loro coraggiose azioni hanno messo sul lastrico novecento famiglie palestinesi che lavoravano a Maalè Adumim, per dirne solo una) si sono mobilitati per boicottarlo (qui, per chi non sia debole di stomaco, uno dei loro deliri).
Poiché noi, a differenza di loro, non amiamo la violenza, non amiamo gli scontri, non amiamo le provocazioni, non andremo a scontrarci con loro nel corso della loro manifestazione, ma andremo a far sentire la nostra presenza, la nostra voce a favore della democrazia, della pace e della libertà e, non ultimo, la nostra solidarietà a Idan Raichel, la sera alle ore 20.30 (cioè – NOTA per gli ebrei osservanti – dopo l’uscita di Shabbat), davanti al teatro.
Boicott
stop
odiano la democrazia
zittire
barbara